Utente 199XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un Vostro parere per un problema di varicocele.
Mio marito è stato operato 18 mesi fa per varicocele (non ci è stato detto di che grado), abbiamo fatto diversi spermiogrammi a distanza di mesi che hanno dimostrato sempre dati scoraggianti per una gravidanza.
Il primo spermiogramma, fatto dopo aver riscontrato il varicocele, presenta:
- giorni astinenza 3
- vol 2,5 ml
- col biancastro
- viscosità normale
- ph 7,8
- leucociti 1.000.000/ml (vn <1.000.000 /ml)
Concentrazione per ml
- Progressiva 0,1 milioni/ml
- non progressiva 0,8 milioni/ml
- assente 1,3 milioni/ml
motilità
-progr veloce 0,1 milioni/ml
- progr lenta 0,0 milioni/ml
- non progr 0,8 milioni/ml
- immobili 1,3 milioni/ml
spermatozoi vitali 58%
normali 5,9%
diagnosi: Oligozoospermia e astenozoospermia
Dopo sei mesi dall'intervento, abbiamo ripetuto diversi spermiogrammi nei quali risultava addirittura che non si riusciva ad eseguire il test.
"ogni 4-5 campi microscopici si nota uno spermatozoo dotato di motilità debole o locale. Il conteggio è impossibile o quanto meno impreciso dato il non costante riscontro di spermatozoi nei campi di osservazione. Per lo stesso motivo è impossibile allestire un vetrino per la valutazione morfologica, anche se all'osservazione a fresco, i rarissimi spermatozoi osservati appaiono profondamente alterati nella loro forma.
Gli esami sono stati tutti effettuati in un noto centro di medicina della riproduzione di Palermo.
Spaventati dalla situazione apparentemente degenerata siamo tornati dal dottore che ha eseguito l'intervento di sclerotizzazione del varicocele, il quale, con molta calma, ha detto che l'intervento è andato bene, i dolori che mio marito accusava (e accusa tutt'ora) sono normali, si è limitato a palpare per due secondi la zona interessata e non ha eseguito nemmeno un'ecografia o eco color doppler.
Ci siamo subito rivolti ad un centro di fecondazione assistita dove hanno eseguito un nuovo spermiogramma dopo solo un giorno di astinenza:
- volume 2ml
- aspetto giallastro
- ph 8
- n. spermatozoi 6.000.000
- mobili prog rapidi 0%
- mobili prog lenti 26%
- mobili in situ 12%
- immobili 62%
- motilità 38%
morfologia normali 6%
Diagnosi: Oligoastenospermia.
Fecondazione effettuata ICSI con selezione con acido ialuronico
Trasferiti 2 embrioni di I e II grado.
Test gravidanza negativo
Secondo centro di riproduzione assistita (abbiamo eseguito tutti gli esami per una nuova ICSI), una nuova visita andrologica durata nemmeno 10 secondi. L'andrologo ci ha detto che ormai questa è la situazione che si può tentare solo una terapia ormonale per tre mesi, ma la situazione potrebbe rimanere invariata.
Ora vorrei sapere come deve essere eseguita una visita andrologica per capire effettivamente la situazione in cui si trova mio marito, perché quelle sostenute fino ad ora ci hanno lasciato parecchie perplessità...l'ultima non ci siamo nemmeno resi conto di averla fatta... e mio marito continua ad avere dolori.
Attendo Vostro parere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,probabilmente,non era il caso di ricorrere alla sclerosante...Non ci trasmette i valori dei dosaggi ormonali ne' l'esito degli esami genetici e molecolari.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la Sua risposta.
Di seguito i valori richiesti:
FSH 5 mUl/ml - valori rif da 1,40 a 18
LH 2,40 mUl/ml - valori rif da 1,50 a 10
Prolattina HPRL 4,60 ng/ml val rif da 2,80 a 17,70
Testosterone totale 508,02 ng/ml val rif da 241,00 a 827,00
I dati soprariportati (valori ormonali risalgono al 08/01/2015, dopo di allora non ci sono stati più richiesti)
-----
Esami eseguiti per fecondazione assistita:

G6PDH: 13,8 U/g Hb Normocitemici 9 - 14,5
Volume corpuscolare medio 86 fl val rif 80 - 99
Emoglobina 15,40 g/dL val rif 12 - 18
---
Talassemia: Lo studio non ha messo in evidenza lo stato di portatore sano di talassemia o di emoglobinopatie.
----
VDRL Non reattivo
TPHA Negativo
---
HAV - IgG antic Epatite A 5,9 Val rif positivo > 20 mIU/ml
HAV-IgM antic Epatite A 0,07 Val rif Non reattivo: <0,8
HCV ricerca anticorpi Non reattivo
HBsAg Non reattivo
HBsAb >1000 mUI/ml val rif Presenza HbsAb: >10
HBcAb (IgG+IgM) Non reattivo
HBeAb Non reattivo
HBeAg (Antigene e epatite B) Non reattivo
HIV I/II Ab Non reattivo
---
Cariotipo metafasi linfocitarie: n° metafasi analizzate 30, n° colture allestite 2, bandeggio GTG e CBG, risoluzione bandeggio 500 bande, Risultato 46,XY, commento: cariotipo maschile
-----
Biologia molecolare:
Estrazione del genoma da sangue periferico Eseguita
Fibrosi cistica gene CFTR (ricerca 38 mutazioni)
Esito: L'analisi molecolare non ha evidenziato nessuna delle mutazioni sotto elencate: Poliformismo del T 5T/7T
(segue una tabella con 39 mutazioni investigate)
----
Cromosoma Y microdelezione Esito: Assenza di microdelezioni
---
Elettroforesi delle Emoglobine
Hb A 96,9%
Hb A2 3,1% Valori normali % 2,0 - 3,2

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che l'unica strada razionale sia quella della PMA.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la Sua risposta Dottore. Concordo su pma, infatti come dicevo nei precedenti post, abbiamo già fatto una Picsi che è andata male e ora siamo in attesa di un nuovo tentativo. Però a mio marito non viene effettuata una visita andrologia che dia spiegazione sul perché continua ad avere dolori dove ha avuto l'intervento di varicocele.
Quello che chiedo io, in questo caso, come dev'essere effettuata una visita per capire cosa provoca questo dolore a mio marito? Che esami bisogna fare?