Utente 423XXX
Circa 5 giorni fa mi sono tagliato con un taglierino il polpastrello del mignolo della mano sinistra. il taglio di circa 4/5 mm di profondita non mi preoccupo piu di tanto perció non feci vedere il taglio a nessun medico. Il taglio ha iniziato quasi da subito a cicatrizzarsi e da quando lo ha fatto ho iniziato a perdere gradualmente la sensibilitá del polpastrello dall altezza del taglio fino alla punta del dito. La perdita di sensibilità non è completa: riesco a muovere il dito e sento se qualcosa mi tocca ma non riesco bene a definire ció che sto toccando. quando provo a tastare qual cosa sento un formicolio che non mi permette di capire cosa tocco. Ho inoltre notato che l'unghia di quel dito non è affatto cresciuta mentre le altre sì. Mi chiedo ora se è normale che succeda cio? e se non lo è guarira e in che modo? È necessario far vedere il dito ad un esperto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,

stia tranquillo.

Questo tipo di ferita di norma dopo un certo tempo consente un recupero pressochè normale della sensibilità, a meno che non si tratti di ferita alla congiunzione tra falange ungeale e falange intermedia.

Circa la ricrescita dell'unghia, non vedrei un rapporto tra le due cose.

Buona giornata.