Utente 396XXX
Salve
Mio figlio autistico di 25 anni e' in cura con 20mg di zyprexa (10 la mattina e 10 la sera fino a quando ha funzionato ora 10 la mattina e 10 alle ore 15)
1000 di depakin chrono (500 la mattina con zyprexa e 500 la sera)

Ultimamente ho inserito il valium gocce perché ha molta ansia per la sua elevata ossessività e controllo dell'ambiente.

Purtroppo lo zyprexa (come e' successo in passato sia con il risperdal che con il seroquel )ha funzionato benissimo anzi meglio degli altri, per circa 7 mesi poi sono ritornate ossessioni molto limitanti che coinvolgono anche la famiglia rituali richieste di ripetizioni cose da 0 a 10 ...10
So benissimo che lo zyprexa non agisce contro le ossessioni ma nei primi mesi di cura indirettamente aveva funzionato perché il ragazzo stava bene ma sembra che metabolizzi presto questo tipo di farmaci. Addirittura provando a somministrarglielo tutto insieme per qualche giorno ha avuto una forte sedazione iniziale per poi avere come un effetto rimbalzo dopo qualche ora con ossessività triplicata...

A questo punto lo specialista ha prescritto la fluvoxamina . Aveva privato nel 2012 la paroxetina per diminuire l'ossessività ma ebbe delle reazioni di irritabilità e aggressività molto intense e dovemmo interrompere. Ora viene prescritta fluvoxamina perché e' diversa e ha una componente ansiolitico. Che ne pensate?
Ho letto che e' un inibitore dell'olanzapina ma allora andrebbe diminuito il dosaggio dell'olanzapina? E comunque non sembra che L'olanzapina sia efficace come prima anzi...quindi non e' una buona base per inserire la fluvoxamina forse

Chiedo cortesemente considerazioni su questo tema

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
". Ora viene prescritta fluvoxamina perché e' diversa "

No, non direi che sia diversa. E' della stessa categoria.

Inibitore dell'olanzapina, ma non dell'effetto, del metabolismo, quindi se mai può essere necessario ridurre l'olanzapina perché ne aumenta l'effetto.

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dott Pacini
Intendevo proprio il fatto che la fluvoxamina rallentando il metabolismo dell'olanzapina ne aumenta l'effetto quindi come immaginavo andrebbe ridotta.

Della fluvoxamina mi e'. Stato detto che avendo una componente ansiolitica non avrà lo stesso effetto attivante e irritante come ebbe la paroxetina. Ma secondo voi c'è' invece da aspettarsi più o meno quello che produsse la paroxetina in lui 4 anni fa e cioè irritabilità aggressivita verso oggetti e se stesso..?

Ed e' possibile ciò che sto vedendo io, che dopo pochi mesi lo zyprexa che funzionava bene adesso abbia un effetto rimbalzo dopo poche ore?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Dipende se la paroxetina anni fa fu data da sola è un conto, altrimenti con sopra una copertura come quella di adesso è diverso.

I farmaci contro le ossessioni in realtà sono farmaci contro il doc. Quando la diagnosi è diversa, non è detto che anche altri farmaci migliorino il fenomeno, perché incidono su una matrice biologica che non è la stessa.

[#4] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
La paroxetina fu data non da sola ma con una copertura sotto di risperdal e depakin proprio perché come ha detto lei non si tratta di un doc ma di ossessività elevata in soggetto autistico ma purtroppo la paroxetina anche se supportata dall'antipsicotico e dallo stabilizzante dell'umore ebbe effetti devastanti.
Lo stesso specialista però mi prescrive ora (dopo il ritorno di ossessioni molto serie) la fluvoxamina con base di depakin e zyprexa già preesistente (cura più efficace del risperdal ma che però comincia a non essere più efficace come prima anzi ..)

