Utente 337XXX
SONO UN UOMO DI 51 ANNI ED ASSUMO, PER PROBLEMI DEPRESSIVI LEGATI ALLA PATOLOGIA SI SCLEROSI MULTIPLA, ZOLOFT 100-LAMICTAL 100-EN 1MG.-
DAL MESE DI FEBBRAIO DEL CORRENTE ANNO I MIEI VALORI ORMONALI SONO AL DI SOTTO DELLA SOGLIA MINIMA ( TEST.1,8 SU 2,5-9 / TEST. LIBERO 5 SU 15-56 / FSH 3,5 SU 1-12 / LH 1,0 SU 1,5-9,5 ).UN ENDOCRINOLOGO MI PRESCRISSE NEBID 1000 PER TRE MESI 3 FIALE( CURA CHE NON FECI)E SU CONSIGLIO DI UN ALTRO ENDOCRINOLOGO FECI 2 MESI( TERMINATI A LUGLIO 2008) DI GONASI 5000 ED I VALORI NELL'IMMEDIATO SALIRONO POCO AL DI SOPRA DELLA NORMA MA OGGI, DOPO 3 MESI, MI RITROVO NELLA STESSA SITUAZIONE DI PARTENZA. GLI ORMONI TIROIDEI SONO NELLA NORMA PERCHE' ASSUMO EUTIROX 75-
ALCUNI SOSTENGONO CHE L'USO DELLO ZOLOFT SIA LA CAUSA DI CIO' MENTRE I NEUROLOGI SMENTISCONO QUESTA TEORIA.
ADESSO IL MEDICO CURANTE MI CONSIGLIA DI RIPETERE UN CICLO DI GONASI 5000.
ALLORA CHIEDO SE TUTTO CIO' E' CORRETTO E COSA FARE PERCHE' I VALORI TESTOSTERONICI RESTINO COSTANTEMENTE ALTI.
GRAZIE PER TUTTO CIO' CHE FATE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldila' della diversita' di opinioni sulla azione negativa degli antidepressivi sui parametri ormonali,che,comunque,non e' da escludere,vorrei sapere qualcosa di piu' preciso sul corredo sintomatologico che L'ha portata ad eseguire le indagini ormonali.Il rischio,frequente,e' quello di "sentirsi male" fino a quando i parametri ormonali non siano rientrati nella norma...Cordialita'.
[#2] dopo  


dal 2011
GRAZIE PER LA RISPOSTA. I SINTOMI SONO STATI : BASSO DESIDERIO SESSUALE, VAMPATE DI CALORE IMPROVVISE CON SUDORAZIONE ED ASTENIA.
POI DI SOLITO SONO ABITUATO AD EFFETTUARE PERIODICAMENTE
CONTROLLI GENERALI.
IL PROBLEMA E' COME MANTENERE COSTANTI I LIVELLI.
CONOSCO GLI EFFETTI COLLATERALI SULLA SESSUALITA'DEGLI ANTIDEPRESSIVI ED E' PER QUESTO CHE LA SCELTA E' CADUTA SULLO ZOLOFT CHE OLTRE AD ESSERE UN SEROTONINERGICO POSSIEDE ANCHE UNA LEGGERA AZIONE DOPAMINERGICA.
GRAZIE PER I CONSIGLI CHE MI VORRA' DARE.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a mio avviso il prolema clnico lamentato andrebbe inquadrato a 360 gradi,in maniera tale da evitare una medicalizzazione della funzione sessuale non scevra da ricadute negative su altri organi dell'apparato uro=genitale (es. la prostata).In fondo e' la sostanziale differenza tra un endocrinologoed un androsauro (vecchio andrologo).Cordialita'.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una condizione di ipotestosteronemia potrebbe essere alla base dei disturbi da lei lamentati. Che ci possa essere una concausa legata alla depressione ed alla terapia non si può esludere ma non la riterrei importante.
Tra l'uso del Gonasi e quello della somministrazione diretta di testosterone per via transdermica o iniettiva sono dell'avviso che sia meglio il testosterone, effettuato secondo schemi controllati.
Non ci sono controindicazioni importanti, anche le perplessità sugli effetti negativi sulla prostata sono stati ormai completamente ridimensionati
Si faccia seguire da uno specialista abituato a "gestire" tali terapie
cari saluti