Utente 421XXX
Buonasera a tutti! Sono un ragazzo di 21 anni, 1.80 m per 60 kg( sono magrissimo lo so). Vi scrivo perché avrei bisogno di un consulto per quanto possibile.. Circa 3 mesi fa ho avuto due giorni di febbre, il primo giorno febbre alta (39) e il secondo 37.5, il terzo giorno non ho più avuto nulla se non un po' di gola arrossata e un raffreddore fortissimo, il naso gocciolava da solo.. Pochi giorni dopo toccandomi il collo in sede laterocervicale sinistra mi sono accorto di alcuni linfonodi ingrossati che al tatto sembravano parecchio ingrossati rispetto alla parte destra.. Per un po' li ho tenuti pensando fossero dovuti all'influenza ma dopo un mese che non passavano sono andato dal medico che mi ha prescritto un'ecografia dove c'era scritto che erano presenti linfonodi di tipo reattivo in sede laterocervicale di dimensioni max di circa 1 cm ( a me al tatto sembravano molto più grossi!! ) e uno in sede sotto mandibolare di 1.7 cm ( il più grosso trovato ) il medico mi ha rassicurato dicendomi che erano "quasi normali" e che il motivo per cui li sentivo così tanto era dovuto al fatto che sono molto magro.. Per togliere ogni dubbio mi ha prescritto delle analisi del sangue : Emocromo completo, Ves, Proteine totali,proteina C reattiva, Foresi siero proteine , Cytomegalovirus, Toxoplasma e Mononucleosi. Tutti i valori sono nella norma ( non sono un medico ma quando ti danno i risultati delle analisi a fianco ci sono le soglie di normalità ) a parte i linfociti % e linfociti # ( non so quale sia la differenza ) che sono un po' più alti e sono risultato Positivo agli IgG ( IgM tutti negativi ) di cytomegalovirus Mononucleosi e Toxoplasma ( CMV 108 positivo >14 , toxoplasma 136 positivo > 8.8 ).. Non ho sintomi tipo : stanchezza, perdita di peso ( anzi se sono 60kg è perché in questi giorni sono ingrassato di 1,5 kg ), sudorazioni notturne, prurito e cose così..
La mia domanda è: è normale che abbia i linfonodi gonfi ? So che gli IgG non danno un'informazione sul quando ti sei infettato quindi la mia influenza avuta prima di aver notato il rogonfiamento potrebbe essere dovuta a quello come no.. E il valore così alto di CMV e TOXO come mai sono così alti rispetto alla soglia di positività ? E i Linfociti alti cosa possono indicare ?
Attendo una vostra risposta, grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se non ci sono IgM si tratta di cicatrici immunitarie.
Se fosse stata una donna avrebbe potuto portare avanti una gravidanza spensierata.
Un linfonodo di 1 cm sfido chiunque a non trovarselo: concordo con il suo medico: lei essendo molto magro li percepisce bene, quelli con più adipe fanno fatica a trovarli.
Si tranquillizzi perchè è sano come un pesce (non so perchè si dica così dato che anche i pesci si ammalano, ma il detto è quello).
Lasci stare il valore percentuale e assoluto dei linfociti: non ha significato clinico di rilievo ed è un reperto frequente.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2016
E come mai non vanno via? Essendo un fumatore sono molto preoccupato e in questo periodo ho cominciato a controllare il mio corpo, ne ho trovato uno molto piccolo sotto l'ascella ma devo proprio andarlo a cercare per trovarlo .. Poi avendo letto che quelli sovraclaveari possono essere pericolosi nel caso di rigonfiamento sono andato a cercare e sento solo un piccolo rialzamento nel mezzo ma sembrerebbe un muscolo ( non so se i linfonodi sono situati sotto o sopra ).. Gioco a calcio e il fumare non mi pesa tanto, riesco a correre tranquillamente senza problemi ma non mi era mai capitato di avere linfonodi gonfi per così tanto tempo, anche se sono rimasti invariati, forse leggeremente diminuiti ma la cosa è quasi impercettibile me ne accorgo solo perché sono sempre lì a toccarli
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
E allora non li tocchi più, anche perchè toccandoli li fa infiammare.
E' strano che lei si preoccupi di una banale micropoliadenia e non di tutti i danni che le procura e le potrà procurare il fumo: danni cardiaci, danni polmonari, vari tipi di tumori......
Io francamente non capisco la gente come Lei che si preoccupa del nulla e fuma.
Ma la vita è sua e ciascuno è artefice del proprio destino. Lo dicevano i Latini.
Saluti,
Dott. Caldarola.