pene  
 
Utente 392XXX
Gentili medici purtroppo mi trovo in una situazione tale da dover effettuare, tra poco più di un mese, un intervento di falloplastica a causa delle ridotte dimensioni del mio pene . L' intervento sarà effettuato tramite metodo " Alei " , ossia taglio del legamento sospensore e inserimento di distanziatore pubo cavernoso per quanto riguarda la lunghezza e utilizzo di materiale derma porcino liofilizzato , cosiddetta tecnica " intexen " per ciò che concerne la circonferenza . Siccome manca poco all ' intervento inizio ad avere preoccupazioni e perplessità anche a causa del fatto che leggo molti pareri discordi tra voi medici su questo sito circa la falloplastica . Qualcuno potrebbe darmi delucidazioni al riguardo ? Ossia questa tecnica alei e ' sicura come mi è stato detto oppure presenta rischi importanti ? Inoltre volevo sapere se esistono tecniche magari meno invasive da prendere in considerazione ...il chirurgo mi ha fortemente rassicurato ma desideravo avere un vostro parere . Grazie infinite

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non esistono al momento tecniche chirurgiche di "falloplastica" sicure e tutte presentano potenziali ed importanti effetti collaterali.

Ridiscuta ora il suo problema e l'eventuale indicazione ricevuta con il suo andrologo di riferimento; nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html

Un cordiale saluto.