Utente 348XXX
Salve devo fare analisi Aldosterone ortostatico sono in cura con tenoretic e bifril per ipertensione , volevo sapere se questi farmaci possono falsare i valori dell Aldosterone e se si come fare? Il mio problema e che in posiziona ortostatica la pressione tende ad essere superiore alla media nonostante la cura , al contrario in posizione clinostatica è sempre normale . Volevo un parere ed un eventuale Consiglio grazie-

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se deve fare il dosaggio dell'Aldosterone è assolutamente necessario interrompere l'assunzione di entrambi i farmaci, che con meccanismi differenti possono interferire con i risultati.
Per quanto attiene al Bifril può interromperlo rapidamente non provocando fenomeni di rebound.
Per il Tenoretic, contenendo atenololo (mi pare che lei assuma il 100/25), deve effettuare una sospensione più graduale riducendo la dose in circa sette - dieci giorni perchè altrimenti avrà disturbi.
Dopo la sospensione dei due farmaci attenda altri sette giorni e poi faccia pure i prelievi.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie doc.......lei è sempre preciso e chiaro .Cmq i,l tenoretic mi è stato abbassato a 50 +12,5 ed il bifril da stamane devo fare 15 mg mattina e 15 mg sera in mezzo a queste 2 somministrazioni il tenoretic alle 16 , non ho potuto assumere il tenoretic di mattina in quanto mi dava molte difficoltà sul lavoro. Di mattina è sempre controllata bene anche sul lavoro , di sera invece tende sempre ad essere alta per questo motivo il Cardiologo ha detto di dividere il Bifril mattina e sera . Gradirei un suo parere Grazie Doc.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Le ho detto che cosa io personalmente penso dello Zofenopril.
Una riesumazione per sfruttare la brevettualità che in tempi di crisi fa sempre comodo.
Ora il brevetto è scaduto ma l'Azienda lo presenta come la panacea di tutti gli accidenti cardio - cerebrovascolari a causa di un gruppo SH, che aveva anche il Captopril, e che può dare problemi immunitari. Ma che viene presentato ai medici come un potente antiossidante.
Ad ogni modo se lei prende Atenololo, diuretico, e Zofenopril insieme è logico che la mattina può avere astenia.
Parli con il suo medico: io le consiglierei l'Atenololo, o altro beta bloccante con dosaggio più modulabile, al mattino e SENZA DIURETICO e a pranzo lo Zofenopril.
Che la coprirebbe anche nel pomeriggio.
Ovviamente senta il suo medico che la conosce molto più di me e l'ha visitata.
Inoltre lei cambia troppo spesso terapia: non è un atteggiamento clinicamente valido. Si comincia dal basso per aumentare non dall'alto per ridurre e frazionare.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie doc .
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Egr. Dott Oggi vado dal medico per chiedergli se sarebbe il caso di abbassare o togliere il diuretico la informerò , potrebbe spiegarmi perchè quando misuro la pressione delle volte il battito si sente forte è chiaro , altre volte appena percettibile al fonendoscopio da cosa dipende? Grazie
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei ha scelto la tecnica di misurazione della P.A. che richiede più esperienza.
Se ha un apparecchio con il fonendoscopio incorporato, può essere che quando avvolge il manicotto intorno al braccio o lo mette troppo stretto, e questo impedisce alla membrana della testina del fonendo di vibrare a dovere, o a volte la membrana medesima non capita esattamente sull'arteria.
Se ha un apparecchio con fonendoscopio separato membrana e testina vanno poste nella fossa antecubitale leggermente verso l'nterno (con il palmo della mano in posizione anatomica cioè rivolto in alto) e non devono avere nessun contatto con il manicotto, pena la comparsa di rumori parassiti che rendono difficile per un non addetto ai lavori la percezione dei toni di Korotkov.
Infine il manicotto deve essere circa 1dito e mezzo sopra la fossa antecubitale e non troppo stretto: un dito deve poter passare sotto con facilità.
Si alleni.....
Saluti e buona giornata.
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Doc lei è una persona speciale ha tanta pazienza ed è di una chiarezza e competenza unica. Grazie Ancora.
