Utente 237XXX
Buonasera dottori,
in un bimbo neonato (a 4 giorni da nascita) persiste un livello di glicemia intorno a 40-45 mg/dl. Il bimbo è monitorato in TIN e sono continuamente fornite dosi (penso abbastanza grandi) di glucosio. Consultando alcune informazioni su riviste accreditate, sembra che i valori che ho riportato siano "al limite" e non necessariamente indice di ipoglicemia. Mi sbaglio?
Visto che la situazione persiste da 4 giorni (cioè da quando è nato) quali sono gli scenari successivi più probabili? Problemi di metabolismo? E' possibile/probabile l'insorgenza di danni celebrali dovuti all'ipoglicemia?
Scusatemi se la domanda ha scarso contenuto "tecnico", la nostra preoccupazione al momento è molto molto alta...
Ringrazio anticipatamente per la consueta disponibilità
Porgo cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, il fatto che il bimbo sia monitorato presso una struttura idonea la deve innanzi tutto tranquillizzare. I valori glicemici, in effetti sono al limite, essendo i valori diagnostici di ipoglicemia neonatale <40 mg/dl nel neonato a termine e <30 mg/dl nel prematuro (neonato pretermine).
Sarebbe opportuno individuarne la causa, cosa che certamente i Medici che l'hanno in cura, avranno già fatto.
Il basso peso alla nascita (Very Low Birth Weight) e le conseguenti riserve di glicogeno ridotte o l'iperinsulinismo, frequente nella madre diabetica, sono le cause più frequenti.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,
ringrazio per la consueta pronta disponibilità. Nel precedente post avevo in effetti omesso alcune informazioni:
- il bimbo è nato nel corso della 37a settimana con peso nell'ordine di qualche punto centile (meno di 10).
- la madre non è diabetica, non ha purtroppo eseguito la curva glicemica durante la gravidanza
- dalle analisi effettuate durante la gravidanza il livello di glicemia della madre risultava sempre nella norma
- nel bimbo, i valori di insulina sono via via migliorati abbassandosi, ma presumibilmente andranno rivalutati ai prossimi eventi di ipoglicemia
A 3 settimane e mezzo dalla nascita la situazione attuale è la seguente: da circa 1 settimana non viene più fornito glucosio, i livelli glicemici che si raggiungono con il solo latte (alimentazione continuativa di circa 1-1,5 ore e successiva pausa di 1-1,5 ore) non sono però soddisfacenti mostrando un valore medio intorno a 55 mg/dl con "picchi" di riduzione talvolta intorno al valore di 40 mg/dl o poco meno.
Non vi è ancora una diagnosi certa.
E' possibile che si tratti di un problema (iperinsulinismo/ipoglicemia) transitorio oppure, dato il notevole dilazionarsi dei tempi di recupero, è più probabile un problema congenito? In questa ultima ipotesi, si tratta di una situazione risolvibile (almeno parzialmente) sebbene nel lungo periodo? E' alta la probabilità che il bimbo manifesti disturbi (legati a danni a carico del SNC) durante la crescita?
Cordiali Saluti