Utente 415XXX
Buongiorno dottori,
Utilizzo da ormai due anni Nuvaring, la cui prescrizione non è mai stata preceduta da particolari esami del sangue per valutare il rischio di sviluppare eventuali trombosi, ma solamente dall'anamnesi famigliare. Nessuno dei miei parenti infatti soffre o ha mai sofferto di trombosi venosa profonda (mio padre ha solamente vene varicose).
Non fumo, non bevo e non pratico attività fisica, ma al lavoro trascorro la maggior parte del tempo in piedi.
Da qualche giorno ormai ho fastidi alla gamba sinistra: sento come delle piccole fitte nella parte interna della caviglia e nel polpaccio e da poco ho anche fastidio all'inguine sinistro mentre cammino. La gamba non è nè gonfia nè arrossata nei punti in cui avverto maggiormente fastidio.
È possibile che questti siano i sintomi di trombosi venosa profonda provocata dall'utilizzo di nuvaring? Che esami del sangue potrei eseguire per capirlo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i sintomi riferiti sembrerebbero piuttosto aspecifici per indirizzare per di più a distanza verso un sospetto di TVP.
Potrebbe sottoporsi in prima istanza ad un controllo del Suo Medico.
Riguardo gli esami per la ricerca di un eventuale stato trombofilico potrebbe essere utile in prima istanza eseguire i comuni test emocoagulativi integrati dal dosaggio dell'Omocisteina e della Antitrombina III. Altri esami potrebbero essere considerati in relazione ai risultati.
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la rapida risposta.
Considererò la possibilità di eseguire gli esami che mi ha consigliato.
Sarebbe comunque possibile un caso di TVP dopo due anni di utilizzo dello stesso metodo contraccettivo?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
E' sinceramente impossibile rispondere a questa domanda, considerato che la genesi di una TVP è molto spesso multifattoriale: trombofilia, trauma, intervento, immobilizzazione, disidratazione, patologie di vario genere, ecc.