Utente 358XXX
Buongiorno,
racconto brevemente la mia storia: utilizzavolenti a contatto per miopia ed avevo avuto qualche episodio di cheratite da LAC, poi risolte dopo intervento LASIK eseguito con successo nel 2005.
Nel 2007 mi sveglio dopo una giornata al mare con l'occhio arrossato. L'episodio fu riconosciuto inizialmente come infezione batterica infiltratasi nel lembo LASIK ma dopo alcuni giorni di mancato miglioramento in PS oculistico mi dissero (in modo poco convinto non essendo visibili lesioni dendritiche) che la causa sarebbe potuta essere erpetica, introducendo dunque una terapia antivirale.
Da allora ho sempre avuto infiammazione latente tenuta sotto controllo con colliri cortisonici. Periodicamente si sono ripresentate infiammazioni che nel tempo hanno compromesso la mia capacità visiva all'occhio sx.
In questo periodo pur vivendo in Sardegna ho consultato svariati oculisti in giro per l'italia con l'unica diagnosi di leucoma corneale esito di cheratite. Unica soluzione proposta:trapianto di cornea.
Nessuno purtroppo mi ha saputo dare risposta sulle cause con risposte variabili da erpetiche a acantoameba, da occhio secco a malattie autoimmuni, da ipersensibilità e basse difese immunitarie a reazione alla cicatrice corneale presente.
Una quindicina di giorni fa si è ripresentato un arrossamento che è andato a peggiorare. Appena rientrato in italia mi sono recato dal mio oculista che ha prescritto una terapia di Virgan 5xdie + Exocin 3xdie + bendaggio diagnosticando una moderata ulcera corneale e dunque la necessità di riepitelizzazione prima di re introdurre una terapia antinfiammatoria.
Al 3°giorno la sensazione di fastidio oculare è blanda. E' presente una forte iperemia congiuntivale (maggiore che all'inizio del bendaggio). La visione, già molto offuscata, non è migliorata. Leggera fotofobia e lacrimazione. Non è presente alcun dolore (ma non era presente nemmeno prima).
Possibile che non sia fattibile e non mi sia mai stato indicato qualche esame specifico(film lacrimale, sangue, raschiamento corneale della lesione) per identificare l'esatta causa del mio problema?
Come mai mi viene data una terapia antivirale se le lesioni corneali non sembrano erpetiche?
Come mai l'ulcera che dovrebbe essere dolorosa invece non mi fa male ?
In passato ho effettuato per conto mio l'analisi del sangue periferico e del film lacrimale per ricercare HSV1 e HSV2 ma ha dato esito negativo (in quel periodo però non avevo pero fenomeni attivi sull'occhio e potrebbe dunque non essere significativo?).
Dovrei andare in ospedale subito, ora che il problema è attivo, per indagarne le cause?
Sono preoccupato, sopratutto sull'effettuare un trapianto senza avere una diagnosi della cause. Mi è stato suggerito il San Raffaele a Milano con l'equipe del Prof Rama come centro dove forse potrebbero darmi maggior risposte ma sono talmente sfiduciato che non so se a questo punto in Italia siano in grado di curarmi e non sia meglio recarmi all'estero.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
sue domande
1)”Sono preoccupato, sopratutto sull’effettuare un trapianto senza avere una diagnosi della cause. Mi è stato suggerito il San Raffaele a Milano con l’equipe del Prof Rama come centro dove forse potrebbero darmi maggior risposte”

RISPOSTA
Mi pare che PAOLO RAMA e la sua equipe siano la migliore soluzione al suo problema

2)...”sono talmente sfiduciato che non so se a questo punto in Italia siano in grado di curarmi e non sia meglio recarmi all’estero.”

RISPOSTA
Negli anni scorsi probabilmente c’erano Istituti clinici nel mondo forse superiori all’eccellenza italana , negli ultimi 50 anni le cose sono molto cambiate e siamo noi al TOP con pochi paesi...
poi valuti LEI
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dottore, Grazie mille delle risposte.