Utente 326XXX
Buongiorno, ho 58 anni, sono stato riconosciuto dall'inal affetto da malattia professionale asbesto correlata nel 2015, con seguente diagnosi, sospetta BPCO, LIEVE DEFICIT VENTILATORIO, con un punteggio di 12%.
Ho usufruito dei benefici previdenziali.
Sono in cura da un pneulmologo in ospedale, la sospetta BPCO... E' accertata ad oggi,
il lieve deficit ventilatorio , e' stabilmente MEDIO... dalle spirometrie.
Ho eseguito la TAC IN DATA 22/08/2016 , si legge: Aspetto a vetro smerigliato del parenchima polmonare bilateralmente evidente, piu' pronunciato in sede medio basale.
Volevo gentilmente chiederle , se le basi per richiedere aggravamento all'inail le ritiene sono giuste e motivate
e se puo' darmi in linea di massima di quale punteggio posso aver diritto.
Cordiali saluti
Piva Roberto
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno,
una valutazione sensata del possibile aggravamento non è possibile senza un confronto diretto degli accertamenti radiologici e delle spirometrie effettuate.
Da quanto descrive un peggioramento c'è stato, come è inevitabile in tutte le forme di asbestosi.
Anche se l'INAIL dovesse riconoscerlo, non si aspetti grandi miglioramenti: un paio di punti di % di invalidità o giù di lì...

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.
Spero di avere un punteggio maggiore, considerando il minimo che mi hanno dato(12%) nel riconoscimento iniziale,nel 2014.
Cordiali saluti