Quindi l'effetto ansiolitico della fluvoxamina non e' secondo lei un aspetto rilevante che può differenziarlo negli effetti dalla paroxetina ?
[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sono farmaci appartenenti alla stessa classe, non ci vedo niente di fondamentalmente diverso in questo schema rispetto al precedente. A volte si risponde in modo diverso per motivi non chiari, ma sono sostanzialmente entrambi antidepressivi ssri con analoghe indicazioni.
[#6] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dott. Pacini. A questo punto ritengo molto rischioso fargli assumere la fluvoxamina.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questo non saprei, si consulti meglio col medico, non prenda decisioni sulla base di questo consulto.
[#8] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Sì certo dottore
Ora però la situazione è' cambiata perché l'ossessivita è' aumentata ulteriormente con irritabilità quindi il discorso del fevarin è' accantonato per il momento. Purtroppo la terapia zyorexa depakin non funziona più ed essere costretti a somministrare benzodiazepine o tranquillanti maggiori tipo prozin per andare avanti un pochino meglio è' assurdo quindi mi è' stato detto di inserire il leponex per il momento 50mg senza diminuire zyorexa al momento è poi in seguito togliendo 5 di zyorexa (ovviamente facendo gli esami per il leponex come da linee guida ecc) . Lo aveva già provato anni fa ma con forte scialorrea notturna che lo faceva tossire di continuo.
Ma se è' accaduto allora accadrà anche questa volta ..quindi credo che saremo costretti a sospenderlo di nuovo o esistono rimedi per la scialorrea cosa che mi sono dimenticata di chiedere?ovviamente può rispondere senza dire il nome del rimedio

Grazie
[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, per la scialorre esistono farmaci che riducono la salivazione, il medico presumo li conosca.
Strano l'inserimento del leponex insieme all'olanzapina, in genere si sostituisce.
[#10] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Si infatti io non voglio assolutamente mantenere due farmaci della stessa categoria ma lo specialista ha detto che prima vediamo come va credo per pochissimi giorni e poi fare lo switch e la mia preoccupazione era appunto la scialorrea..
Lo specialista data la situazione critica vuole andare cauto perché i cambi sono sempre traumatici ma domani gliene parlo perché credo che come le altre volte l'inserimento del nuovo che corrisponde a una diminuzione dell'altro dura tre giorni poi aumento ulteriore e diminuzione ulteriore del vecchio e così via
Non sono per niente convinta ma peggio di così...

Grazie dottore
[#11] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Da stasera devo iniziare il leponex 50 e togliere 5 di zyorexa (da 20 a 15) e poi aumentare ogni 4gg se sopporterà la scialorrea fino a 200 scalando lo zyorexa. E un prelievo a settimana per un mese e poi una volta al mese (formula leucocitaria) . Ho letto però che i prelievi settimanali andrebbero fatti per 18 settimane non per un mese...
Lei che ne pensa?
E poi che rischi ci sono in questo passaggio che mantiene i due antipsicotici contemporaneamente?

Grazie
[#12] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

I prelievi settimanali sono indicati per le prime 34 settimane.
[#13] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve
Ho aspettato prima di iniziare il leponex e diminuire lo zyorexa perché l'ossessivita è' veramente alta e poi non dorme la notte ecc.. Allora stamattina sono stata costretta , insieme al l'assistente domiciliare a chiamare il 118 perché era così ossessivo che non ci faceva vivere ed era un'ossessione dietro l'altra tipo metti a posto i piedi o il tappeto è' sporco ma ripetute tantissime volte oppure è' stato tantissimo a mettere in linea due telecomandi e noi immobili dovevamo stare altrimenti si picchiava (queste cose così acute non c'erano mai state anche se l'ossessivita è' sempre stata una sua caratteristica ma con zyorexa e depakin per 7 mesi era stato benissimo) ) . Avevo dato un tavor da 2.5 meno un pezzettino perché in questi giorni do il tavor per respirare qualche ora ma lui anche se sedato era ancora ossessivo. Hanno chiamato due psichiatri di questo distretto sanitario e hanno detto che lui prende il depakin e quindi il leponex andrebbe dato sottodosato e quindi meglio di no altrimenti avrebbe bisogno di altro e suggeriscono di aumentare il depakin e dare 900 mg di gabapentn al gg e poi inserire abilify con lo zyorexa che già prende perché dice che l'abilify faccia riacquisire efficacia all'olanzapina...

