Utente 420XXX
Salve q tutti, cerco di spiegare rapidamente tutto ciò che mi sta accadendo. Sono una ragazza di 26 anni, Dunque 20 gg fa ho iniziato ad avere un'emicrania che non passava, contemporaneamente mi si sono gonfiati linfonodi sottomandibolari e retrocervicali e senso di fastidio alla gola (ho sempre sofferto di placche ma alla vista non c'erano e quindi pensavo fosse una frescata), più febbricola 36.8-37,4..Tornata a casa dalle vacanze visto che la cosa non passava ho fatto un tampone.. Qualche giorno dopo (ancora non avevo il risultato del tampone) il mal i testa era talmente forte che sono andata in ospedale dove, siccome non passava nemmeno dopo due flebo di antidolorifici, mi hanno fatto una tac (tutto in regola ) mi hanno fatto gli esami del sangue dove gli unici valori alterati risultano essere gl Bianchi alti e i neutrofili. Mente poco al di sotto dei valori normali l'hdl e l'amilasi. Mi hanno dimessa con una terapia antibiotica (che non mi sta dando giovamento.. Il mal di testa di è ridotto ma i linfonodi e forte dolore alla gola permangono). Nel frattempo mi è arrivato il risultato del tampone: alcune colonie di candida. Ora ad aprile mi era già capitato il mal di testa e il gonfiore ai linfonodi seguita da una cistite emorragica ed una artrite reattiva(curata Con antibiotici e cortisone). Io sono anche 3 anni che soffro di diarrea e problemi intestinali (fatto colon e gastroscopia e mi hanno diagnosticato un colon irritabile). Ho fatto mille esami (anche per Hiv ecc tutti negativi). Ora tutti i miei problemi potrebbero essere legati alla candida? Dal punto di vista ginecologico ho sempre avuto perdite bianche senza prurito nè fastidi e la mia ginecologa (senza fare tamponi) mi disse (almeno 10 anni fa) che erano fisiologiche di non preoccuparmi, ho anche sempre avuto l lingua bianca ma il dermatologo mi disse che era normale ricambio cellulare. Io mi sono un po documentata su internet e ho letto della CANDIDOSI sistemica e sinceramente mi sono spaventata quando ho saputo che in rari casi passa dall'intestino al sangue provocando anche casi gravi. Vorrei un parere.. Può darsi che abbia sempre avuto una candida mai curata? È una candida non curata potrebbe determinare tutto questo caos?
Non so più dove sbattere la testa sono 3 anni che mi ammalo continuamente.. Se avessi una forma sistemica di vedrebbe dagli esami del sangue? Ho fissato una visita da un infettivologo perché anche il mio medico di base è preoccupato.. Grazie per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La presenza di Candida spp nel cavo orale è normale. Per porre la diagnosi di Mughetto o mucosite da Candida Albicans va ricercata e tipizzata la Candida Albicans, appunto.
Tra l'altro lei tra cortisonici per l'artrite "reattiva" ad una cistite emorragica (?) e antibiotici crea le condizioni sufficienti per avere una candidosi in senso stretto.
Se la faringotonsillite non recede con l'uso di antibiotici, va escluso che la stessa sia di origine virale (Mononucleosi o Citomegalovirus) con sovrapposizione batterica o che il germe sia resistente all'antibiotico che assume.
Lo stesso vale per le feci in cui va ricercata la Candida Albicans e non semplicemente la candida spp che tutti ci portiamo appresso.
Di ciò deve parlare con il medico Curante, che la conosce molto meglio di me o con l'infettivologo che potrà visitarla.
Per quanto riguarda la candidosi disseminata, è un evento raro che si verifica in pazienti immunodepressi gravemente o che sono portatori di cateteri o protesi a permanenza.
Non mi pare il suo caso.
Infine per la cefalea non saprei dirle: ne parli con l'infettivologo perchè potrebbe essere una sinusite batterica.

Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dott. Caldarola,
Innanzitutto grazie per la celere risposta. Dal tampone risulta proprio "alcune colonie da candida albicans"
Secondo lei a questo punto conviene fare anche un tampone vaginale? Ci sono degli esami specifici che mi consiglia? Per quando riguarda l'antibiotico mi hanno prescritto la levofloxacina 500... Ad ogni modo la
Mononucleosi l'ho già avuta a 15 anni e anche parecchio forte.
Non so più cosa pensare.. Il mal di gola (che poi è una sensazione come di avere qualcosa in gola quando ingoio) permane.. Linfonodi pure... La febbricola non c'è più ... L ho misurata un paio di volte e ho 36.8.
[#3] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Ah specifico che dopo aver avuto la cistite ad aprile ho iniziato ad avere dolorilancinanti alle articolazioni.. Non riuscivo nemmeno a piegare le ginocchia. Il mio dottore ha detto che poteva trattarsi di un'artrite reattiva parainfettiva legata alla cistite. Però la cosa strana è che prima che mi venisse la cistite ho avuto gli stessi dolori alla testa e linfonodi che ho adesso. Solo che la gola non mi faceva per niente male .
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Spesso la Levofloxacina è responsabile, come tutti gli antibiotici ed antiinfettivi ad ampio spettro, di una alterazione della fisiologica microflora batterica intestinale e di candidosi orale e vaginale.
Pertanto è utile il ricorso ai probiotici specie al Saccaromyces Boulardii o alle spore di Bacillus Clausii (i nomi commerciali non li posso fare).
La stessa candidosi orale, che può interessare il faringe, può rendersi responsabile del disturbo che lei riferisce.
La terapia migliore è quella con il difluconazolo: ma esistono altri triazolici da prendere per bocca e schemi posologici diversi per dosaggio e durata.
E' bene dunque che si rivolga al suo medico di base per avere la terapia corretta alla quale la Candida risponde rapidamente.
Ho volutamente tralasciato la Nistatina perchè la ritengo poco idonea specie se coesiste una infezione vulvo - vaginale. Ma è un pensiero personale.
Infine, anche se borbotterà, deve essere trattato il suo partner, altrimenti giocherete al ping - pong con la candida invece che con la classica pallina.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Artrite parainfettiva reattiva alla cistite!
Faccia i complimenti al suo medico per la fantasia.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore,
Io purtroppo non essendo laureata in medicina nella mia ignoranza mi fido di quello che mi dice il medico... Comunque la ringrazio per le esaurienti risposte. Domani andrò dall'infettivologo. Secondo lei i problemi di dolori articolari(che mi sono passati con il cortisone) andrebbero indagati visto che a questo punto non c'entrano con la cistite?
Al pronto soccorso mi hanno consigliato anche una visita immunologica.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora cara,
la fantasia è del Medico lei non ha colpa alcuna! Purtroppo mi rendo conto che un Paziente non può fare il medico altrimenti ciascuno si curerebbe da solo.
Per i suoi problemi articolari, passati con il cortisone, va fatto qualche esame del sangue per escludere l'Artrite Reumatoide o altre forme reumatiche e per vedere se c'è ancora infiammazione in atto malgrado lei non abbia più dolore.
Se l'infettivologo da cui andrà domani è una persona "sveglia" verranno pure a lui i dubbi che sono venuti a me e, se lei gli fa la stessa domanda sulla infiammazione delle ginocchia, probabilmente le prescriverà gli stessi esami a cui sto pensando io adesso.
Mi raccomando, mi faccia sapere. Se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille ancora! La aggiornerò sicuramente.
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
A presto , allora!
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, mi faceva piacere aggiornarla.
Dunque sono stata dall'infettivologo il quale mi ha consigliato tutta una serie di esami fra qui tipizzazione linfocitaria, assetto immunologico, ves, pcr, e altri per escludere malattie infettive. Inoltre mi ha consigliato una visita dall'otorino( che mi ha solo trovata piena zeppa di muco e anche lui mi ha consigliato esami immunologici), una eco addome e delle stazioni linfonodali (l'ecografo,molto ben preparato, mi ha detto che ho tutto perfetto anche lui mi ha consigliato esami immunologici e di indagare di più su questo colon irritabile che per lui può essere una disborsi intestinale che mi si ripercuote anche a livello immunitario), mi sono stati prescritti anche coprocoltura e ricerca di parassiti amebe e giardia. Mi ha anche visitato un medico di medicina interna (all'esame obiettivo mi ha detto che non alcun tipo di problema ma anche lui mi ha consigliato esami immunologici). Ora sto attendendo gli esiti. Nessuno sembra aver preso in considerazione la presenza di candida albicans a livello orale. Io nel frattempo ho iniziato a prendere codex 2xompresse due volte al gg, tutte le mattine mangio yogurt intero bio, viramine e bustine per il sistema immunitario. Ho drasticamente ridotto tutti i tipi di zucchero. Vediamo se succede qualcosa. Lei può darmi altri consigli? Ho saputo che anche assumere un bicchiere di acqua con un cucchiaino di bicarbonato può essere utile a livello intestinale... Me lo consiglia?
Grazie ancora
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Benissimo,
concordo in pieno con le indagini per valutare il suo assetto immunitario e i suoi indici di infiammazione.
Per quanto riguarda il probiotico ha fatto una buona scelta perchè essendo anche il Saccaromyces Boulardii un lievito compete attivamente con la Candida a livello intestinale.
Io non le consiglierei di assumere acqua e bicarbonato, se non ha acidità di stomaco.
Con mezzo cucchiano di bicarbonato in poco più di mezzo bicchiere d'acqua può utilemente effettuare degli sciacqui e anche dei gargarismi (se li sa fare) più volte nella giornata , ad libitum.
Ciò particolarmente dopo aver mangiato e prima di andare a letto dopo aver lavato i denti.
Otterrà così un innocuo ambiente orale alcalino nel quale la Candida avrà serie difficoltà di crescita.

