Utente 422XXX
salve a tutti sono un ragazzo di 32 anni la mia situazione è un po complessa ma provero' a spiegarla nella maniera più completa possibile, tutto a inizio più o meno 4 anni fa' mi sono sentito strano con vertigini depersonalizzazione battito accelerato sensazione di calore sul viso e in testa , insomma un attacco ti panico, all'inizio non sapevo neanche cosa fosse.. non conoscevo ne l'ansia ne il panico tranne ovviamente quella che proviamo tutti nella vita.
Ovviamente l'episodio non è stato singolo , comunque ho iniziato tutte le varie analisi cardiologo oculista otorino e infine neurologo risultato tutto negativo a livello organico solamente ansia. Consigliato dal neurologo vado a parlare con una spicologa(tra l'altro la figlia del neurologo) dove comincio un percorso che và avanti ancora oggi , il neurogo all'inizio per calmare le fasi acute mi diede come farmaco fluexetina radiopharm con 5 gocce di minias, le presi per 6 mesi ma la fluexetina mi faceva ingrassare(questo credevo io ma forse ingrassavo per altri motivi) comunque decisi di smetterla anche perché ormai gli attacchi di panico non c'erano più era rimasta solo l'ansia e che mi portava tensione ma ormai mi ero quasi convinto che tutti questi problemi erano derivati solo dalla mia testa. Ricominciai quindi gia'da subito ad uscire con gli amici andare al cinema viaggiare(io sono di roma) mi spostai inizialmente in estate di poco 200 km il primo anno poi il secondo anno andai in sardegna e il terzo mi lasciai con la mia ragazza e me ne andai prima in croazia poi in calabira con i miei amici, quindi possiamo dire che il peggio era passato con la psicologa gli incontri erano sempre meno 1 volta al mese nonostante a volte avevo una sensazione di vertiggini che non se ne è mai andata del tutto dipendeva dai giorni,premetto che durante le ferie era meno credo per il fatto che pensavo a distrarmi e a non pensare. Quindi voi mi direte "allora la diagnosi te la sei gia fatto" invece il bello(chiamiamolo cosi) arriva adesso, precisamente ad agosto 2015 a lavoro cominciai a sentirmi strano sudorazione dispenea nervosismo mi recai in farmacia per farmi misurare la pressione 150/100 ma mi disse che probabilmente era solo ansia, mi recai in pronto soccorso e praticamente mi dissero la stessa cosa, tornai a casa ma la sensazione di dispnea rimaneva accompagnata da un fastidio sulla bocca dello stomaco chiamai il neurologo che mi consiglio di prendere il tavor oro da 1mg e di stare tranquillo mi misi sul letto e appena sdraiato mi sentiii un pò meglio ma neache troppo lo richiamai e mi disse di prenderne un'altra mezza e poi ancora mezza fatto sta' ero fatto di tavor oro ma la dispnea non passava e il fastidio alla bocca dello stomaco peggiorava era diventato insopportabile, quindi andai in pronto soccorso dove dopo una serie di analisi mi portarono con urgenza in sala operatoria una vena coronaria chiusa al 90 e una al 70 2 morale della favola 2 stent, alla faccia dell'ansia pensai.continua....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
e quindi? cosa posso fare io per lei?