Utente 204XXX
Buonasera dottori... Esasperato mi affido a voi per capire meglio una situazione pressoché paradossale... Io ho 21 anni, pratico attività sportiva professionistica, pallacanestro serie B2 quest anno.. O almeno così pensavo... 28 luglio visita cardiologica con risconto di FA con un F.E 45%.. Imminente ricovero di 2 giorni con ripristino di ritmo praticamente spontaneo poi mantenuto con terapia di bisoprololo 1,25mg e fleiderina 100mg.. Conseguenti attacchi di panico nel mese di post ricovero a casa dovute alla situazione non consona almeno secondo me alla mia età.. Escluse ablazioni o CVE ELETTRICHE dato che i farmaci dal 28 luglio ad oggi non mi hanno più fatto avere nessun tipo di FA a parte se non qualche lieve extrasistole... Venerdì 2 ricovero per capire se i miei attacchi di panico fossero tali o fossero recidive di FA, ed è TUTTO APPOSTO,
Nel ricovero di luglio al primo ecocardiogramma al cuore FE 45%, il secondo effettuato prima delle dimissioni di luglio dopo il rientro della FA risultata un miglioramento della F.E pari a 50%... Cuore sanissimo essendo atleta sia come conformità sia come dimensioni di pareti...
Oggi prima della dimissione mi hanno detto che la mia F.E è stimata sempre su questo range da 45 a 50% (senza nemmeno avermi fatto un altro eco)... Io non lamento particolari sintomi al Massimo un po di stanchezza in alcuni momenti magari post nervosismo acuto.. È un po di dispnea che in una piccola percentuale è da attribuire a l'ansia e la paura della cosa dato che dopo alcune gocce di ansiolitico magicamente sparisce ...
Le mie questioni per voi esperti sono le seguenti... Questa benedetta FE a questi range è un problema ? Se lo fosse è risolvibile in qualche modo?
Per la mi la FA non è stato attribuito nessun motivo patologico non se lo spiegano nemmeno loro... Non ho infezioni, gli esami sono a posto.. Tutto nella norma.... Io continuo con la terapia ma non è che se smettessi magari un giorno scoprirei che ho preso centinaia di pastiglie per una patologia che era solo transitoria e che realmente ora non ho ?
Ultima domanda che pongo è, lo sport per me è un argomento chiuso ? Non avrò mai possibilità di continuare? Fin da giovane lo sport era l unica cosa che aiutava a azzerare l'ansia e il nervosismo che santuariamente avevo.. Da quest anno avrei anche avuto uno stipendio quindi avrei realizzato uno dei sogni di tanti...

Spero di non avervi annoiato con tutte queste domande e anzi spero che qualcuno possa dirmi qualcosa di oggettivamente tranquillizzante.. Perché su 3 cardiologi sentiti tutti e nessuno sapevano tutto...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Avrei giustificato un calo transitorio della EF durante la F.A. parossistica, convertita farmacologicamente.
Viceversa a 21 anni un cuore sano, di un atleta, che non presenta all'eco alterazioni degli spessori e dei diametri camerali, una frazione di eiezione del 45 - 50% non è assolutamente normale.
Il mio consiglio, per fugare ogni dubbio, è di programmare una RM cardiaca con contrasto e con celerità. Potrebbe in passato aver avuto una miocardite con esiti di fibrosi che non si vedono all'ecoc.
In caso di negatività assoluta dell'esame, si potrà prendere in considerazione il suo ritorno all'attività fisica ma questo presuppone che lei debba fare uno studio Elettrofisiologico Endocavitario, ed una ablazione, perchè la terapia con qualunque farmaco non le assicura il non ricomparire della crisi sotto sforzo.
Faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore e grazie della risposta, la miocardite è stata scartata per il fatto che dal 28 ad oggi ho fatto 4 volte gli enzimi cardiaci ed esami del sangue e risultano essere sempre perfetti e non avendone nemmeno i sintomi per i medici era da escludere subito.... i due eco che ho fatto nel primo ricovero sono stati fatti in fibrillazione e non dopo la conversione a ritmo sinusale il primo è stato quello che ha diagnosticato il 45%.. Poi dopo due giorni di ospedale e probabilmente 0 sforzi fisici al secondo eco risultava 50%... Da lì in poi sono sempre stato in RS..
Oggi il medico mi ha dato quella percentuale basandosi su dati di un ricovero oramai datato... Proprio per questo dopo domani ho subito prenotato un ecocardiogramma per capire effettivamente a che livello è questa EF... E sulla base di quella andrò dal aritmologo chiedendo spiegazioni più consone...
Attualmente sono sotto bisoprololo e fleiderina..

