Utente 493XXX
Buongiorno, ho 46 anni, non sovrappeso e non fumatore. Finora non ho mai avuto caviglie/piedi gonfi, invece 8 giorni fa mi sono svegliato con la caviglia destra gonfia e dolente (in particolare se stiro o contraggo il piede, e se indosso la scarpa per camminare). Non ho ricevuto traumi, non si tratta di una distorsione, ed il dolore che avverto non limita i movimenti e non lo associo né ai muscoli né all'articolazione. Il dolore si sente molto bene pigiando su tutto il lato interno della caviglia (il piede non è gonfissimo, ma non si distingue più il malleolo) e lungo tutta una linea che risale sul lato del polpaccio fin dietro il ginocchio. Visto anche che i miei globuli rossi tendono in generale verso l'alto, il mio medico mi ha consigliato di farmi visitare da un angiologo per escludere problemi a carico delle vene. Dalla visita e dall'ecodoppler non sono emersi problemi a carico dei vasi sanguigni. Poiché 8 anni fa quella caviglia è stata operata per riattaccare il tendine di achille, l'angiologo ipotizza che possa trattarsi di uno stato infiammatorio cronico dovuto alla cicatrice dell'intervento. Resta però il fatto che da 8 anni a questa parte quella cicatrice non mi ha mai dato problemi e l'arto è gonfio e dolente solo ora per la prima volta.

Per il momento sto mettendo una pomata a base di Arnica e prendo delle compresse di Ananase, nient'altro. Il piede resta tuttavia stazionario nelle medesime condizioni da 8 giorni.

Cosa mi consigliate di fare? Aspetto buono buono che questo gonfiore e questa dolenzia passino da sole, oppure mi suggerite di effettuare altro tipo di approfondimenti? Eventualmente in che direzione?

Vi ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Restuccia
24% attività
20% attualità
12% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Buonasera, se viene escluso un problema vascolare certamente la causa è da ricercarsi a livello muscolo-scheletrico. Non credo ci possa essere relazione con il pregresso intervento da lei subito, credo sia opportuno eseguire una visita ortopedica per stabilire quale possa essere la causa del problema e per eseguire eventuali ulteriori accertamenti.
[#2] dopo  
Utente 493XXX

Iscritto dal 2002
La ringrazio, seguirò il Suo consiglio