Utente 878XXX
Buone sera, sono un ragazzo di 20 anni. Vorrei un vostro parere. Da 20 giorni circa ho dolore ai testicoli ma in particolare al testicolo destro. Il medico generico mi ha prescritto un ecocoldopler ed una ecografia. Dal primo esame non è risultato nulla, mentre il risultato dell'ecofrafia è il seguente: "testicoli bilateralmente normalmente localizzati all'interno del sacco scrotale, con regolare morfo-ecostruttura; in otto, sempre bilateralmente, marcata iperecogenicità, come da flogosi, degli epididimi ed iniziale minimo idrocele. Quindi l'ecografo mi ha consigliato di prendere antibiotico e antiinfiammatorio. Il medico generico dopo aver visto il risultato dell'ecografia mi ha prescritto solamente l'anti-infiammatorio( BRUFEN 600mg 2 al dì per 4 giorni), esludendo la possibilità di epididimite e voracile e sostenendo la presenza minima di idrocele. Oggi mi sono rivolto al chirurgo, il quale dopo avermi visitato e aver visto ecografia e ecocoldopler esclude voracile e epididimite (dato che al tatto non avevo dolore ai testicoli) sostenendo minima presenza di idrogele. Il chirurgo mi ha consigliato di usare il sospensorio, escludere qualsiasi medicinale e ripresentarmi dopo 7 giorni. Inoltre mi ha detto che questa piccola quantità di liquido dovrebbe riassorbirsi da solo, altrimenti si procederà all'intervento chirurgico. Adesso io non so cosa fare perchè ognuno mi ha dato una cura diversa. Da ieri ho iniziato a prendere il BRUFEN come prescritto dal medico generico e da oggi indosso il sospensore. Le visite di cui ho parlato sono state effettuate tutte nell'arco di questa settimana. I miei sintomi sono: dolore ( sopportabile) ai testicoli, ma lievemente più accentuato nel destro che è lievemente gonfio; Cosa mi consigliate? Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
Il mio suggerimento è di andare da uno specialista in andrologia per valutare insieme una situazione: medico di base, ecografista e chirurgo, tutti ottimi specialisti. Ma come dice un grande siciliano (Sciascia): A ciascuno il suo
[#2] dopo  


dal 2010
infinitamente grazie per avermi risposto
[#3] dopo  


dal 2010
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.