Secondo lei se la miocardite fosse scartata come la fibrosi.. Esisterebbe una terapia riportare i valori alla normalità ?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi, che gli indici di flogosi siano negativi non significa nulla: lei potrebbe avere avuto una miocardite con decorso paucisintomatico che si è spenta ma ha lasciato esiti. E questi li vede solo con la RM.
Poi cosa le costava dire che i due Eco erano stati fatti in corso di F.A.?
Per tirare fuori il coniglio dal cappello?
E' logico che durante una F.A. non potrà avere il 60% di frazione di eiezione. Per motivi di fisiopatologia che non sto qui a spiegarle.
Faccia domani l'eco e veda se, sinusalizzato, la sua EF è tornata a valori normali.
Se così non è io le ribadisco la necessità di una RM con contrasto: è chiaro che lei è libero di seguire il mio consiglio oppure no.
In quanto alla ripresa della attività fisica ne parliamo dopo l'eco o dopo la risonanza: le sia chiaro che chi ha fibrillato una volta tende a recidivare e la Flecainide non la proteggerebbe a sufficienza da una recidiva durante una partita.
In più le verrebbe ritirata l'idoneità agonistica. Si spera, nel suo interesse
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore, mercoledì faccio l'eco al cuore e riporto i dati.. Spero vada tutto per il meglio.. Prima dello sport è importante la qualità della vita quotidiana.. Che così un pochettino manca..
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Aspetterò sue notizie.
Prima della qualità della vita quotidina è importante la vita: perchè le assicuro che in una bara non si prova più nessuna sensazione e non si possono trovare nuovi interessi.
A presto,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore..

Dopo le sue risposte ho effettuato un ecocardiogramma oggi in regime di libera professione sono riuscito a farlo subito... Le riporto l'esito:

SIV: 8
PP: 10
DTD: 53
DTS: 31
EF TEICH: 66,8%
EF SIMP: 0%
AS: 32
AO: 30
PAPs: 23
TAPSE: 26

Note:

Ventricolo sinistro di normali dimensioni con pareti di normale spessore e con normale cinetica globale e regionale. Integri gli apparati valvolari. Normali sezioni Dx con lieve rigurgito tricuspidale è normale pressione polmonare. Normale curva doppler di riempimento ventricolare sinistro. Normale origine coronarica. Non evidenti shunts intracavitari..
Domani prenoto anche la risonanza magnetica urgente..

Fino a qui che dice ?

Buona serata
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
io non riesco a comprendere come mai a lei capitino tutti ecografisti che hanno reticenza, chiamiamola così, a mettere per iscritto i valori della sua EF.
Immaggino che lei avesse spiegato il motivo per cui faceva l'Ecocardiogramma.
Beh nelle conclusioni non c'è traccia della sua frazione di eiezione che deve essere desunta dai valori rilasciati dal software del computer.
Comunque se la può tranquillizzare il computer riporta una EF, calcolata con la metodica di Teicholz, pari al 66,8%
Dato che non è stata inserita nelle conclusioni quanto la ritenga attendibile l'ecografista non mi è dato di dirlo.
Tutti gli altri valori sono normali.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore mi permetta di dirle che l'ecografista è il primario di cardiologia di uno degli ospedali più preparati del Veneto..
se potessi inserire qui una fotografia del referto capirebbe che è impostato in un modo da rendere note tutte i dati in un modo schematico che non comprende CONCLUSIONI ma bensì uno spazio per NOTE..
Se non mi posso fidare di lui credo sia meglio non mi fidi nemmeno più di uscire di casa direi... Però penso che se in corso di FA risultata un 50%EF può essere più che plausibile che ora dopo un mese di ritmo sinusale a 21 anni sia tornato a valori intorno al 67%...

Rimane comunque il fatto che lei è stato gentilissimo è molto disponibile! La ringrazio della professionalità
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi che io le ho detto che semplicemente nelle conclusioni non viene riportata la dicitura, Frazione di eiezione del 66.8 %!
Se lei avesse portato il referto ad un medico di base il medesimo non era tenuto a conoscere le sigle (a mio avviso sempre da evitare)
SIV: 8
PP: 10
DTD: 53
DTS: 31
EF TEICH: 66,8%
EF SIMP: 0%
AS: 32
AO: 30
PAPs: 23
TAPSE: 26
nè tantomeno a conoscere che EF TEICH: 68% significa quello che le ho detto. Lei crede che un medico che non si intenda di cardiologia sappia che cosa significa TAPSE:26? o DTD 53 e quali siano i valori di range?
Quindi, primario o non primario, questo ecocardiogramma è fruibile solo dai cardiologi e questo non è corretto.
Sulle capacità del Collega, che può essere un genio della Cardiologia, non ho espresso alcun dubbio.
Tanto le dovevo a chiarimento dell'equivoco: sono stato il primo a consigliarle di ripetere l'eco prima della Risonanza e a dirle che durante una F.A. la F.E. scende, per il ridotto riempimento del VSn a causa degli atri che sono funzionalmente paretici.
Ora con una EF del 67% non posso che farle i complimenti!
La saluto,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore non so se leggerà la mia replica, ma per onor del vero oggi pensò si concluda l'iter diagnostico, ha visto i due eco precedenti sotto bisoprololo e fleiderina.


