Utente 377XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 anni. Da circa due settimane, alcune volte durante l'arco della giornata e per anche un'ora, soffro di Dispnea e battito accelerato. Essendo un individuo ansioso, ho subito iniziato a preoccuparmi e pensare alle più svariate possibilità. In primis, ho iniziato a controllare spasmodicamente pressione e battiti. Da ciò che posso dire , ho battiti che vanno dai 70-75 (cosa che accade o immediatamente alla prima misurazione, o dopo essermi tranquillizzato in seguito) anche ai 80-85-90, mentre i valori di pressione di assestano nella media, tendendo anche ai 100-60, o meglio si assestavano. Ultimamente, dopo più misurazioni (che sono come necessarie per tranquillizzarmi dopo il primo risultato), arrivo ad avere anche valori di 95-55. Altra cosa che riscontro è la facilità con cui i battiti salgono (tirarsi su dal divano, fare le scale ecc...) Inoltre, ho fatto un ECG dove non è stato riscontrato nessun problema ed esami del sangue (col livello d'Azotemia soltanto superiore alla media, di 62) con FT3 (4,59), FT4 (19,12) e TSH (2,24). Altro che posso segnalare sono dei dolori, che si presentano soprattutto alla mattina, intercostali e laterali, come fitte. Ora, mi trovo a chiedere se sia necessario fare altri controlli, causa battiti e fiato corto, o pensare ad un disturbo d'ansia, come m'era stato detto dal cardiologo come ipotesi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
Innanzitutto dovrebbe avere la cortesia di riportare gli ormoni tiroidei e il TSH con le unità di misura in cui sono stati dosati e con accanto il range di normalità del suo laboratorio.
Gli stessi sono infatti molto dipendenti dalla metodica usata.
Per quanto riguarda il versante cardiologico, lei riporta dei dati di frequenza e di pressione addirittura invidiabili: non vedo di cosa si preoccupa.
L'aumento della F.C. nel passaggio dalla posizione sdraiata a quella in piedi, dopo aver fatto le scale è del tutto fisiologica.
Beva di più, circa due litri di acqua nella giornata per abbassare l'azotemia (sempre che la creatinina sia normale) e stia tranquillo riguardo ai dolori trafittivi perchè per loro la stessa modalità di presentazione non possono essere cardiogeni.
L'ansia sicuramente gioca un ruolo importante: se diventa incoercibile è bene rivolgersi ad un professionista, Psichiatra o Psicoterapeuta, perchè venga curata.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Ha ragione, mi scusi. Quindi: FT3 4,59 pmoli/l (4 - 8,3), FT4 19,12 pmoli/l (9-20); TSH 2,24 uUl/ml (0,27 - 4,70). La Creatinina è nei valori standard. Per quanto riguarda la Dispnea? Anche poco fa m'è capitato di stare una intera ora con una sorta di nodo in gola, difficoltà ad inspirare. Per un problema d'ansia, prendo già ansiolitici; ma per la natura stessa del problema, ovviamente (e malauguratamente), tendo a preoccuparmi del lato fisico dei miei problemi.

La ringrazio per la risposta, grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
I suoi ormoni tiroidei e il suo TSH sono a posto.
Quella che lei definisce dispnea, con senso di nodo in gola, è tipicamente una manifestazione d'ansia.
Le mie conclusioni mi portano a consigliarle di stare tranquillo e concentrarsi meno sui suoi sintomi.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio, buona serata
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla,
Arrivederci.
Dott. Caldarola.