pfo  
 
Utente 136XXX
salve, da qualche anno ho degli episodi di amaurosi fugace, a distanza di 1/2 settimane mi si appanna lentamente la vista ad un occhio fino a chiudersi completamente per poi riaprirsi la vista e ritornare normale. Nel 2009 ho effettuato una risonanza con contrasto e visite oculistiche con risultati negativi al che convinta di non trovare una soluzione al problema ho accantonato il tutto fino all'anno scorso dove sono rimasta incinta e durante la gravidanza oltre agli episodi di amaurosi ho avvertito delle alterazioni cardiache, al che ho fatto una ecografia al cuore è una eco trans cranico con micro bolle dove sono risultata positiva e mi hanno diagnosticato forame ovale pervio, essendo in gravidanza non ho potuto approfondire con una eco trans esofageo e non ho fatto alcuna terapia con cardioaspirina.
ora ho partorito da circa 7 mesi con taglio cesareo dove gli episodi di amaurosi erano scomparsi, da circa un mese si sono ripresentati gli episodi di amaurosi soprattutto se esposta a luce molto intensa con la solita perdita della vista occhio sinistro x circa 30 secondi . Ora non so come procedere dovrei tornare dal cardiologo per effettuare una eco transesofageo x confermare il PFO e valutarne la chiusura o effettuare una nuova risonanza? La mia paura più grande e che tutti questi sintomi possano scatenare un ictus! Mi devo preoccupare?? E gli episodi di amaurosi sono correlati al PFO?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innanzitutto inizi ad assumere aspirina quotidianamente poi programmi una ecografia transesofagea per confermare il sospetto di PFO la sua dimensione e la possibilità tecnica di chiusura

Non rimandi troppo l esame

Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie