Utente 421XXX
Gentili dottori,

Da circa tre mesi avvertivo sporadiche fitte, soprattutto alle mani (dita e dorso) e ai piedi, ma anche talvolta agli atti superiori e inferiori. Essendo un po' ipocondriaca mi spaventavano molto e a volte pensavo all'esordio di malattie importanti, ma mi rassicuravo per il fatto che mi capitava di rado.
(Nel frattempo si sono aggiunte difficoltà digestive -peso allo stomaco, al petto e alla pancia circa ogni giorno, più o meno forte- curato dal mio medico senza successo con riopan, problema che ho ancora; e candida vaginale che ora sembra risolta, qualora queste info possano essere utili)
Da circa tre settimane invece queste fitte sono diventate continue, e si sono estese anche ai muscoli (? Non so se siano i muscoli a farmi male... forse i tendini? O i nervi? O le articolazioni..?) più prossima li, sempre sugli arti ma ora anche sul collo a volte e una volta anche al padiglione auricolare. Talvolta sento anche dei formicolii, dei punzecchiamenti (?) o ho la sensazione di aver colpito il gomito contro uno spigolo.
Mi rivolgo a voi in quanto il mio medico di base ha liquidato la questione dicendo che sono problemi al microcircolo e tanti saluti, senza avere uno straccio di dato in mano e senza darmi nessuna soluzione.
io ho provato a
- prendere un paio di volte l'oki
- farmi fare un massaggio
- prendere degli integratori di K e Mg
Per vedere se migliorasse ma non è cambiato nulla.
Ora sono seriamente preoccupata e non riesco a stare serena, tra l'altro essendo ipocondriaca (e lo studio non aiuta)penso subito a patologie gravissime.
Ci sono cause più banali rispetto a quelle catastrofiche a cui penso? Cosa devo fare e a chi posso rivolgermi per venirne a capo?

Grazie se vorrete rispondermi
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Personalmete comincerei dal cercare di comprendere le strutture dalle quali origina la sintomatologia descritta. Questo perchè le cause potrebbero essere molto diverse nel caso le sensazioni derivassero dal tessuto muscolare piuttosto che dalle strutture articolari. E' quindi importante ricorrere ad una visita clinica accurata seguita al bisogno da esami ematochimici e/o strumentali mirati da richiedere se necessario. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille per la celere risposta e per la disponibità!
Farò la visita a breve... sono molto preoccupata
Un caro saluto
[#3] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Vedrà che andrà tutto per il meglio ;))