Utente 420XXX
Salve gentili dottori. Sono in ragazzo di 21anni e soffro di alopecia androgenetica diagnosticatami da quando avevo circa 17anni. In questo frangente di tempo ho assunto solo prodotti topici, cercando di evitare il più possibile finasteride, in particolare per gli effetti indesiderati, letti sui numerosi forum, riscontrati dai vari pazienti. Ora, a distanza di anni, dopo aver maturato una certa criticità grazie agli studi intrapresi, ho deciso di voler assumere la compressa da 1mg prescrittami dai vari specialisti dermatologi che ho contattato nel tempo. Noto però che viene prescritta con troppa facilità da quel tipo di specialisti, che non tengono conto, a mio modesto parere, della controparte andrologica/urologica. Ed è per questo mi rivolgo a voi, medici (e forse un giorno colleghi). In base alle vostre esperienze quanto si ripercuote l'assunzione di finasteride sulla funzionalità dell'apparato riproduttore? Ed inoltre, secondo un vostro onestissimo parere, mi consigliate di assumerla o lasciar perdere? Anche perché preferisco star bene senza capelli che male con. Spero possiate darmi informazioni migliori di quelle reperibili su internet e grazie ancora per il tempo concessomi.
Cordialità e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore la Finasteride aumenta la libido nell'8% dei casi mentre provoca deficit erettile e calo della libido nell'1% dei casi. Questo a seconda di variabili individuali genetiche. Tali mutamenti sono del tutto transitori e spariscono dopo pochi giorni dalla sospensione del farmaco