A parte il fatto che ho detto di no perché in passato l'abilify lo irritava molto... Ma a voi risulta questa cosa?

Inoltre in una situazione del genere inserire il gabapentin e aumentare il depakin ha più senso che sostituire lo zyorexa con il leponex?
E secondo voi questo tavor o benzodiazepine in genere non aggravano il problema ?

Grazie
[#14] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Hanno chiamato due psichiatri di questo distretto sanitario e hanno detto che lui prende il depakin e quindi il leponex andrebbe dato sottodosato "

Perché ?

"l'abilify faccia riacquisire efficacia all'olanzapina..."

Detto così no, se mai funzionano insieme, che significa fa riacquisire efficacia etc... ?

Le ipotesi finali da quale fonte vengono, non è chiaro.
[#15] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
È infatti hanno detto che depakin è leponex si potenziano a vicenda ...(più che altro uno di loro parlava , sono psichiatri dell'Asl) e riguardo al l'abilify veniva detto che poteva essere usato con lo zyorexa che già prende perché permetterebbe di fare rimanere l'olanzapina ad alcuni recettori più a lungo...

Comunque io avevo già provato l'abilify in passato da solo e non va bene

Lo specialista che invece aveva già prescritto il leponex è' quello che lo segue privatamente

Io chiedo più che altro , dato che loro stamattina consigliano di inserire 900 mg di gabapentin aumentare il depakin da 1000 a 1500 e lasciare lo zyprexa, se in una condizione come quella che ho spiegato abbia più senso insistere con questa cura con questo inserimento di gabapentin e aumento depakin oppure sostituire lo zyorexa con il leponex

Grazie
[#16] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se si potenziano a vicenda, e quindi bisogna darne di meno, allora perché poi "meglio di no altrimenti avrebbe bisogno di altro", mi pare un ragionamento che si contraddice da solo.

Il gabapentin serve ad altro rispetto a leponex o abilify. Il depakin si dosa per sapere quanto ne serve, 1000 o 1500 non significa niente di preciso, sei fa appositamente il dosaggio ematico per sapere quanto ne serve.

Pertanto, non mi paiono due strade di uguale senso, quella di cambiare antipsicotico o di inserire il gabapentin.
[#17] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Infatti il ragionamento si contraddice da solo..

Il gabapentin lo darebbero contro l'ansia e il depakin ha fatto il prelievo stamattina ma era sempre stato da quando ne prende 1000 sui 58 o 68 quindi basso.

Io chiedo cosa sembra più sensato in questa situazione critica perché uno switch farmacologico da zyorexa a leponex può essere più traumatico ma forse più efficace che mantenere lo zyorexa che ormai ha perso efficacia aumentando depakin e inserendo gabapentin

Grazie

[#18] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

58/68 è un dosaggio già sufficiente, sopra 50.

Ripeto, sono due cose diverse, Una integrazione con un farmaco per l'ansia, o cambiare l'antipsicotico.

[#19] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta
Proprio perché sono due cose diverse ,dottore, io chiedo se le sembra più appropriato in questa situazione aggiungere un farmaco per l'ansia o cambiare antipsicotico se può dirmelo