Mi tenga aggiornato sugli esami, se vorrà.
A presto,
Dott. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Grazie, è sempre molto gentile e disponibile. Le farò sapere! Buon weekend
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Anche a lei.
Dott. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore, ho ricevuto gli esiti dei primi esami del sangue (purtroppo non sono ancora tutti)
GLICEMIA 82mg/dl (75-110)
CREATININA 0.66mg/dl (0.50-1.10)
SIDEREMIA 157* mg/dl (37-145)
GOT AST 20U/l (0-40)
GPT ALT 10U/l (5-35)
PCR O.14 mg/dl (0.01-0.75)
VES 6mm (2-12)
FERRITINA 48,80 nanog/ml (10-230)
TRANSFERRINA 257mg/100ml (200-360)
T.r.i.b.c. 321 gamma/100m (265-450)
Hiv 1-2 agab non reattivo

A quanto pare ho solo il ferro un po' alto, non so se sia rilevante...
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
No non è rilevante.
Gli esami che posta sono del tutto normali.
A presto,
Dott. Caldarola.
[#16] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore,
Oggi ho ricevuto gli esami immunologici
AUTOANT ANA NEGATIVO
AUTOANT ANTIDNA NATIVO NEGATIVO
AUTOANTI ANTI AMA NEGATIVO
AUTOANT ANTI CITOPLASMA NEUTR NEGAT

ANTC ANTI PR3 0.10 (inferiore a 4 IU/ml)
ANTC anti MPO 0.10 (inferiore a 5 IU/ml)

REUMA TEST 10 UI/ml (inf a 20 UI/ml)

Ora questi esami mi ero stati prescritti al pronto soccorso da una dottoressa che mi aveva detto di aspettare un mesetto perché avevo preso il bentelan (terapia di due compresse da 1 mg per 4 gg terminata l sera del 6/9) gli altri dottori che ho visto mi hanno detto di farli lo stesso perché 4 gg di bentelan non alterano niente, gli esami comunque sono stati fatti il 16/9 ( 10 gg terminata la terapia) posso stare tranquilla? Eventualmente la terapia antibiotica che ho fatto con la levofloxacina può alterare questo tipo di esami?

Per quanto riguarda la mia salute generale da quando sto facendo questa "dieta" la mia dissenteria mattutina è peggiorata... Forse lo yogurt mi dà fastidio.. Proverò per qualche gg a sospenderlo..
Grazie ancora
[#17] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Bene,
mi pare che possa ulteriormente tranquillizzarsi.
La Levofloxacina non interferisce con questi esami.
Sia serena.

Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#18] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno, oggi ritirare altre analisi
I valori alterati sono
Linfoc t cd3+ Val Ass 2239 (1100-1700)
Linfo t helper cd3+ cd4+ 1269 ( 700-1100)
Protidogramma
Gamma 20,4% (11,1-18,8)

Dopo una settimana senza zucchero pane ecc ieri ho mangiato dei dolcetti ad un compleanno
Sono stata dalle 6 di stamani mattina alle 8 con forti scariche diarroiche, eruttazioni e crampi. Inoltre ho iniziato ad avere abbondanti perdite bianche e dense a livello genitale. Ho preso subito appuntamento con la ginecologa
Sono sempre più convinta che il mio problema possa essere legato ad una candidemia...
[#19] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Il suo pannello immunitario non denota alcun deficit dell'immunità cellulo mediata.
La candidemia, cioè la setticemia da Candida Albicans, non le fa venire la diarrea e le perdite vaginali dopo un dolcetto.
Le provoca una disseminazione del patogeno in tutti gli organi per cui lei finisce in terapia intensiva o in rianimazione.
Vada dalla Ginecologa indubbiamente, ma io le consiglio anche di curare la sua patofobia, e l'ansia che ne deriva, rivolgendosi ad uno psichiatra o ad uno psicoterapeuta o ad entrambi.

Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#20] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Salve, sono già anche seguita da una terapeuta proprio da quando ho iniziato ad avere questi problemi intestinali. Forse mi sono espressa male non intendevo una candida sistemica ma ho sentito molto parlare della cosiddetta sindrome da lieviti caratterizzata da una eccessiva proliferazione della candida a livello intestinale che può dare tutta una serie di fastidi che sono molto simili a quelli che ho (sinusite, diarrea, stanchezza, mal di testa, alterazioni dell'umore )
[#21] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Forse un rinforzo farmacologico prescrittole da uno psichiatra potrebbe farla stare meglio prima e rendere più fruttuoso il percorso psicoterapeutico.
La candidosi intestinale si diagnostica con un esame delle feci specifico per la ricerca di Candida Albicans integrato da un tampone rettale.
Se la candida non c'è si archivia la quaestio.
Se la Candida c'è si cura con i farmaci adatti, molto efficaci e ben tollerati: i Triazolici.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.