Utente 421XXX
Salve,
scrivo per una compliazione in seguito al morso di un gatto, in data 23 giugno, al pollice della mano, su polpastrello e appena sotto unghia; la ferita sembrava guarire, rimaneva il poltastrello un poco goonfio e dolorante facendo pressione; in dataa05/08,si manifesta dolore acuto e gonfiore; in data 10/08 mi viene prescritto antibiotico acido clavulanico e amoxicillina+pomata aureomicina; il 17/08, con gonfiore aumentato, vengo incisa per far fuoriuscire pus + lavaggio con fisiol e microzaffo; coltura miceti ed asame colturale negativa;ad oggi e molto meno gonfio,dolore se premo punta del dito contro superficie, ma non riesco a flettere completamente il pollice; sto continuando terapia antibiotica; l'ortopedico mi prescrive antbiotico ciprofloxacina in aggiunta, piu esami pcr, ves e emocromo; la radiografia evidenzia rarefazione ossea falange distale I raggio con profilo corticale a tratti cancellato; forse fare scintografia;

cercavo un parere esperto in merito all'opportunita di assumere nuovo antibiotico, e per quanto, quanto prosegurie oon amoxicillina;
mi potro attenere aai risultati delle analisi sangue per capire se continuare visite o ritenere in fase di guarigione?

Sono nuova, spero che possiate rispondere al piu presto

Grazie infinite!!

Daniela

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

la questione non è tanto chirurgica, quanto di pertinenza dell'infettivologo.

Dovrebbe rivolgere il suo quesito in quella sezione.

Buona serata.