Grazie
[#20] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questo non saprei, diciamo che la scelta clozapina è in genere legata alla presenza di psicosi o di violenza ricorrente.
Il gabapentin è un farmaco anche anti-impulsivo, per lo più usato però come aggiunta per il controllo dell'ansia.
[#21] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta chiara
Qui si tratta di autismo e di ossessività acuta accompagnata talvolta da uno schiaffo su se stesso ma potrebbe forse degenerare. Il comportamento ossessivo è' aumentato ultimamente ma sono già più di due mesi...come se l'olanzapina non avesse più efficacia. Sarebbe opportuno quindi provare con il gabapentin se veramente controlla l'ansia ed è' antimpulsivo e non interagisce con il depakin
Oppure per un comportamento così fortemente invalidante può non bastare e si perde solo tempo e allora è' meglio inserire il leponex?
Grazie ancora per le risposte
[#22] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non so quali ragionamenti siano stati fatti, in ogni caso depakin e clozapina si utilizzano insieme senza particolari problemi.
Se la questione è solo l'aspetto della violenza, possono andar bene entrambi perché non è un'azione sulla diagnosi quanto su un tipo di manifestazioni.
[#23] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottore!
[#24] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore
Ho ritirato i risultati del prelievo del sangue di mio figlio è l'acido valproico è' a 109 nonostante prenda lo stesso dosaggio di prima quando fece l'ultimo prelievo e cioè 1000 chrono.
Sarà stato il tavor a fare aumentare il valore ?(unica variazione rispetto all'ultimo dosaggio dove prendeva lo zyorexa come ora perché ancora non ho proceduto alla sostituzione dello zyorexa con il leponex) A questo punto è' opportuno calarlo? Mi viene detto che si può arrivare a 120 nel sangue anche se il limite è' 100 e gli altri valori del fegato sono normali a parte gamma gt a 80

E se il valore è' alto così, potrebbe allora essere dovuto al depakin questo peggioramento delle ossessioni e del l'ansia improvvise?

Grazie



[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

I valori fluttuano un po', non vedo nesso col tavor.
Il dosaggio è poco sopra il limite, poi bisogna vedere se c'è ragione di tenerlo così o di calarlo, su questo ci penseranno i colleghi.

Non credo sia legato al valproato il discorso dell'ansia, anzi di solito si dà anche per questo.
[#26] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015

Grazie mille dottore


[#27] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Non avendo ancora iniziato la sostituzione dello zyorexa (ne prende ancora 20mg) con leponex ( problemi miei per i prelievi settimanali e il rischio di miocardite) mi è' stato detto di provare prima a calare il depakin da 1000 a 600 con i suoi tempi e a inserire surmontil 10 gocce la sera poi vedere come va ( sostituendolo con il dalmadorm che prende attualmente la sera) e poi inserirlo anche il giorno (deciderà poi il dosaggio) diminuendo di 5 o 10 mg lo zyorexa
Ma possono poi convivere zyorexa e surmontil?
Inoltre essendo un antidepressivo non c'è' il pericolo che lo attivi dato che è' molto molto ossessivo ma è' già stato appurato che non reagisce affatto bene con gli antidepressivi tipo paroxetina ( infatti era stata proposta la fluvoxamina ma per il momento accantonata )
Cioè ricapitolando possono convivere zyorexa e surmontil?
Surmontil può essere troppo attivante?

Comunque ho il leponex pronto nel cassetto come extrema radio in caso non dovesse andare bene
Grazie
[#28] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Possono convivere. A quelle dosi in genere non esplica un effetto antidepressivo.
[#29] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve ho iniziato a dare il leponex a mio figlio che prende adesso 800 di depakin e sono 6 giorni che non prende più zyorexa e prende dalmadorm la sera. Però nei giorni passati aveva preso clopixol 20 gocce al giorno per 6 gg che per due giorni gli aveva dato incontinenza pipì addosso e poi ha avuto un disturbo extra piramidale, era tutto curvo non riusciva a stare dritto tremore ecc... Quindi all'ospedale hanno somministrato flebo di akinenton poi en perché era agitato poi ipnovel tre volte ma non ha mai dormito ma il disturbo è' scomparso questo è' accaduto mercoledì scorso. Però un pochino di disturbo c'è' ancora in serata io non ho somministrato le pasticche di akinenton perche comunque è' quasi scomparso.
Ora sono due giorni che prende leponex 25 alle ore 18 e stasera ha urinato sul divano ..sarà il leponex o ancora il disturbo dell'altro farmaco che aveva preso solo per 6 giorni?
Inoltre dopo circa un'ora dal l'assunzione del leponex arriva un'impennata di ossessività paurosa...saranno coincidenze o sarà il leponex? Mi viene detto di continuare perché è' troppo presto per giudicare ma la cosa mi preoccupa
Che ne pensate?
Grazie
[#30] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"io non ho somministrato le pasticche di akinenton perche comunque è' quasi scomparso. "

