Utente 385XXX
Da circa un anno è apparsa una neoformazione tra mento e labbro.Si tratta di un gonfiore che sta crescendo nel tempo.Ora ha una dimensione di 2 cm x 1 cm.Non è dolente.E' nel sottocutaneo della bocca, tra appunto labbro inferiore e mento.E' escluso dallo specialista dermatologo che si tratti di patologia dermatologica.Ho un po'paura di questo gonfiore...non sarà qualcosa di grave? Speriamo di no.... E' utile una visita dal chirurgo maxillo-facciale? Se sì quali esami devo portare con me? Ringrazio chi, molto gentilmente, risponderà a tale quesito.Sono preoccupata.Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Lo specialista dei tessuti molli del cavo orale è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale, da quello che descrive ci potrebbe essere il sospetto di cisti da stravaso salivare che andrebbe accertata se non regredisce spontaneamente in 15,20 giorni.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie molte Dr.Ruffoni per la cortese risposta.Il problema esiste ormai da piu di un anno e le dimensioni sono raddoppiate.Che metodi di cura esisterebbero se si trattasse di cisti da stravaso salivare?Spero molto in una sua cortese risposta.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Se si trattasse di questo, il trattamento è prettamente chirurgico.
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie per la cortese risposta Dr.Ruffoni. Ma si tratta di un intervento ambulatoriale esatto?
[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Sì, se si tratta di quello.
[#6] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per la cortese risposta Dr.Ruffoni e La saluto cordialmente
[#7] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dr.Ruffoni,desideravo ancora porLe una domanda.Spero in una Sua cortese risposta.Ho cercato di comprendere cosa sia una cisti di una ghiandola salivare. Mi par di aver capito che questa molto spesso regredisce nel giro di poco tempo.La mia neoformazione ,ancora da valutare, è invece cresciuta nel giro di più di un anno,raddoppiando nelle sue dimensioni.Le chiedo allora se una cisti salivare da stravaso o ritenzione possa effettivamente a volte crescere nel tempo, raddoppiando le sue dimensioni anziché regredire e sparire da sé. La formazione è morbida al tatto quasi davvero contenesse del liquido ma è cresciuta raggiungendo la dimensione di circa 2 cm, pur essendo assolutamente indolore.Per il momento mi è stata prescritta un'ecografia cute e sottocute.Il mio dentista non si e' allarmato.Mi ha però consigliato di rivolgermi ad un chirurgo maxillo-facciale.Non capisco perché , essendo la patologia orale di competenza degli odontoiatri, come affermato da Lei giustamente.Mi farebbe piacere se qualcuno mi aiutasse a capire e a compiere i passi corretti. RingraziandoLa molto per l"attenzione, La saluto cordialmente Dottore.
[#8] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Il fatto che le abbia indicato il maxillo, forse non è una cisti o lui non è dedicato alla patologia orale, l'ecografia è un accertamento diagnostico non invasivo che dovrebbe dare un risultato.
Al momento aspettiamo l'esito della eco, poi ci risentiamo.
[#9] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie Dr.Ruffoni.So solo che il mio odontoiatra è specializzato in odontostomatologia. Le farò sapere gli ulteriori sviluppi.Cordiali saluti e buona giornata
[#10] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dr.Ruffoni, in ordine al problema di cui su, la aggiorno circa l'esito dell'ecografia cute e sottocute eseguita quest'oggi.
Il referto recita:'Giunge per comparsa di edema in regione peribuccale destra, non accompagnata da processi infiammatori superficiali.
Alla palpazione non si apprezza alterata consistenza dell'area rispetto alla controlaterale.
ECOGRAFIA DELLA CUTE E SOTTOCUTE
Non evidenzia differenze di spessore ed ecogenicita' rispetto all'area controlaterale, ne' presenza di lesioni solide o cistiche.
Si richiede rivalutazione clinica in caso di aumento dimensionale'
Questo è il referto, gentile Dr.Ruffoni. Ora non sto capendo più nulla.La mia dentista sentiva come una cistina visitandomi.Il gonfiore è raddoppiato nel giro di un anno.Ora è circa di 2 cm in larghezza. E'morbido al tatto ma è ben visibile.
