Utente 417XXX
Salve e grazie anticipamente per il vostro tempo. Sono un ragazzo di 26 anni ex fumatore.Da circa tre mesi soffro di dolori forti e quasi costanti nella zona sinistra del petto. Questi dolori sono forti e li sento internamente e non a livello muscolare e a volte mi tira anche il braccio e la mandibola,ho anche notato che il pettorale sinistro è un po piu gonfio del destro. Sono andato 4 volte al pronto soccorso perche temevo di avere problemi cardiaci ma è risultato tutto negativo. Non contento sono andato dal cardiologo e ho fatto un ecocardiogramma che dice che è tutto regolare tranne un lieve incurvamento del corpo centrale del lembo anteriore mitralico.Invece nell ECG si riscontra una bradicardia sinusale e un blocco di branca destra incompleto.Il cardiologo mi ha tranquillizzato dicendomi che non è nulla di grave e che potevo continuare a fare sport. Ho fatto anche la prova sotto sforzo ed è risultata negativa.Continuando ad avere questi dolori forti nella zona sinistra del petto mi sono sottoposto a una mammografia ,un rx toracico e tutti gli esami del sangue . Risulta tutto negativo. Allora sono stato indirizzato a fare una risonanza magnetica al torace che ha evidenziato qualcosa dal punto di vista venoso ma che non si capiva precisamente e quindi subito dopo mi hanno fatto fare una TAC
AL COLLO CON M.D.C. e una TAC AL TORACE SENZA E CON M.D.C. l'esito dice: regolare l'opacizzazione ,il decorso ed il calibro dei vasi arteriosi compresi in esame. In fase venosa si apprezza modesta ectasia (dt 21x dap 13 mm)della confluenza succlavia-giugulare sinistra;necessario approfondire con ECO COLOR DOPPLER. Non apprezzabili formazioni solide responsabili di compressione/stenosi ab estrinseco e/o difetti di riempimento endoluminali. Regolare opacizzazione ,decorso e calibro dei restanti vasi venosi in esame. Dato che faccio sport agonistico mi hanno consigliato di sospendere per un po e mi hanno detto che molto probabilmente devo operarmi. Io sono preoccupato e ci capisco ben poco. Potreste dirmi in cosa consiste l'intervento,se è grave, ed i tempi di recupero? Grazie mille per il suo/vostro tempo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Sante Camilli
20% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentile Signore, la sua richiesta del 13 agosto u.s. ha già ricevuto probabilmente altre risposte, comunque aggiungo la mia.
La dilatazione della confluenza succlavia-giugulare sinistra in un soggetto che fa sport agonistico indirizza immediatamente verso l'ipotesi diagnostica di stenosi posizionale (ossia in determinate posizioni) a livello del passaggio costo-clavicolare sinistro (thoracic outlet syndrome), favorito forse da qualche anomalia anatomica ma causato spesso da ipertrofia di muscoli della regione (appunto, da sport). Se è così è consigliabile, prima di un intervento, una fisioterapia prolungata e paziente mirata ad allargare lo spazio costo-clavicolare sinistro (mediante esercizi di rafforzamento dei sollevatori della spalla) e anche a ridurre la massa dei muscoli ipertrofici (da identificare).
Cordiali saluti.