Non so se questa è l'indicazione che ha ricevuto è questa, ma in generale la copertura con akineton si abbandona in ritardo rispetto alla sospensione dell'antipsicotico, perché l'effetto dura ancora un po' oltre la sospensione dell'antipsicotico.

Il resto è invalutabile dopo pochi giorni.
[#31] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottore si in effetti avevano detto di dare akinenton per 4 giorni. Adesso comunque da quel punto di vista non ci sono problemi. Però ora sono due giorni che è' a 50 di leponex (25 + 25) e le ossessioni sempre peggio..allora per non aumentare troppo velocemente mi viene detto di dare tranquillamente il prozin fino a che non saremo a 100 di leponex, ma io sono perplessa perche comunque prende anche il dalmadorm la sera ma soprattutto perché avendo avuto da poco un disturbo extra piramidale con Clopixol non sarà rischioso dare il prozin? E poi come ci accorgiamo dei benefici o effetti negativi del leponex se metto il prozin? Andrà poi tolto quando il leponex è' a 100 e se va male andrà sospeso anche il leponex.
Mischiare questi due neurolettici invece di provare più dalmadorm o un'altra benzodiazepine non è strano?

Grazie
[#32] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Strano non è, è che in questi casi in realtà, se non c'è una cura standard perché non è una diagnosi classica, si tentano diversi schemi sulla base di analogie con altre sindromi.
[#33] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve
Mio figlio adesso prende 100 di leponex 800 depakin chrono e 10 sycrest e 30 dalmadorm la sera ma la benzodiazepine da tanto ormai circa tre mesi...
Prende leponex dal 12 novembre ma a dosaggio pieno dal 18 novembre anche se siamo anche arrivati a 150 ma poi tornati indietro. Dato che era comunque molto ossessivo che è' il suo problema principale che a volte sfocia in qualche schiaffo per se stesso...per un periodo è' stato aumentato il depakin a 900 però con 900 e poi 125 di leponex era troppo sedato è inoltre più nervoso allora è' stato calato di nuovo a 800 poi il leponex da 125 a 150 per un po' di giorni ma era ingestibile dal l'ossessivita e la grande scialorrea è un po' di enuresi notturna saltuaria allora è' stato ridotto a 100 e niente più enuresi nel contempo la scialorrea è' diminuita però il comportamento ancora ingestibile...quindi è' stato aggiunto il sycrest prima 5 e subito molto meglio a livello comportamentale e poi 10 bene se dato nel pomeriggio però con nuovi problemi nel dormire . Comunque meglio poi dato che comunque ancora la situazione era abbastanza instabile 3 gg fa è' stato aumentato il sycrest a 15 (10 e 5 ) ed è' peggiorato tantissimo specialmente ieri che ha avuto una giornata di ossessività acuta ingestibile completamente e ci è' toccato dare il prozin...ieri ho dato solo 10 di sycrest ma la domanda è'
Lui ora prende 800 depakin poi 100 leponex e 10 sycrest più 30 dalmadorm
È' possibile che il leponex lo irriti? Perché sembra che il picco delle ossessività avvenga dopo il leponex....Oppure che ci vuole così tanto a raggiungere un effetto terapeutico che risulta ancora scoperto? Oppure è' sottodosato e il fatto che stava peggio a 150 e' solo un caso perché comunque era ancora scoperto per la lentezza del farmaco a manifestare la sua efficacia?
Perché ora stanno parlando di toglierlo e sostituirlo con il sycrest del tutto ma anche quello dopo averlo aumentato è' stato peggio e non vorrei non aver aspettato abbastanza per il leponex. Da dire però anche che per la scialorrea è eventuale enuresi notturna la dose più di tanto non può essere aumentata e lui ne prende 100 ma ha 25 anni e pesa 85 chili. Inoltre ha difficoltà di deglutizione che mi è' stato detto dal medico che è' il leponex
Grazie