A questo punto, visto che è già raddoppiato nel tempo rispetto ad un anno fa, come devo muovermi? A quale specialista devo rivolgermi per non avere più quest'edema? Di cosa può trattarsi? Forse non è l'ecografia cute e sottocute l'esame più indicato e per quello non si è visto nulla?Mi scuso molto Dr.Ruffoni per le domande numerose ma davvero mi sento un po' disorientata.Una ragione deve pur esserci se ho questo gonfiore che due anni fa non avevo.
Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Mi permetto di intromettermi nel consulto,ma volevo chiedere
alla paziente se in questa circostanza ha praticato anche un rx
ortopanoramica ed eventuale TC Cone Beam della zona,
per escludere altre patologia di interesse odontoiatrico.
Cordialità
[#12] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'ottimo suggerimento del collega Dott. De socio di escludere una patologia dentale deve essere tra i primi accertamenti e sapendo che lei si è rivolta a una odontoiatra, pensavo che questa figura idonea avesse fatto gli opportuni accertamenti.
Attendiamo sua conferma.
Se si esclude la patologia dentale con l'eco negativa, si dovrebbe passare alla visita clinica di un odontoiatra che si occupa di patologia orale.
[#13] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mi Dr.De Socio e Dr Ruffoni innanzitutto vi ringrazio molto entrambi di avere risposto.No, gli esami menzionati non sono stati eseguiti...ne' mi è stato suggerito...la dentista dice che se fosse qualcosa di salivare si noterete all'interno del labbro..invece l'edema appare all'esterno...ho in programma alcuni interventi dell'area maxillo.Non so se faranno lastre per una semplice mentoplastica....Non so bene quando verranno eseguiti.Sono in attesa.D'accordo con la dentista si è deciso di far vedere questo problema al chirurgo maxillo quando verrò contattata....però non so se sia la cosa giusta da farsi...o sia esagerato...secondo voi, gentili Dottori, devo muovermi in tale maniera o sbaglio? Grazie molte per la cortese risposta che vorrete fornirmi
[#14] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prima dell'intervento consiglio visita clinica presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale dei tessuti molli, che escluderà che il tutto non sia di origine dentale.
[#15] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Mille grazie Dr.Ruffoni per il suggerimento.Appena so qualcosa di più preciso la aggiornerò. Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Scusatemi ancora Dr.Socio e Dr.Ruffoni dimenticavo un particolare:quando passo la lingua sento come un solco non presente sull'altro lato liscio liscio..qualcosa sarà vero?Cordiali saluti
[#17] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
escludiamo una patologia odontoiatrica prima di tutto.
Per i tessuti molli ,se con l'eco non c'è nulla,non vedo il
motivo di preoccuparsi.
Poi dopo gli esami consigliati,si regolerà sul chi deve
valutarla(iniziando magari dalla dentista curante).
Saluti
[#18] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie Gent. mo Dr.De Socio per la Sua risposta. Cordiali saluti
[#19] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
grazia a lei per la recensione
[#20] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Sicuramente, potrà esserci qualcosa, che potrebbe essere anche fisiologico, ma la sentenza spetta all'odontoiatra che si occupa di patologia orale che la visiterà.
Buona Domenica
[#21] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille Dr.Ruffoni per la cortese risposta. Quando saprò qualcosa di più preciso Le farò sapere.Cordiali saluti
[#22] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.li Dr.Ruffoni e Dr.De Socio,
tra poco più di una settimana incontrerò i miei chirurghi maxillo-facciali per altri motivi.Approfittero' per parlare loro di tale rigonfiamento apparso sul viso in corrispondenza del mento. Stamattina ho notato qualcosa di anomalo in bocca: sull'osso interno della mandibola, poco più sotto del canino/premolare destro, è comparsa una pallina molto dura che sento con la lingua ed è ben visibile quando sollevo la lingua stessa.Si trova sul medesimo lato del rigonfiamento del tessuto molle, in corrispondenza dello stesso.Non è presente, neppure di dimensioni più piccole, dall'altro lato.Mi viene quindi da escludere che si tratti di esostosi. Non potrebbe trattarsi di un calcolo della ghiandola salivare che magari ha ostruito qualche dotto e in tal modo ha fatto sì che il mio tessuto molle si riempisse di saliva? E' solo un 'ipotesi.Non ho altro in mano se non un' ecografia della parte molle cute e sottocute.Non so se sia il caso di effettuare un'ecografia delle ghiandole salivari.Chiedo gentilmente consigli medici.Grazie mille
[#23] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Chiedere è corretto, poi se la patologia non è di loro pertinenza la invieranno dallo specialista corretto.
