Utente 278XXX
Gentili dottori
Sono sei anni che soffro di tachicardie improvvise che iniziano sia a riposo che sotto sforzo e che mi fanno sentire come se fossi sul punto di svenire, ma non sono riuscita a documentarle mai perché nel tempo in cui mi recato al pronto soccorso svanivano misteriosamente. Ho fatto diversi holter e test da sforzo e dall'ultimo holter sono emersi solo lunghi e frequenti periodi di bigeminismo sopraventricolare con vari runs di massimo tre battiti.
Mi è capitato di svegliarmici anche di notte col cuore a 140 e la sudorazione fredda.
Ora la domanda è questa, come faccio a documentarle se quando faccio l'holter sono asintomatica? La mia paura è di avere qualche aritmia ventricolare che non è stata diagnosticata (un cardiologo mi ha detto che non possiamo escludere dei runs di tachicardia ventricolare non sostenuta)
Grazie se vorrete rispondermi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
potrebbe essere indicato uno studio elettrofisiologico per la valutare la eventuale presenza di vie anomale ed eventuale loro ablazione.
arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Se ho capito bene lei ipotizza che siano TPSV....Esclude che possano essere tachicardie ventricolari non sostenute? Io di ventricolare all'holter non ho mai avuto nulla nemmeno un'extra mentre di contro ho una frequente attività sopraventricolare.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si è risposto da solo .....
Arrivederci

Cecchini
[#4] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Oggi sono finita di nuovo al pronto soccorso per una tachicardia e mi hanno riscontrato ritmo bigemino sopraventricolare....una domanda, ma il bigeminismo e le tpsv sono pericolose per embolia oppure no?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le tachicardie sopraventricolari prolungate potenzialmente si
prego....

cecchini
[#6] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottor Cecchini ho fatto di nuovo un holter che ha evidenziato 4300 Besv in 34 ore a volte con coppie e con ritmo bigemino ( dovevano essere 48 le ore ma la macchina si è scaricata prima ) nessun bev e niente altro.
Il mio cardiologo mi ha dato il congescor da 2,5 per tenere a bada le aritmie, solo che io ho paura a prenderlo perché un altro cardiologo mi ha dato l'atenololo e sono stata malissimo, mi hanno portata al pronto soccorso in codice rosso con una fortissima ipotensione. Io di base ho la pressione normale tendente al basso e ho 64 battiti al minuto in media di frequenza tanto è vero che con l'atenololo diventavo bradicardica.
Grazie molte se vorrà rispondermi
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
3400 BESV in 34 ore non sono poi un numero preoccupante.
Il problema e' che, tipicamente come quando si va dal dentista che il dente non fa piu' male, quando si indossa l holter raramente in quelle ore si presenta la tachiaritmia.

Quindi, proprio considerando la sua giovane eta' e la riduzione della sua qualita' di vita per la presenza di queste tachiaritmie potrebbe essere indicato uno studio elettrofisiologico per valutare la presenza di circuiti di rientro eventualmente da sottoporre ad ablazione.

IL Congescor, specie a quei dosaggi non crea problemi importanti di ipotensione, e sicuramente migliora la qualita' di vita del paziente, ma non lo guarisce.

Arrivederci

cecchini