Le riporto la risonanza magnetica solo sotto fleiderina.

Regolare origine e decorso prossimale delle arterie coronarie.
VD volumetricamente nei limiti, con aumentata rappresentazione della trabecolatura sub endocardica.
Non evidenza di bulging né di infiltrazione fibro adiposa parietali.
Lieve insufficienza tricuspidalica, lieve prolasso mitralico in particolare del LAM.
Non ulteriori significative alterazioni morfologiche del VD E VS
non ulteriori significative alterazioni della cinetica globale e segmentaria del VD E VS
Non ulteriori significative alterazioni degli apparati valvolari
Non evidenza di enhancement precoce e tardivo (LGE) a carico di VS E VD Dopo somministrazione di gadolinio.
Non formazioni trombotiche endocavitarie. Non versamento pericardico


VALUTAZIONE QUANTITATIVA DEL VS (valori normalizzati per BSA)
FE = 59%. VTD 75ml. VTS 31ml sv 44ml Ci 3.61 l/min. Mass Vs in Td 60gr

VALUTAZIONE QUANTITATIVA DEL VD (valori normalizzati per BSA)
FE = 54%. VTD 81ml. VTS 38ml sv 44ml Ci 3.59 l/min.


Conclusioni: quadro rm nei limiti..

Sono in mano sua!
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ahahahahahah
mi ha fatto sorridere. Davvero! Al limite è stato in mano alla RM :-D
Stia tranquillo, il suo cuore è sano.
E la sua FE è normale.
Viva spensierato la sua gioventù! Basta con la fissa del cuore.

Carissimi saluti,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Da una parte sono felice di leggere la sua risposta, dal altra sono molto abbattuto, sono appena uscito da colloqui con il mio cardiologo, tutto bene, cuore perfetto tutto come deve essere alla mia età... Unica pecca che mi ha abbattuto moralmente e fisicamente ? L'impossibilità di svolgere attività sportiva agonistica secondo lui anche nel corso degli anni, fleiderina a tempo indeterminato anche se ho avuto solo un episodio parossistico.
È paradossale che un ragazzo di 22 anni, giocatore di serie b fino a 5 mesi fa, ora debba abbandonare tutto ciò per cui ha dato la vita e investito se stesso per un solo episodio di fibrillazione, mi vien voglia di smettere di prendere tutto e correre finché non mi torna fuori almeno poi hanno un buon motivo per operarmi.

Ringraziandola delle sue innumerevoli gentilezze le auguro una buona continuazione
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Carissimo,
non ha preso mai in considerazione uno studio Elettrofisiologico intracavitario con eventuale ablazione che risolverebbe definitivamente il suo problema e le potrebbe restituire l'idoneità sportiva?
Non glielo ha suggerito nessuno?
Beh ci pensi: è un intervento che se riesce la libera dalla possibilità di recidive e dalla paura di fibrillare quando per esempio farà viaggi o dovrà spostarsi.
Poi è sicuro di voler assumere la Flecainide a vita alla sua età?
Lei è di una città che dista relativamente poco da Milano: io al suo posto ne approfitterei per recarmi al Centro Cardiologico Monzino ( IRCCS) dove troverà l'ecellenza cardiologica e aritmologica di cui ha bisogno.
Non si abbatta così facilmente.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Certo dottore per me possono pure aprimi in due basta che mi restituiscano la possibilità di guadagnarmi da vivere come facevo prima con lo sport.
Ma le opinioni fino a 2 mesi fa erano totalmente diverse! Dicevano che quando veniva constatato che non c'era presenza di cardiopatie, floglosi da miocardite o quant'altro possa creare problemi si sarebbe interrotto la terapia farmacologica dato la quantità degli episodi riscontrati a frequenze normali e dopo 3 mesi si sarebbe potuto fare i test per l'agonismo.
Io stesso ho letto di diverse storie che descrivo con idoneità ricevuta dopo 6 mesi... E per 5/10 anni non hanno più avuto nulla.. Io sono un caso a parte credo! O nella mia città la malasanità e la poca voglia di seguire i pazienti anche sul lato umano .. Sono seguito da uno dei migliori credo del nord Italia dopo il monzino, il professor Paolo delise che ha effettuato migliaia di pubblicazioni e ha visto migliaia di casi come il mio, lui è uno di quelli che mi ha detto proprio umanamente "escluse le cardiopatie togliamo tutto e torni a vivere". Adesso non so se quello con cui ho fatto il colloquio è un veterinario o un cardiologo.
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Allora non si agiti!
Se lei è seguito da uno dei migliori cardiologi del Nord Italia, lasci stare quello che ha detto il medico con cui ha parlato e torni a visita dal Primario.
Il quale se constaterà la integrità del suo cuore, che è anatomicamente integro, non avrà problemi a fare una relazione peritale in cui afferma che nel suo caso l'attività sportiva non è controindicata.
Non c'è bisogno che la aprano in due: non è mica un tacchino da farcire!!
:-D
Su sorrida!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.