[#24] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie per la cortese risposta Dr.Ruffoni. La terrò aggiornata non appena saprò l'esito della visita maxillo-facciale.Cordiali saluti
[#25] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dr.Ruffoni,
come promesso la aggiorno sul problema in oggetto. Ho avuto modo di essere visitata dal chirurgo maxillo-facciale, il quale pensa ad un'infiammazione di una ghiandola salivare oppure ad un calcolino salivare. Mi ha riferito che il problema non è di competenza maxillo-facciale bensì di competenza dell'otorinolaringoiatra con preparazione specifica in ghiandole salivari. Ma è proprio così? I maxillo si occupano solo magari dei tumori delle ghiandole salivari e non di tutte le patologie ad esse correlate? Devo pensare questo? Mi piacerebbe avere un suo parere in proposito.In attesa di una Sua cordiale risposta, La saluto cordialmente
[#26] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
I dottori in Maxillo- facciale si occupano della chirurgia testa collo, gli otorini si occupano delle regioni dell'orecchio, del naso, della faringe e, della laringe. L'odontoiatra che si occupa di patologia orale dei tessuti molli cura tutti i tessuti molli del cavo orale compreso lingua e ghiandole, come le avevo già spiegato all'inizio.
[#27] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dr.Ruffini. Grazie per l'ulteriore consiglio.L'otorino consigliatemi facendomi nome e cognome non è un otorinolaringoiatria qualunque ma è esperto nel campo della patologia delle ghiandole salivari. Speriamo in bene.Cordiali saluti
[#28] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent. li Dr.Ruffoni e Dr. De Socio, in ordine al problema sopra esposto, l'ultimo step è stato passare una visita otorinolaringoiatrica su suggerimento del chirurgo maxillo facciale, il quale sospettava poteva trattarsi di problema alle ghiandole salivari minori. Di recente mi sono sottoposta alla visita otorinolaringoiatrica . Lo specialista ha escluso che si tratti di problema alle ghiandole salivari minori.Ha invece sospettato che si tratta di linfedema e mi ha consigliato di rivolgermi ad un chirurgo plastico, anticipando che la cura non è semplice. Potreste per favore, gent. mi Dottori, chiarirmi in cosa consiste il linfedema e farmi capire perché la cura non è semplice? In cosa consiste la cura? Grazie per la cortese risposta che vorrete fornirmi.Cordiali saluti
[#29] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Linfedema e' l'ostruzione di vasi linfatici che causa ristagno di liquidi e quindi gonfiore,come per esempio il linfedema agli arti inferiori.
Ed e ' una condizione in genere che riguarda gli arti e riconosce diverse cause.
A livello del mento mi pare inusuale,con l'eco si vedrebbe
l'edema,mi verrebbe in mente rileggendo la sua storia che possa essere in relazione con gli interventi Maxillo-Facciali eseguiti in precedenza........
Chieda a chi l'ha operata oppure ad altri, ed eventualmente ripeta eco
estesa anche alla tiroide e a tutto il collo per linfonodi.
Cordialmente
[#30] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Ci risiamo, tentiamo anche il chirurgo plastico, senza una diagnosi certa.... Occorre semplicemente una visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale, che eseguirà i corretti accertamenti diagnostici fino ad arrivare a un diagnosi certa. Tutti i professionisti da lei citati saranno anche degli ottimi medici con competenze specifiche, ma nel loro corso di laurea non hanno approfondito la patologia speciale orale, come l'odontoiatra.