Utente 423XXX
Buongiorno,
premetto che il mio pene non è mai stato completamente dritto ma ha sempre presentato una leggera curvatura verso l'alto. Ultimamente, però, ho notato che questa curvatura si è accentuata e non solo verso l'alto ma anche verso sinistra, un po' come se ruotasse leggermente su se stesso verso sinistra/basso.

Sono stato da un andrologo, e dopo avermi visitato cercandomi eventuali placche da IPP non ha riscontrato nulla. Ha notato solo il frenulo un po' breve e può operarmi per quello, ma per il resto pensa sia qualcosa di congenito e che quindi non ci sia niente da fare. Per fugare eventuali dubbi mi ha comunque prescritto una ecografia peniena a riposo.

Ora le mie domande sono due: prima di tutto ho cercato di prenotare online in qualche ospedale o clinica della mia zona questa ecografia ma non ho trovato niente, la cosa più simile è l'ecocolordoppler penieno. E' questo che devo fare? Siccome può essere basale o dinamico immagino che eventualmente quello che serve a me sia il basale. Seconda cosa, eventualmente questa ecografia rileva solo placche o anche microtraumi in generale? Perchè mi ricordo di alcune masturbazioni non particolarmente "violente" ma a cui sono seguiti dei rigonfiamenti della pelle del pene, forse sempre a causa del frenulo breve. Può essere che ci siano stati dei microtraumi che abbiano portato a questa curvatura? E si possono correggere?

Grazie in anticipo a tutti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'ecografia e/o l'ecocolordoppler penieno vanno eseguite in modalità dinamica.Le consiglierei di eseguire,preventivamente,delle autofotografie in erezione e mostrarle allo specialista.La diagnosi del collega può essere plausibile ed escluderei che dei microtraumi da masturbazione possano deviare l'asse.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo dr. Izzo, la ringrazio per avermi risposto! Avevo intenzione di chiedere un secondo parere ad un altro andrologo, anche perchè non sono molto sicuro di voler ritornare dal primo a cui mi sono rivolto, non essendomi trovato particolarmente a mio agio con il suo modo di porsi.

A questo punto mi sottoporrò ad un'altra visita e sentirò il parere del secondo specialista, ed in caso eseguirò l'ecografia o l'ecocolordoppler o cos'altro mi consiglierà.

Come da suo suggerimento questa volta porterò delle foto in erezione. Ma secondo lei c'è la possibilità di ripristinare quantomeno l'asse corretto? E' necessaria un'operazione chirurgica e in caso è qualcosa di meno invasivo rispetto ad un raddrizzamento totale del pene?

La ringrazio nuovamente e la terrò aggiornata sulle prossime novità nel caso in cui sia ancora disponibile a fornirmi dei pareri e dei consigli.