[#34] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'unica cosa che si può dire è che queste associazioni rimangono poco interpretabili, a parte alcuni effetti collaterali caratteristici dell'uno o dell'altro farmaco, tipo la scialorrea da clozapina.
L'associazione dei due in particolare può essere un modo per ovviare alla tolleranza limitata alla clozapina, ma i risultati attesi non sono conosciuti, cioè non è chiaro se valga la pena.
[#35] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore
Purtroppo il leponex è' andato male perché in associazione con il sycrest ha procurato una specie di collasso ed è' stato sospeso..quindi altra odissea adesso dopo che il sycrest da solo (20mg) in due somministrazioni, dopo 5 gg di benessere ha dato sintomi extra piramidali (strano non sarà stato mica la sospensione del leponex le chiedo?)è' stato sospeso riprovato lo zyorexa ma ancora non funziona dopo 2 mesi di non assunzione o forse era perché aveva assunto akinenton per gli extra piramidali che lo agita, quindi ho dato prozin 150 mg e depakin 800 come sempre e valium in attesa di una cura insomma poi hanno provato abilify un giorno un disastro diventato anche aggressivo e poi adesso
Invega 3mg
Il resto per ora inviariato prozin 150 e depakin 900 però
Valium come prima 33 gg in tutto
Dalmadorm da calare perché non funziona più e inserito gabapentin 600 (300 e 300 ) ma lo eccita un po' anche se sembra conciliare il sonno ma non sempre

Dopo L.assunzione di invega sono 5 gg che il ragazzo sta meglio ma permangono impennate ossessive ingestibili. Comunque sorride è' meno rigido nelle ossessioni a volte.
Dobbiamo aspettare qualche giorno ma già mi è' stato detto che porterà a prolattina alta irritabilità e forse sintomi extra piramidali...(il risperdal a lui aveva alzato enormemente la prolattina e reso irritabile dopo due mesi di benessere completo)
Due giorni fa ha fatto pipì addosso non tutta un po' allora ho interrotto gabapentin pensando che fosse quello ma mi è' stato detto che può essere invega quindi già un segno di sintomi extra piramidali in arrivo???
Attendo risposta anche sul fatto dei sintomi extra piramidali sopravvenuti un mese fa dopo 6 giorni di sospensione di 75 di leponex se attribuibili a questo oppure all,assunzione di sycrest 20mg a dosaggio pieno da 5 gg..
Grazie
[#36] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come le dicevo, è impossibile fare queste distinzioni. Se sono sintomi dovuti al nuovo farmaco, rimarranno, tutto qui.
[#37] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Quondi va cambiato . Mica può stare così . Va cambiato e subito se permangono .non vedo perché debba tenersi questi sintomi..sarebbe la morte
E per quanto riguarda i sintomi extra piramidali possono essere stati causati dal sycrest o dalla sospensione del leponex?

Grazie
[#38] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' la risposta che ho appena dato quella sugli effetti extrapiramidali.
[#39] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore
Ancora non abbiamo diminuito le ossessioni nonostante venga applicato anche un l'intervento educativo. L.invega è' risultato troppo attivante quindi ora hanno dato trittico contramid 150 da portare poi a 300 per vedere se funziona come anti ossessivo ma fino a martedi di non può fare nessun cambiamento e lo prende da una settimana. Oltre al trittico prende 900 depakin chrono e 150 prozin che prendeva anche prima e poi valium che sto calando come mi è' stato detto, una goccia al giorno ora siamo a 25 gocce.

