Utente 422XXX
Salve mio papà e ricoverato in ospedale in rianimazione in coma farmacologico dopo aver accusato dolori forti all addome e stato scoperto di avere la pancreatite acuta i medici dicono che e molto grave e che devono valutare le sue condizioni per un eventuale intervento chirurgico gli hanno sospeso il ciclo di chemioterapia che doveva iniziare a breve a seguito della leucemia che ha da ormai 7 anni volevo chiedere se ha possibilità di sopravvivere visto che si stanno danneggiando anche gli altri organi del corpo volevo inoltre chiedere se e possibile che sente le voci se gli parliamo grazie e arrivederci

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
16% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
gentile signore. la pancreatite acuta indotta da chemioterapici è una malattia molto grave e di difficile risoluzione. in base alla entità della distruzione dell'organo si decide se è necessario eseguire un intervento chirurgico che è effettuato per asportare la parte malata. ma anche l'intervento chirurgico è rischioso, per cui si cerca di evitarlo. facendo delle TAC ripetute si vede come progredisce la malattia acuta. purtroppo durante la fase acuta si ha uno shock e quindi vengono interessati altri organi (rene, polmoni, cuore, cervello). se è in coma probabilmente non sente la sua voce, ma lei gli parli lo stesso perchè non si può sapere. cari saluti