Utente 403XXX
Salve, cordiali saluti a tutti gli esperti e competenti di medicitalia.

Sono stato dall'andrologo 1 mese fa perché oramai stufo della mia situazione. Ha provato a rassicurarmi dicendomi che si trattava di una infezione prostatica, di cui mi ha portato problemi ad urinare e a non contenere regolarmente la vescica. Detto questo... mi è stata prescritta una cura antibiotica con iniezioni per una settimana, accompagnato antinfiammatorio.
Finita la terapia mi sono ripresentato dal medico che con la radiografia nota un varicocele, mi ha prescritto cialis da 5mg al giorno, che ha le stesse funzioni del viagra ma che hanno una funzione diversa e agiscono aiutando l'erezione al momento dell'eccitamento poiché rilassano i vasi sanguini agendo per 24 ore. Mi ha anche spiegato che serve per ossigenare le arterie in modo da ripulire le vene dall'infezione provocata in precedenza per poter dare un efficacia ai miei problemi di erezione che con la stimolazione e il desiderio avviene ma non con una buona efficacia considerando il fatto che l'erezione non è rigida e corretta... incomincia a cedere la sua rigidità incominciando a calare in breve tempo , infatti non ho tempo di distrarmi che facilmente cala l'erezione che ottengo che ad ogni modo non è ottenuta al migliore dei modi .... Questo tipo di problema che mi porto da 8 anni, prima che mi rivolgessi all'andrologo la cosa sembrava peggiorare.
Ho notato prima di rivolgermi al medico...che la vena dorsale destra del pene nell'ultimo periodo è diventata più gonfia del solito formando anche un percorso a zigzag" visibile sulla superficie del pene. Non so se per il troppo sforzo che metto nel mantenere l'erezione ogni volta per il fatto appunto che non riesco se si tratta di qualcosa legato al varicocele che ho... E che molto probabilmente ho gia da tempo. Perché provando a pensare al passato ebbi una contusione al testicolo destro che mi provocai dolore, rossore e rigonfiamento. N sono mai stato da un medico dopo quel episodio, sono sicuro di aver notato che fino da all'ora... Probabilmente sia quello il problema iniziale legato a questi visto che la contusione che ho preso era nello stesso lato in cui si è notato anche il rigonfiamento della vena nella "parte destra" e dove appunto sento il corpo cavernoso piu rigido e meno elastico e funzionante del sinistro... Concludendo la vena dorsale del pene che era gonfia , durante un rapporto ho notato una sensazione o come una specie di scrocchioo minuscolo, ho visto che la vena si è come dire completamente sgonfiata, ed è rimasta cosi sempre anche quando ho un erezione... un peggioramento visto che Infatti l'erezione adesso ha ancora meno efficacia e ha più problemi di prima, mi sento il glande meno rigido e gonfio di come lo è sempre stato, ormai e subentrata anche la depressione in questa faccenda che non ha mai un lieto fine...

Vorrei piu dettagli da qualcuno che può capirmi e comprendere il problema e se si come risolverlo...
Grazie mille, cordiali saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
Il deficit erettivo a cause : neurologiche ormonali circolatorie prostatiche strutturali o psicogeni. Dubito fortemente che alla sua età possa esistere un danno strutturale o prostatico tale da indurre il Prearo il problema attuale . Vede pertanto di ottenere una diagnosi che sia precise e di agire in base alle cause
[#2] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dottor Cavallini,

Comprendo il fatto che devo continuare con cure specifiche indicate dal mio andrologo, ma come risolvo il problema dell'erezione? Le assicuro che non e ho mai avuto problemi di questo tipo prima di averne di questo tipo e tanto meno non penso sia un problema neurologico poiché ne ho sempre avuto risposta dal mio pene ma che purtroppo non da ottime performance di rigidità , inoltre tornando a quello che mi avete detto riguardo ad una questione ormonale potrebbe essere forse legato ad un fattore di tipo trauma al testicolo che ne abbia abbassato l'efficacia ormonale del testosterone?

Inoltre a breve dovrò fare uno spermiogramma per verificare quale sia la natura batterica che mi ha provocato questo tipo di problemi poiché il medico mi ha affermato sia un problema di prostatite che mi causa questo...

Il fatto che anche dopo aver eseguito iniezioni sottocutanee antibiotiche e brufaen 400 mg al giorno per una settimana e nonostante prendo cialis ho problemi di erezione...

Ho fatto anche esami ormonali e ho scoperto che ho la tiroidite di hashimoto che comunque non penso abbia correlazione ai problemi di erezione anche se comunque sto pendendo eutirox. Riguardo al testosterone nelle analisi è risultato 3.30mg/nl mentre gh due volte è risultato 0,04 molto basso... Ho fatto anche le analisi per gfi-1 che è 75mg/nl .

Riguardo la vena dorsale che è preoccupante il fatto che ci sia stata la scomparsa del gonfiore non ostante non abbia fatto cure e co sia stato anche peggioramento...

