Utente 145XXX
Buongiorno. So che spesso si affronta questo tema, pertanto mi scuso, ma sono preoccupata per due dei miei figli che da 20 anni prendono statine oer una ipercolesterolemia congenita. Sono entrambi normo peso, non ipertesi. Da qualche mese, il maschio assume prodotti Herbalife con cui ritiene di mantenere i valori del colesterolo nella norma senza utilizzare statine. L'altra figlia ha sospeso da circa tre anni le statine a causa di due gravidanze e conseguenti allattamenti. Ora, sospeso l'allattamento, le ho consigliato di controllare il colesterolo e il risultato è stato di 385. So che non ama l'idea di riprendere a vita le statine con cui riusciva più o meno a tenere sotto controllo i valori, non vorrei che si rivolgesse anche lei a questi integratori di dubbia efficacia, se non di provata nocività. Inoltre, proprio questa figlia è stata in fin di vita, in tarda adolescenza, per anoressia psichica.
Ho motivo di preoccuparmi? Vorrei argomentare il mio dissenso, già espresso consigliando una visita cardiologica ad entrambi.
Ci sono prove scientifiche che rassicurano sull'efficacia di questi prodotti o sono solo frutto di mode di stili di vita che, tra qualche lustro esprimeranno conseguenze negative sulla salute di chi li ha assunti? Non è meglio adottare una sana dieta? ovviamente coniugata con i tradizionali farmaci?

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Valori cosi elevati di colesterolemia debbono essere trattati con statine.
lerche non dipendono molto dalla dieta, ma dal fatto chenper motivi genetici il fegato produce piu colesterolo del normale.
quindi non ci sono rimedi della nonna o prodotti herbalife che tengano.
chi assume statine ha il 30 per cento in meno di possibilita di essere vittima di infarto e meno 28 per cento la possibilita di rimanere paralizzato da un ictus.
non si scherza su queste cose

arrivederci

cecchini