Utente 167XXX
Gent.mi dottori sono un 40enne con storie di ipercolesterolemia curata con statine e altre volte con diete ed integratori ma, nel secondo caso, con scarsi risultati. A seguito di analisi di routine, due mesi fa, mi sono stati riscontrati i seguenti valori: col tot 239, hdl 40, ldl 168, trigl 156, glicemia 87, uricemia 7,7. Il medico curante mi ha subito proposto un piano dietetico ipolipidemizzante e ipoproteico a causa dell'urucemia elevata e di eventuale gotta all'alluce sx. Oltre a questo mi ha prescritto degli integratori (altacol) con monocolina, Q10 e omega3. Le altre volte nelle quali abbiamo provato senza le statine e con un'attività fisica blanda (corsa sotto la FCmax) diciamo che non avevo mai avuto ottimi risultati. L'unica variante era la presenza delle proteine animali. Questa volta dovendo ridurre le proteine ad alto contenuto di purine (quindi anche legumi ed altri vegetali) e anche a causa di una sindrome del colon irritabile, ho praticamente eliminato dalla dieta del medico (che già prevedeva poche proteine animali) carne e pesce. Il medico ha sostituito alcuni nutrienti ma mi ha detto che poi avrei dovuto integrare(dopo alcune analisi) l'eventuale B12 o altro, il tutto a settembre.
Bene, in questo mese ho effettuato una dieta praticamente latt-ovo-vegetariana a scarso contenuto di purine, ho assunto almeno 2,5 lt al giorno di acqua ho eliminato alcoolici, dolci, bevande, succhi industriali. L'attività fisica è stata ridotta a 30-40 min di cyclette 5-6 volte a settimana al 65-75% della mia FCmax(a causa dell'alluce valgo dolorante e piattismo, ambedue bilaterali..e in attesa di visita ortopedica a giorni)ho introdotto verdure, alimenti a base di soia, seitan, tofu. Ebbene ecco i risultati dopo 30 gg scarsi:

Uricemia 6.4, trig 109, col tot 172, hdl 37.

Le altre volte, pur facendo più attività fisica, non ho mai raggiunto detti valori. La mia preoccupazione è l'HDL basso, non ho maiu avuto questi valori. Intanto dopo decenni mi sveglio senza i soliti dolori lancinanti al colon e stranamente l'unica variante del quadro, a parità di valori, attività fisica, integratori, è il non aver assunto proteine animali. Volevo chiedere se l'hdl si sia ridotto a causa della non introduzione di proteine e grassi animali, preciso che non sono un convinto vegetariano, anzi, i miei pasti erano tutti a base di carni, pesce (salmone e pesce azzurro a volontà). Però avere dei valori entro i limiti e non aver più dolori lancinanti al basso ventre non mi fanno rimpiangere la dieta onnnivora.
Grazie per eventuale riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se ha ottenuto dei risultati così positivi dalla sua dieta priva di proteine animali, con benessere soggettivo e normalizzazione dei parametri ematochimici alterati, mi pare ovvio che il consiglio sia di continuarla.
Il suo colesterolo "Cattivo" è di 113 mg/dl, quindi molto ad di sotto della soglia di rischio, il che deve tranquillizzarla su un HDL leggermente basso.
Tuttavia le proteine sono importanti nella dieta: se non vuole ingerire quelle animali i legumi sono un'ottima fonte di proteine (la carne dei poveri). Anche le uova e il latte, se tollerato, con i suoi derivati.
Altrimenti andrà incontro alla utilizzazione delle sue masse muscolari, con atrofia delle stesse anche grave.
Infine non si dimentichi di controllare sempre Emocromo - Sideremia e Ferritina - Folatemia e Vit B12 e se non mangia verdure a foglia larga la Vitamina K.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per il riscontro; sono stato dal curante il quale (viste le passate prove) non poteva credere ai risultati. Mi ha comunque consigliato di continuare la dieta, gli integratori di Monokolina omega3 e q10. Ha aggiunto un integratore di b12 25mg sublinguale al gg e tra 2 mesi esami completi (credo anche quelli da lei indicati e che "eventualmente" aggiungero' io. L'unico problema è che mi ha detto di "provare" a mangiare alimenti animali per vedere l'effetto sul colon, certo ho un po' di timore perchè poi, magari, per riassestare l'organismo ce ne vuole ma la mia domanda è se, nel caso di assunzione di alimenti animali, devoi sospendere in quei giorni la b12?
La ringrazio per eventuale riscontro e grazie infine per l'ottimo servizio che offrite.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non è necessario sospendere la vitamina B12.
Trattandosi di una vitamina idrosolubile l' eventuale eccesso viene eliminato rapidamente con le urine e non vi sono pericoli di accumulo.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio!
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Buon W.E.
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo Dottore, a seugito di analisi di routine, relativamente all'ipercolesterolemia ed iperuricemia delle mie precedenti richieste, mi sono stati riscontrati i seguenti valori:

