Utente 320XXX
Salve Dott..
Mi chiamo Alessandro è ho 25 anni, sono 5 anni che soffro di extrasistole, mi sono fatto: ecocuore, ecg, holter, ecg da sforzo, risultati tutto normale , il mio dottore mi ha fatto fare la gastroscopia e mi hanno trovato l'ernia iatale ereflusso gastroesofageo, e quindi lui mi ha detto che sicuramente sono dovuti dallo stomaco, ma secondo me mi sembra un po strano.
perciò mi sono rifatto l'holter e questi sono i risultati:

Prematurità SVPB: 25% Pausa: 2000 ms Tachicardia: 120 BPM
Slivellamento ST: 200 uV RR Lungo/Pausa: tutti i battiti Bradicardia: 50 BPM
Sottoslivellamento ST: 100 uV Pause escluse dalla F.C. : No Minima Tac./Brad. : 3min, o s

Totale QRS: 123965

Report Freq. Card. : episodi di tachicardi/bradicardia:
F.C. Min. : 43 alle 05:03:38 tachicardia più lunga: 0:07:30, 153 BPM med alle 20:13:16
F:C: Max. : 180 tachicardia più veloce: 0:07:30, " " " " " "
F.C. Media: 87

Battiti Sopraventricolari: Battiti Ventricolari :
F.A (Durata%)/Max.freq.media: (0%)/ 0 BPM
Singoli: 4041 Singoli: 0
Coppie: 0 Coppie: 0
Runs: 0 Runs: 0


totale: 4041 R su T: 0
totale: 0
Pause:
RR più lungo: 1,67 sec alle 03:52:30 *RRs> 2,0 sec: 0
Commento:
-ritmo sinusale costante, alla Fc media di 87 bpm
-Fc massima pari a 180 bpm durante esercizio fisico
-FC minima pari a 43 bpm durante riposo notturno
-4041 battiti ectopici giunzionali isolati
-non turbe della conduzione
-non anomalie della ripolarizzazione indicativa di ridotta riserva coronarica.
Conclusioni:
esame positivo per extrasistole giunzionale frequente, non correlata con lo sforzo, che si accentua nelle ore successive ai pasti principali,in particolare dopo il pasto serale con incremento persistente durante riposo notturno- non evidenza di modificazioni patologiche del tracciato in corrispondenza del sintomolamentato ( sensazioni di extrasistole)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Credo di non aver capito la domanda....
Dalle conclusioni dell'Holter ECG lei ha frequenti extrasistoli giunzionali, classificabili come sopraventricolari, meno frequenti di quelle atriali o ventricolari ma non più pericolose.
Le medesime vengono messe in relazione con i pasti e accertato che lei ha una MRGE con ernia iatale da scivolamento dovrebbe curare bene questa condizione. Il che significa farmaci adeguati, dieta adeguata, elevazione della testata del letto in anti trendelemburg, che è una misura molto efficace, e evitare abbigliamento molto stretto in vita.
Per quanto riguarda la terapia soppressiva poichè non ho visto il tracciato e non so se siano retrocondotte agli atri, nè viene detto nulla al riguardo, faccia vedere l'Holter al suo aritmologo che sicuramente le darà la giusta terapia sintomatica.
Presuppongo che Lei abbia fatto un ecocardiogramma color doppler e un test da sforzo al cicloergometro o al tappeto rotante e tutto sia nei limiti.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
salve dott.
si ho fatto ecocardiogramma color doppler e un test da sforzo ed e tutto nella norma però ripeto non riesco a spiegarmi queste extrasistoli.
quindi secondo voi e possibile k provengano dall'ernia?