Il ragazzo non è' più molto irritabile sorride di nuovo e finalmente dorme la notte..ma le ossessioni sono ancora estenuanti e forse peggio anche se non più accompagnate da forte agitazione ma più lente più lunghe perche lui ' tutto un po' rallentato a volte ha anche poco equilibrio. Non capisco perché mi facciano aspettare così tanti giorni a calare il prozin e aumentare il trittico. Lo decideranno martedì.
Ma il trittico potenzia il prozin o anche il depakin?
Con l'aumento del trittico contramid a 300 mg c'è' da aspettarsi troppa attivazione?

Grazie
[#40] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non capisco che c'entri il trittico con le ossessioni, né che senso abbia, se si parla di eccessiva attivazione, salire con un antidepressivo e calare l'anti-agitante, che sarebbe il prozin per esempio.
Sarebbe più utile ragionare sul semplice che sul complicato, qui termini tipo attivante o non attivante chiariscono poco e non sono neanche facilmente attribuibili quando si prendono farmaci diversi.
[#41] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Infatti ma così mi è' stato detto cioè che il trittico va portato a 300 perché può avere un'azione anti ossessiva dato che lui non tollera gli altri antidepressivi..e è' anche sedante. Però ora con 150 di trittico contramid 900 depakin e 150 prozin gli cala la pressione quindi pensano di aumentare il trittico dopo aver diminuito il prozin e magari mettere una base neurolettica diversa a basso dosaggio tipo il sycrest solo 5mg. Ora deve aspettare una settimana calando di 25 il prozin e la pressione in effetti si è' già quasi normalizzata. Il trittico ha fatto molto bene per il ritmo sonno veglia.
Però ho paura cosa succederà ad aumentare il trittico. Attivazione nel senso sarà più agitato come lo è' stato con la paroxetina è anche con l'abilify....oppure è' probabile che sia più equilibrato ? Non si può dire lo so, ma sulla base della sua esperienza...
[#42] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Essendo un antidepressivo, ha gli stessi rischi degli altri antidepressivi in termini di agitazione, contando sul fatto che si ritiene più blando (più sedativo no, la formulazione a rilascio prolungato è fatta apposta per evitare questa caratteristica).
Non direi che sia una delle terapie di scelta per il disturbo ossessivo, dopo di che che possa migliorare alcuni sintomi non è escluso.
[#43] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Dottore
Il trittico contramid 150 che mio figlio prende e che aveva ristabilito il ritmo sonno veglia ha già perso la sua efficacia riguardo al sonno e il buonumore che era sopravvenuto si sta trasformando di nuovo sempre più in agitazione sulle ossessioni o comunque in sbalzi di umore .Il problema è' che non dorme la notte..prende poi sycrest 5mg, depakin chrono 900 e tavor dai 2,5 ai 4 mg al giorno

E. Probabile che sia venuta fuori la componente antidepressiva del trittico e lo abbia agitato.?

Mi hanno detto di diminuire l'assunzione da 150 alla metà .
Così ho fatto ma non dorme . Ma è' la prima sera che prende 75 anziché 150. C'è' da aspettarsi un peggioramento dovuto a questo calo?
Poi mi hanno detto che a seconda di come va questa diminuzione, il trittico a rilascio immediato può essere più adatto per dormire.
Le risulta?

Grazie
[#44] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come dicevamo, se è un antidepressivo ha lo stesso tipo di rischi rispetto all'agitazione da antidepressivi.
Non vedevo comunque attinenza con le ossessioni come sintomo bersaglio.
[#45] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve di nuovo
Il trittico è' stato poi tolto, aveva dato molto beneficio all'inizio ma poi troppo attivante.
Adesso è' stato tolto il tavor che prendeva la sera e introdotto da ieri il frisium contro L'ansia perché avevano provato il lyrica ma lo agitava....

Quindi prende ancora 900 depakin chrono in tre dosi da 300
5mg di sycrest alle 12
50 nozinan alla sera

Frisium la mattina una capsula da 10 meno circa un terzo (sono capsule è' un po' difficoltoso) poi stessa quantità dopo pranzo e due capsule da 10 la sera.

