Utente 421XXX
Salve, ho 31 anni e possiedo alcuni campioni di caverject da 20ug a doppia camera e altri in polvere-solvente da ricostituire sempre da 20ug. Non ho nessun problema la sotto e non ho provato mai nessun medicinale di questa categoria ma li vorrei usare in alcune occasioni.
Prima di fare la prova ho bisogno di chiarire alcuni dubbi: è vero che non hanno effetti collaterali sulla circolazione per il bassissimo dosaggio di principio attivo, posso stare tranquillo?
Penso che per me siano troppi anche 5ug ma dovrebbe essere semplice iniettare solo 1/4 di soluzione e dovrebbe essere meno doloroso visto che la quantità di alcool benzilico presente nel solvente è la stessa per tutte le concentrazioni... si può fare?
Le dosi usate parzialmente, dopo aver pulito l'ago con alcool e cotone, possono conservarsi in frigo a +4° per qualche giorno o non hanno più effetto?
Ultima cosa molto importante è trovare la minima dose efficace, essendo difficile iniettare 1/20 di soluzione ci provo comunque o diluisco in un'altra siringa 1/4 di soluzione con altra acqua batteriostatica per poi prelevarne 1/5 di quest'ultima?

Sui fogli illustrativi c'è scritto di non usare soluzioni diverse ma non so come fare le prime iniezioni da 1 e 2 ug. Sono domande strane ma spero che possiate darmi delle risposte grazie e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la deontologia professionale,impedisce ad un medico di formulare o assecondare iniziative che possano essere autogestite dal Paziente.I potenziali effetti collaterali dell'alprostadil intracaversoso,dalla erezione prolungata,priapismo e cavernositi,possono essere evitate solo se si fa riferimento diretto allo specialista,come la Legge prevede.Cordialità.