Utente 368XXX
Buongiorno,
Vi Scrivo per esporvi una questione che mi causa problemi da mesi.
A novembre 2015 ho subito l'estrazione dell'ottavo superiore destro con le radici che pescavano nel seno mascellare, per cui l'intervento è stato assai complicato e doloroso. Nel periodo della guarigione, la guarigione non è avvenuta in modo adeguato, in quanto si é formata una fistola con conseguente instaurarsi di una sinusite mascellare odontogena, che lo specialista maxilo facciale che mi ha operata non ha saputo riconoscere. Tralasciando questo grave aspetto, ho passato un periodo di grande dolore, finché a una visita otorinolaringoiatrica, la specialista ha guardato la tac del massiccio facciale e la dental scan e mi ha operata con una certa urgenza.
In questo periodo purtroppo ho dovuto effettuare un lungo ciclo di antibiotico in punture, rocefin, che mi ha indebolito ulteriormente le difese immunitarie. Dopodiché per un certo periodo sono stata bene. ( l'intervento l'ho fatto nel mese di febbraio, l'estrazione dell'ottavo a novembre 2015).
La fistola presente, risolta la situazione infettiva, si e chiusa da sé nell"arco di un paio di settimane.
Verso metà giugno circa, ho iniziato ad avere dei disturbi. Nell'area dell'intervento ( verso il dente settimo e nell'area di mucosa tagliata) ho sviluppato una stomatite aftosa recidivante con gengivite, che non mi è ancora guarita.
Ho consultato vari specialisti, che hanno attribuito il problema a vari fattori: alcuni a un calo di difese immunitarie, altri a una modifica della flora orale, altri a mancanza di vitamine, etc...
Ho effettuato esami ematici che hanno evidenziato solo un lieve aumento di linfociti e calo di neutrofili piú un tampone orale, risultato positivo alla presenza di saprofita.
Le cure finora effettuate spaziano dai vari colluttori ( clorexidina, stomatovis, Alovex...) , gel vari, toccature con propoli idroalcolica, sciacqui con bicarbonato, cortisone per uso tipico ( corti fluoral) più assunzione di vitamina B,C e integratore a base di bromelina e vari estratti vegetali, che mi è stato prescritto la scorsa settimana.
A distanza di una settimana dalla cura non noto alcun miglioramento, ritrovandomi a vagare alla cieca senza trovare una soluzione.
Ispezionando il cavo orale, ho notat la gengiva un po' infiammata e una macchiolina bianca fissa nell'area della mucosa sede di pregresso intervento, che mi provoca molto bruciore. Purtroppo non avendo le conoscenze mediche necessarie, non riesco a capire se è una semplice afta ( che non guarisce in alcun modo) o qualcosa di più serio, ad esempio una leucoplachia, ma l'area è molto piccola.
Sarebbe necessario procedere a una dental scan di controllo o a un prelievo bioptico per indagare la situazione?
Attendendo un riscontro,
Saluto cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Princivalle
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROVIGO (RO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile paziente dalla descrizione della storia clinica e dalla descrizione dei sintomi e dei segni ora presenti,propenderei per una aftosi orale recidivante,senza immagini della lesione stessa risulta improbabile una diagnosi certa.
Utile assumere compresse multivitaminiche associate ad oligoelementi (tipo Multicentrum),e sciaqui con collutorio a base di clorexidina allo 0,12%+ sciacqui con bentelan cprs effervescenti 0,5 due al di per 7 giorni.
se non dovesse recedere si consulti col suo odontoiatra per eventuale tampone.
Escluderei se lei non e' fumatrice, e considerata la sua eta' qualunque forma di leucoplachia precancerosa.
Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dr. Percivalle,
Al momento come integratore sto assumendo il betotal, sarebbe consigliato aggiungere il multicentrum?
In più sto facendo la cura che mi è stata prescritta dall'otorino: colluttorio stomatovis più pasta e il cicafloss, ma da soli fan poco...
Gli sciacqui con clorexidina per quanti giorni dovrei farli?
Inoltre mi sono dimenticata di aggiungere che quando il male è più intenso, applico compresse aftab o cortifluoral ( quest'ultimo purtroppo fa poco, ho sentito parlar bene del cortiascolloid, piralvex o oralmedic, non so se l'efficacia sia maggiore...)