Utente 879XXX
Buongiorno.
Ho quasi 41 anni ed vrei bisogno di un parere sugli esiti del mio spermiogramma, che ho effettuato per valutare la capacità procreativa.

Gli esiti sono questi (fra parentesi i valori di riferimento del laboratorio che ha eseguito le analisi):
Intervallo fra raccolta ed inizio analisi: 30 min
Astinenza: 3gg (2-5)
PH: 7,4 (7,2-8,0)
Volume: 3,5 ml (>2)
Aspetto: normale
Fluidificazione: Completa
Viscosità: normale

Concentrazione:
35 milioni/ml (>20)
122,5 per ajaculato (>40)

Motilità (rapidi + lenti: >50%; rapidi: >25%):
Progressivi rapidi: 15% dopo un'ora, 18% dopo due ore
Progressivi lenti: 37% dopo un'ora, 43% dopo due ore
Non progressivi: 22% dopo un'ora, 10% dopo due ore
Immobili: 26% dopo un'ora, 29% dopo due ore

Morfologia (>15% di forme normali):
Normali: 11%
Anormali: 89%
Difetti testa: 35%
Difetti collo o intermedio: 17%
Difetti coda: 14%
Droplet citoplasmatico: 0%
Anomalie complesse: 23%

Mar test: negativo (negativo o <50%)
Vitalità spermatica (>75%): non eseguita, in quanto gli spermatozoi immobili sono <50%
Agglutinazioni spontanee (<5%): non presente

Cellule non spermatiche
Cellule germinali: 4milioni/ml (<5milioni/ml)
Leucociti: 0,5 milioni/ml (<1milioni/ml)
Cellule di sfaldamento: assenti
Eritrociti: assenti
Cristalli: assenti
Batteri: assenti
Corpuscoli prostatici: assenti
Altre: assenti

NOTE: I dati dei singoli parametri devono essere considerati globalmente. I valori al di fuori degli intervalli di normalità riportati non devono necessariamente essere considerati in contrasto con la capacità fertilizzante.

Dunque, nella mia ignoranza, non mi pare uno spermiogramma disastroso, ma vorrei un parere da un “addetto ai lavori”.

In particolare non capisco alcune cose:
che significa il parametro di normalità della motilità? Ovvero: deve essere “rapidi > 25%”, ma è da intendersi la somma dei due valori (dopo un’ora e dopo due) o si riferisce solo al valore ad un’ora?
In quest’ultimo caso, avendo io un parametro del 15%, si configurerebbe una astenospermia?

Altra cosa: il valore di 11% di forme normali, quanto è preoccupante?
Ovvero: basta a classificarmi (scusi la schematicità, lo so che il referto va letto nel suo complesso, ma è per orientarmi un minimo) come tetratospermico?
E, se si, di che grado?

Curiosità: che significa droplet citoplasmatico: 0%?

Ci sono delle cure, secondo voi, per migliorare i valori “fuori parametro” del mio referto?

Vi ringrazio infinitamente per l’opportunità di questo dialogo.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,lo spermiogramma permette unicamente una valutazione statistica del potenziale di fertilita' di un uomo.I numeri e le percentuali vanno correlati al tempo da cui la coppia cerca figli,dalle condizioni ginecologiche,e,principalmente,dalla diagnosi andrologica.Tornando alle domande poste,indubbiamente il Suo seprmioramma presenta delle alterazioni qualitative (motilita' e morfologia degli spermatozoi) che potrebbero ostacolare una fecondazione e,successivamente,una gravidanza.
Il dropplet citoplasmatico e' una conformazione dello spermatozoo immaturo.Per un'eventuale terapia,considerando che ha 41 anni,una visita androloica si impone,anche al di fuor del problema della fertilita'.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 879XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dottore,
La ringrazio per la tempestività e la precisione della Sua risposta.
Un'ultima domanda: quindi devo pensare a quel "dropplet citoplasmatico 0%" come ad un fattore positivo o negativo?

Ancora grazie mille