shock  
 
Utente 414XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per chiedervi un parere sul quadro clinico della mia nonna di 78 anni. E' stata operata per un polipo all'intestino. Poche ore dopo l'intervento è stata rioperata perché in peritonite e riaperta dopo alcuni giorni. Dal terzo intervento é uscita con un ileo-stomia alta. Attualmente é in terapia intensiva perché martedì ha avuto uno shock settico. So che la situazione é molto critica. Oggi ci hanno comunicato seguenti cambiamenti:
- globuli bianchi sono scesi da 15000 a 7000
- bilirubina in aumento a 7
- la pressione viene controllata con i farmaci
- febbre assente da 4 giorni (ha avuto la febbre fino a 39.5)

Giovedì mattina hanno eseguito in tac con mezzo di contrasto ed il risultato è negativo (non ci sono lesioni). Inoltre ci é stato detto che la fistole tra il fegato e l'intestino che provocava l'infezione è stata rimossa.

La diminuzione dei globuli bianchi é buon segno?

Spero di ricevere un vostro riscontro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, come criterio di carattere puramente generale una tendenza alla normalizzazione dei globuli bianchi, il cui aumento infatti si verifica in corso di infezione anche se non solo, è un indice di carattere positivo, come pure la scomparsa della febbre. Tuttavia il tutto va inquadrato nel contesto delle condizioni della paziente di cui non abbiamo sufficienti elementi.
Cordiali saluti.