Utente 378XXX
Buongiorno a tutti,

giorno 11 agosto, scivolando su un gradino sono caduto di "sedere" e ho sbattuto la zona dell'osso sacro, dolore intenso ma sono riuscito a rimettermi in piedi, ho ripreso la mia attività pur avendo fastidi (impossibile dormire supini, difficoltà nel fare alcuni movimenti , sollevare pesi).

Visto il periodo dell'anno, ho rimandato un eventuale radiografia fino ad oggi, ho effettuato una radiografia lombosacrale con questo esito:

Atteggiamento scoliotico ad arco sinistro convesso con fulcro sul L3.
Note spondiloartrosiche diffuse.
Riduzione di spazio intersomatico tra L4-5-S1 a carattere discopatico.
Non si rilevano lesioni osteolitche a focolaio.
Parziale sacralizzazione di L5.

Il referto non mi sembra strettamente attinente alla mia caduta, ma più a problematiche generiche e abbastanza comuni, ma non sono un esperto e il mio medico curante è in ferie. Il punto è che a distanza di quasi due settimane i dolori e i sintomi persistono tutti, e vivo con una pomata a base anti infiammatoria e due pastiglie di depalgos al giorno.

Trovo sollievo solamente sdraiato di lato oppure a mare (galleggiamento) o sulla sabbia sdraiato di lato.

Aggiungo che sono alto 1.83 e peso 135 kg.

Cosa potrei fare, e da cosa può dipendere questo continuo dolore?

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
4% attualità
4% socialità
VALLEDORIA (SS)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
L'esame non ha evidenziato fratture dovute alla caduta ma una patologia cronica della colonna lombare con scoliosi , artrosi e probabilmente delle discopatie.
La caduta ha accentuato una condizione patologica pre-esistente.
Per adesso è necessario riposo e poi si faccia seguire da un ortopedico oltre a fare un programma dietetico e sportivo per perdere peso.