Acido urico: 7,20 - Col tot: 181 - Trig.: 115 - HDL: 43
B12: 518 pg/ml Sideremia 106

Ed infine un preoccupante valore di Ferritina--> 432 ng/ml (30 - 300)

Volevo chiederle, in attesa di riscontro del curante, se detto valore (mai riscontrato nella mia vita) è allarmante, cioè se devo andare al P.S. o cosa.
Di fatto non assumo nessun tipo di carne (rossa, bianca...pesce..). L'unico dubbio che ho è che il farmacista, mancando l'integratore di monocolina che assumo (Altacol) prescrittomi dal medico, mi ha consigliato un altro integratore di Monocolina K con Q10 e Cromo (200mcg per cps).
Siccome è gia da un mese che assumo questo integratore, l'unico dubbio potrebbe essere relativo al Cromo.
La ringrazio per eventuale riscontro.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
in quanto al suo pattern lipidico non vedo un sostanziale cambiamento rispetto ai valori precedenti. Anzi pare che l'uricemia sia aumentata.
Se lei non è un "divoratore" di carne rossa o anche di pesce o di legumi, alimenti ricchi di ferro, la sua ferritina così alta merita un approfondito esame del fegato, sia con esami ematochimici che con una Ecografia dell'addome in toto.
Vanno anche valutati gli indici di infiammazione (VES - Mucoproteine - Fibrinogeno - PCR - Piastrine - Frazioni C3 e C4 del Complemento - l'Albumina - una Protidemia totale con EFP e altri che il suo Curante riterrà opportuni) perchè la ferritina alta può essere espressione di infiammazione.
Ovviamente nel caso di negatività di tutti questi esami, resta da escludere l'Emocromatosi, partendo da esami non invasivi, come la RM ddl fegato dove il ferro accumulato si comporta da contrasto paramagnetico fisiologico, fino alla biopsia epatica se necessario.
Nel frattempo la Ferritina e la transferrina vanno monitorate per valutarne il trend.
Ne parli con il suo curante e faccia sapere se vuole.

Cordilalità,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.re, il mio curante ha ritenuto opportuno valutare solo la funzionalità epatica aggiungendo ai precedenti esami YGT, ALP, Bil. Tot e frazionata, diretta, indiretta elettroforesi proteica e per scrupolo di nuovo sideremia, ferritina e transferrina. Oggi ho ritirato le analisi fatte in un altro laboratotio con range leggermente diversi per la ferritina. Ecco i risultati (in attesa del curante):

SIDEREMIA 102 (U 59 - 158)
FERRITINA 431.6* (30 - 400)
TRANSFERRINA (MET. NEFELOM?) 251 (200 -360)

FOSFATASI ALCALINA 89 (0 - 129)
YGT 12 (9-65)
BIL TOT 0.44 (0-1) DIRETTA 0.10 (0-0.4)
INDIRETTA 0.34 (0-0.7)

ELETTROFORESI (SOLO ALCUNI VALORI)
Rapp A/G 1,37 Prot Tot (g/dl) 7,2 (6 - 8)
L'unico valore anomalo è Alpha 1 a % 2,1 con un range di 2.2 - 4.6

Volevo chiederLe se è normale chge i range di ferritina vari così tanto da laboratorio a laboratorio e se dette analisi, fatte a distanza di 13 giorni, possano risentire ancora degli effetti degli integratori. Il mio medico mi aveva consigliato anche di diventare donatore di sangue ma ho effettuato una visita presso un centro ospedaliero di donazione e, dopo aver esibito i referti di un melanoma in situ del 2012 con relative valutazioni oncologiche che mostravano la completa guarigione, mi è stato detto che "non potro mai donare".
Ho anche qualche grosso cheloide(3cmx4cm), reduce dalle exeresi dei nevi, che ogni tanto si infiamma: potrebbe essere eventuale causa di infiammazione?Come mai il mio medico non mi ha fatto controllare la Ves?
La ringrazio per ogni eventuale riscontro, essendo anche molto ansioso ho timore di eventuali cause gravi, ho letto di tuto sulla ferritina elevata.
Grazie sempre per il Vs. servizio