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
di nulla.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Egr Dott volevo aggiornarla , sono stato dal Medico il quale ha detto di continuare un altra settimana con Tenoretic 50 se continuassero i Problemi di Astenia mi ha detto che passeremo al Tenoretic mite , poi mi ha prescritto RELAXI compresse una ogni sera , volevo un suo parere su Tenoretic Mite , e se la melatonina puo avere interazioni o dare problemi con i beta bloccanti. Grazie .
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La melatonina fa molto bene a chi la produce, a chi la vende, talvolta anche a chi la prescrive. Non serve certo a controllare la pressione arteriosa e a portarla a target.
Per quanto riguarda la sua terapia antiipertensiva non capisco questo essersi incaponiti sull'Atenololo, che tra l'altro ha una farmacocinetica che prevede due somministrazioni al giorno, quando ci sono beta bloccanti più tollerati e più efficaci.
Personalmente, provenendo dalla scuola di Ipertensivologia della Prof. Anna Pirrelli, sono contrario all'uso dei tiazidici tranne in situazioni particolari.
Potrebbe semplificare la sua terapia associando un beta bloccante come il bisoprololo ( a dose starter di 5 mg al mattino) e un calcio antagonista come la Amlodipina iniziando con 5 mg nel pomeriggio verso le 16 - 17.
Abbandonando quindi l'uso del diuretico, bevendo molto e mangiando scipito.
Se dopo 15 gg la sua pressione non è ancora a target può assumere di entrambi i farmaci le dosi piene (10 mg) negli stessi orari e avere la pazienza di aspettare almeno 20 gg.
Questi "exprerimenta in corpore vivi" terapeutici francamente non li capisco.
E' chiaro che è assolutamente indispensabile che la terapia di cui sopra sia valutata e avallata dal suo medico che la conosce e la visita, anche perchè non deve essere considerata in nessun modo una prescrizione terapeutica.
Buona serata,
Vincenzo Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Doc lunedi ho appuntamento con il cardiologo gli esporro di passare al bisoprololo ed al calcio antagonista anche perchè ho ritirato le analisi l unico sballato è Azotemia a 60 mg con creatinemia normale il mio medico di base ha detto che è colpa del tenoretic perche un mese fa cge assumevo lobivon e l azotemia era nella norma, aspetto un suo consiglio . Grazie .Cosa ne pensa dell Azotemia a 60?
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Penso che siano gli effetti combinati del diuretico e della sua abitudine di bere poco.
Deve bere almeno 2,5 lt di acqua nella giornata e tanto più quando faceva caldo e assumeva il Tenoretic.
Una cosa si è capita: il suo medico di ipertensione ci capisce quanto io di filatelia!
Controlli l'azotemia tra 15 gg
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie doc sono sfiduciato e depresso .
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E perchè?
Non ha mica una malattia incurabile.
Suvvia, troveremo il rimedio. Ma non mi cada in depressione.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#16] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Leggo che c e molta confusione anche tra voi medicitalia riguardante il tenoretic chi dice che dura 24 ore chi dice 12 ore il mio medico dice 24 ore la cardiologa lo stesso il farmacista lo stesso e questo è solo la durata terapeutica di un farmaco figuriamoci l effetto terapeutico .La ringrazio per la sua disponibilità grazie di cuore.




[#17] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
se lei sente mille pareri medici, compreso il Farmacista, non curerà mai bene la sua ipertensione.
In MI+ ovviamente ognuno la pensa in modo diverso, in scienza e coscienza, e sulla base dell'esperienza che ha maturato nei decenni.
Il risultato è che lei nonostante tutte le alchimie che le sono state fatte, non ha una pressione a target.
Poi, in tutta onestà, di quello che dice il suo curante, la cardiologa, il farmacista e il vicino di casa personalmente non mi interessa.
Se tutta questa gente si basa sul bugiardino non ha capito che l'emivita dell'Atenololo è di appena sei ore e pur ipotizzando il tempo di distacco della molecola dai recettori Beta 1 di altre 6 ore, il paziente non è coperto efficacemente per più di 12 ore.
Che la ditta scriva che è efficace per ALMENO 24 ore, fa ridere gli adetti ai lavori..... competenti.
Ma queste sono raffinatezze che non tutti apprezzano o capiscono.
In ogni caso lei non può fare la spoletta tra il medico di base, la cardiologa, il farmacista e MI+.
Si affidi ad un cardiologo valido e di consolidata esperienza nella terapia dell'ipertensione e si faccia curare.
Buon sabato,
Dott. Caldarola.
[#18] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie doc .