Cordiali saluti!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quello che dà da pensare e la complicazione cui sta andando incontro . La diagnostica del suo problema alla sua età diviene chiaro con una unica semplice visita .pertanto si evitino tutte queste farraginosità e si ottenga una unica e precisa diagnosi
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
J
[#5] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la vostra disponibilità...

Volevo solo sapere concludendo secondo una vostra opinione medica quale sia la causa?

Sta di fatto che prima seppur sono nati questo tipo di problemi, adesso e sembrato peggiorare.
Ho la sensazione che il pene si sia ristretto e sia diventato meno volumetrico sia di lunghezza che larghezza e sia per flaccidita e rigidità , infatti ho notato che il pene da flaccido abbia acquisito pelle in eccesso e questo fa pensare che si sia rimpicciolito di un po e sembra meno imponente di prima infatti sembra come una ruota sgonfia secondo leii....? Il mio medico questi dettagli non li ha notati cosa che gli faro notare io prossimamente .. Z perche problema c'è io lo vedo meno grande il pene sono sicuro...

Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il il fatto che si stia diminuendo a vista adocchio depone per un problema psicologico . Il tessuto del pene e una spugna sensibile all'adrenalina che l'ormone della paura e del freddo .quando si immerge nell'acqua fredda il pene si rimpicciolisce allo stesso modo succede quando è molto ansioso
[#7] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Ok comprendo e penso sia una cosa normale ...

Ma questo tipo di episodio e apparso come ho gia detto prima, riguardo il fatto che da quel giorno in cui o visto svanire la vena dorsale che avevo da tempo visibile sul pene gonfia e lo stesso anche riguardo al pene ... Correlato al fatto che sia la vena si è assottigliata e il pene che è meno grande del solito e gia dal giorno seguente... E d prendere in considerazione visto che non puo essere una coincidenza per altro non cosi banale...

Non penso sia la paura ma penso solo un fatto di preoccupazione che però gia da tempo ho... Considerando che non ho problemi di grandezza a mostrarmi ad una ragazza visto che ho una circonferenza fuori dal comune di 16 cm e una lunghezza sulla media che varia su i 17 cm... Quindi non e la paura che ho ... Ma la preoccupazione che ho e che mi crea ogni volta che ho un erezione e come se non bastasse ripeto sembra avermi creato problemi anche nella grandezza dopo quell'episodio allora si che ho paura ma solo da dopo.... Quindi come si puo spiegare questa cosa così all'improvviso...

Io non me lo so spiegare, e ho pensato anchio che puo essere un blocco psicologico, ma non lo è se ho la voglia di avere un rapporto e mi eccito facilmente con una donna se ci passo del tempo anche perche la maggior parte delle volte spesso e volentieri prendo quasi sempre l'iniziativa e con tanta voglia ci metto del mio fino all'ultimo ripetendo anche un rapporto fino a 7 volte di seguito e senza modestia posso dire di poter soddisfare una donna spesso e volentieri . Ma il problema che mi ostacola è dannatamente sempre quello... Se peggioro allora si che diventa un problema piu grande e mi immagino in eta avanzata... Faccio enormi sforzi per darmi un ottima erezione contemporaneamente mentre ho un rapporto... Questa cosa incomincia essere imbarazzante e indecente per un uomo se devo sempre stimolarmi anche quando ho un erezione e sono eccitato ... Erezione poi..."
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quando una spugna si strizza si strizza tutto . Cioè quando si contrae il tessuto del pene si contraggono anche le vene . Tenga presente che l'ansia è una scarpa stretta per cui uno si accorge che ansioso quando si tranquillizza
[#9] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Inefetti si capisce , è una cosa sensata ma il pene pur essendo rigido che eretto ha sempre lo stesso tipo gonfiore sempre in quella vena li ed è visibile, non si può non notare. Percio non lo vedo normale... Invece adesso che sia eretto o flaccido e svanito il gonfiore che avevo da anni... Ma non per cause teurapetiche poi hè dall'a drologo ho iniziato ad andarci dopo.

Ho sentito come un scoppio minuscolo ed è successo propio mentre ero eccitato e avevo l'erezione e da li ho avuto un cambiamento che mi porta ad avere un erezione meno rigida del solito come me lo posso spiegare... ? A meno che sia qualcosa legato all'infezione che gia avevo ?....

Ho avuto anche un erezione nottura sempre a seguire che mi ha fatto comprimere il pene perche ero rivolto verso il letto e da li sono nati sempre piu problemi per he ho visto lerezione che mi creava piu problemi e che il pene sia diminuito anche di volume in particolare il gland risponde poco all'erezione .... Quindi non comprendo se sia di natura batterica questo disagio che mi porta... E comunque mi pare di averle gia detto che l'andrologo mi ha detto di avere un varicociele .... Sara per quello lo stesso discorso della vena dorsale gonfia sul pene?
[#10] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Inoltre sto prendendo anche cialis , ma inutile considerando che ho sempre lo stesso problema, per dire una stupidagine tanto per cspirci quando ho un rapporto e riesco ad avere un erezione devo reggere con cautela la base del pene iniziale dell'asta per tenerlo dritto e non perdere l'errzione stimolandomi perche e rivolto verso destra pene...