Utente 542XXX
All'inizio del mese di luglio di quest'anno ho subito la sostituzione della valvola aortica (bicuspide) con protesi meccanica St.Jude Medical n°21. Dopo la riabilitazione di 3 settimane, 3 giorni dopo il ritorno a casa mi sono svenuto due volte nel giro di pochi minuti subendo un trauma cranico e conseguente ricovero in ospedale per una settimana. Durante questo ricovero gli accertamenti non hanno rilevato problemi cardiaci (ecocardio e ecg a posto), solo ipotensione con valori diastolici di poco superiori a 100. In seguito si sono verificati altri due episodi simili senza perdita di coscienza. In particolare il secondo, avvenuto ieri mi ha preoccupato perchè tentando di raggiungere il letto ho notato difficoltà nel camminare con sensazione di formicolio molto forte agli arti inferiori e in particolare al piede sinistro. Il tutto si è risolto molto rapidamente (2 o 3 minuti) lasciandomi soltanto una forte debolezza. Preciso che lo stato di debolezza, la sensazione di "testa vuota" durano da molto tempo, già da prima dell'intervento. Prendo Cordarone 200 (1 cpr. al giorno) e Coumadin.
A quale causa si possono far risalire questi guai?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base agli episodi da lei decritti, sarebbe utile integrare gli esami da lei praticati con un Holter ECG (per escludere eventuali tachi e/o bradiaritmie), un ecodoppler artero-venoso agli arti inferiori e ai tronchi sovraortici ed infine una visita neurologica. Fare una precisa diagnosi del suo stato non risulta facile (sarebbe stato utile anche sapere la diagnosi del ricovero ospedaliero) in quanto la sua sintomatologia potrebbe infatti avere pertinenza cardiologica (ipotensione, sincope vaso-vagale, tachi/bradiaritmie), neurologica (forme epilettiche?), vascolare (stenosi carotidee?) escludendo genesi più rare. Spero di esserLe stata d'aiuto.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Dalla sua breve esposizione non si capisce bene l'eventuale presenza di valori pressori non ottimali, poichè lei parla di ipotensione sostenendo però di avere una pressione diastolica di 100 mmHg che se cosi' fosse sarebbe invece elevata.
Se gli accertamenti cardiologici da lei effettuati fossero risultati negativi, se non ci fosse un eccesso di terapia ipotensiva potrebbe essere utile valutare la corretta scoagulazione (nel suo caso eseguita con il coumadin) perchè valori non adeguati di INR (soprattutto se troppo bassi) in caso di pazienti portatori di protesi meccaniche, potrebbero permettere la formazione di coaguli di sangue che sarebbero in grado di determinare anche sintomatologia di tipo neurologico.

A disposizione per ulteriori consulti
[#3] dopo  
Utente 542XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la rapidissima risposta.
Aggiungo quanto segue:
1) Holter ECG eseguito in data 17/7 non ha rilevato bradicardia nè tachicardia. ritmo sinusale con PR nei limiti e normale variabilità circadiana della frequenza cardiaca. Non aritmie rilevanti.
2) Ecodoppler tronchi sovraortici effettuato in vista dell'intervento: assenza si stenosi emodinamicamente significative.
3)Visità neurologica effettuata dopo i due svenimenti non ha evidenziato problemi.
4)Alla dimissione la diagnosi è stata la seguente: episodio sincopale su verosimile base ipotensiva. Precedenti episodi di fibrillazione atriale parossistica (questo nei primi giorni di ricovero presso il centro di riabilitazione cardiologica di Volterra).
5) Il valore indicativo della pressione (intorno a 100) si riferiva alla sistolica e non come da me erroneamente indicato alla diastolica.
6)In seguito all'episodio sincopale mi è stata sospesa ogni terapia ipotensiva (prendevo Triatec 5mg una volta al giorno e Xatral per ipertrofia prostatica). Questa terapia non è stata più ripresa dalla fine di luglio.
7)I valori di INR rilevati durante questo periodo sono stati nell'ordine:3.23/2.79/2.34/3.13/2.60/2.16/2.14/1.82/1.91/1.96/2.06/2.32/2.91/2.36/2.93/3.19/3.08.
Attualmente sto assumendo il Coumadin in questa sequenza:3/4 3/4 1 ripetendo il controllo ogni due settimane.

Aggiungo che al senso di notevole debolezza, testa vuota, difficoltà di concentrazione si aggiunge un formicolio alle piante dei piedi che peraltro sento da lungo tempo. Soffro di dolori alla cervicale da anni intensificatisi dopo le cadute seguite allo svenimento.
Ripeterò a giorni l'Holter ECG, l'ecocardio ed una radiografia della colonna cervicale.

Maschio 48 anni
Pratico sport (bici palestra) anche attualmente senza particolari problemi (debolezza a parte, che a volte non mi invoglia ad allenarmi). Ho praticato immersioni con le bombole e spero di tornare a farlo!

Grazie ancora per l'attenzione. Buon lavoro.


















7
[#4] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Dalle sue precisazioni, rispetto al consulto iniziale risultano episodi di fibrillazione atriale parossistica nel suo decorso postoperatorio e valori di INR non perfettamente controllati (in almeno 3 casi esso risulta inferiore a 2 che risulta essere il valore minimo di INR che lei deve mantenere). Tali fattori (associati alla presenza di una protesi meccanica valvolare aortica, predispongono tutti alla formazioni di coaguli di sangue che , le confermo, possono essere causa dei suoi sintomi.
In effetti anche i valori pressori inferiori sistolici inferiori a 100 mmHg potrebbero giustificare i suoi disturbi. I miei consigli sono dunque quelli di mantenere adeguati valori pressori (bene la sospensione del farmaco ipotensivo, ma attenzione a non determinare il fenomeno contrario ossia quelli della pressione alta) e quello di mantenere il più possibile vicino al 3 il valore dell'INR (in assenza di indicazione a mantenerlo più basso come per esempio in caso di recenti emorragie significative).

A disposizione per ulteriori consulti