È' un dosaggio alto il frisium circa 35 mg.?

Purtroppo non si capisce perché il sycrest 5mg sono stati miracolosi i primi giorni poi è' tornato ad essere molto ansioso e ossessivo anche se le ossessioni sono un po' diminuite. E poi aumentandolo a 10 (5 e 5) è' peggiorato e siamo tornati a 5.. Quindi ci tocca mantenere anche il nozinan perché questo sycrest non si riesce a capire se gli fa bene o male.

Ci sono esperienze con sycrest che crea ansia o che funziona solo per pochi giorni ?. Oppure forse sarebbe da riprovare ad aumentare? Perché gli aveva fatto tanto bene all'inizio e ora dicono che è' poco ma aumentando peggiora...così sembra .
E poi la domanda sul dosaggio del frisium che purtroppo è' costretto a prendere ora perché i 2 neurolettici non c'è la fanno a togliere l'ansia e tanto meno il depakin...

Grazie
[#46] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il sycrest è un antipsicotico, fuori da questo, se usato come sedativo, può essere utile in mille casi per qualche giorno e poi nulla più.
Il frisium è un ansiolitico, per cui non è qualcosa che possa avere effetto a lungo termine.
[#47] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Salve di nuovo
Il trittico è' stato poi tolto, aveva dato molto beneficio all'inizio ma poi troppo attivante.
Adesso è' stato tolto il tavor che prendeva la sera e introdotto da ieri il frisium contro L'ansia perché avevano provato il lyrica ma lo agitava....

Quindi prende ancora 900 depakin chrono in tre dosi da 300
5mg di sycrest alle 12
50 nozinan alla sera

Frisium la mattina una capsula da 10 meno circa un terzo (sono capsule è' un po' difficoltoso) poi stessa quantità dopo pranzo e due capsule da 10 la sera.

È' un dosaggio alto il frisium circa 35 mg.?

Purtroppo non si capisce perché il sycrest 5mg sono stati miracolosi i primi giorni poi è' tornato ad essere molto ansioso e ossessivo anche se le ossessioni sono un po' diminuite. E poi aumentandolo a 10 (5 e 5) è' peggiorato e siamo tornati a 5.. Quindi ci tocca mantenere anche il nozinan perché questo sycrest non si riesce a capire se gli fa bene o male.

Ci sono esperienze con sycrest che crea ansia o che funziona solo per pochi giorni . Oppure forse sarebbe da riprovare ad aumentare? Perché gli aveva fatto tanto bene all'inizio e ora dicono che è' poco ma aumentando peggiora...così sembra .
E poi la domanda sul dosaggio del frisium che purtroppo è' costretto a prendere ora perché i 2 neurolettici non c'è la fanno a togliere l'ansia e tanto meno il depakin...

Grazie
[#48] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Ma infatti il sycrest doveva essere il suo farmaco principale perché ha bisogno dell'antipsicotico ma sembra che dopo pochi giorni non faccia più effetto e aumentando da 5 a 10 peggiora. Lo prende giornalmente 5 sycrest alle 12 e la sera 50 di nozinan ma l'idea era quella di mettere il sycrest come unico antipsicotico insieme al depakin che prende da tanto tempo ma converrà' riprovare ad aumentare oppure se già una volta aumentando e' peggiorato per tre giorni allora non conviene privare?
Infatti si ritrova con soli 5 di sycrest e 50 di nozinan come antipsicotici ma non gli basta e per questo ci tocca inserire benzodiazepine
Grazie
[#49] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Noi stiamo parlando di un autismo, se non erro. In questo caso si ripropone il discorso di cui sopra: se un farmaco non utilizzato per la diagnosi per cui si conosce, magari è utile, ma non è detto che lo sia, si va empiricamente mi par di capire. Non c'è il farmaco "per l'autismo", semplicemente si cerca di trovare sulla base delle manifestazioni una combinazione efficace, per analogia con altri disturbi. Non è detto che però riesca.