Utente 880XXX
Buongiorno,
sono a chiedervi un consiglio. da circa 1 mese e mezzo presento:
- alcuni (1 in particolare) linfonodi inguinali gonfi;
- ulcera alla base del glande ..non so come spiegarla correttamente...è un rigonfiamento rossastro, piuttosto duro, visibile a pene e glande "scoperto" , posizionato sull'attaccatura del glande
A detta visita non hanno confermato con certezza, ma hanno detto che è possibile si tratti di Sifiloma e quindi di uno stadio di inizio di Sifilide. Qui il primo dubbio: leggendo sui forum di internet, leggo che il Sifiloma primario, che in questo caso sarebbe questo gonfiore alla base del glande (scoperto), rimane per circa 30-50 giorni..in realtà, tale sintomatologia è presente da oramai 1 mese e mezzo...
Qualcuno può dirmi cosa ne pensa di questo quadro clinico??Può trattarsi davvero di Sifilide??O,sennò,in alternativa, di cos'altro??Può trattarsi anche di malattie ancora più gravi o tumori?
grazie mille.
Lorenzo da bologna

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,questo e' un caso in cui nessun medico coscienzioso risponderebbe per web.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la sua età e la descrizione anatomo morfologica del caso possono orientare nei confronti di una Malattia sessualmente trasmissibili come la Sifilide:

i termini di questo orientamente - sono sempre non vincolanti vista la sede telematica:

pertanto, non indugi oltremodo ma si rechi con immediatezza da uno specialista Venereologo, che è l'esperto deputato alle Malattie Sessualmente Trasmissibili e alla Dermatologia Genitale e si faccia visitare.

sicuramente troverà una risposta seria.

cari saluti