voce  
 
Utente 416XXX
Buongiorno,
scrivo stremata per un problema che mi sta invalidando la vita e, non trovando spiegazione negli ambiti specifici, chiedo ad uno specialista in quest'area (ho già scritto su Otorinolaringoiatria e visitato diversi otorini ma non se ne viene a capo)
Sono una donna di 31 anni, sana fino a qualche mese fa.
A maggio ho avuto una laringite con raffreddore protratto fino ai primi di giugno quando si è sviluppata una tonsillite batterica con placche e febbre (a cui non ero mai stata soggetta) curata con amoxicillina. In questo mese faccio emocromo e urine di routine tutto nella norma.
Un mese esatto dopo ritorna la tonsillite batterica, curata con claritromicina. Faccio tampone che risulta positivo allo streptococco gruppo C. Non viene eseguito l'antibiogramma e viene curato di nuovo con amoxicillina.
Dal secondo episodio di tonsillite e streptococco mi sono parecchio agitata e sono andata entrata in un tunnel ossessivo di avere immunodeficienze, nonostante il secondo emocromo sia risultato nella norma - segnalo globuli bianchi 3.61 e neutrofili 1.89. ma TUTTI i medici visto finora hanno negato.
Esami toxoplasmosi: negativo, mononucleosi: infezione remota, cytomegalovirus: infezione remota. Anche nel 2003 avevo gli stessi risultati.
Secondo tampone negativo Streptococco A-B.
Il problema enorme che ho adesso riguarda le orecchie: l'orecchio destro tende a stapparsi e tapparsi di continuo, con relativa autofonia e iperacusia (sento i suoni, tonfi rumori molto più forti) una sera questo problema si è acutizzato perché i rumori specie quelli bassi andavano a vibrare sul timpano, come uno schiocco quando le danno un bacio sulle orecchie, in pronto soccorso l'otorino mi ha visitata negando qualsiasi problema grave ma riscontrando un'infiammazione e mi ha dato cortisone che ho preso per 15 giorni, ma non ha giovato, anzi mi ha allarmata ancora di più: da lì è iniziata una serie continua di visite, ho visto 4/5 otorini che o mi dicono di aumentare il cortisone o che è tutto nella mia testa (certo, l'orecchio è nella testa!) e mi danno tranquillanti. Ho effettuato una RNM all'encefalo risultata negativa, che evidenzia deviazione del setto e ipertrofia dei turbinati.
La sensazione è devastante e invalidante, l'orecchio si tappa al respiro , mi fa sentire la mia voce e i miei organi interni. Ho, di conseguenza modificato il respiro, vado in iperventilazione, la postura è quella di un rachitico, ho sollievo solo in posizione sdraiata. In questo periodo (un mese) ho perso 6 kg. non mangio con gusto e non dormo, sono preoccupatissima per questi sintomi di cui non si trova una soluzione. Attualmente mi sento come se avessi 39 di febbre ma in realta ho 35,8.
E' possibile che questo streptococco si sia spostato e mi crei questi danni? Gli specialisti mi dicono di no e di stare tranquilla che passerà.
Ma non avere una diagnosi aumenta la mia agitazione che mi sta logorando. Non ne posso più di non poter stare in piedi!
Quali altri esami posso fare?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
credo che sia caduta nel vortice della paura. Non me ne voglia....
Dai sintomi che descrive e dalle visite ORL multiple pare che lei abbia una tubarite (di Eustachio) o una otite "sierosa" che in effetti hanno tempi di risoluzione lunghi.
Ha fatto tutti gli esami per escludere grossi problemi e li ha esclusi: capisco il fastidio della "egofonia" e della "autofonia" ma se è paziente ci si abituerà e lentamente tornerà allo status quo ante.
Parli con il suo curante per un ansiolitico da usare quando è particolarmente nervosa: cerchi di respirare normalmente e di non assumere posture sbagliate: insomma si riprenda la sua vita di sempre perchè guarirà prima.
Perdere sei Kg in un mese, verosimilmente perchè l'ansia la rende inappetente, certamente non l'aiuta.
Dia pure notizie se vuole.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dottore,
La ringrazio per la tempestiva risposta.
Per quanto riguarda la diagnosi nella fattispecie dell'orecchio, negano tubariti o otiti ma hanno accennato a discorsi idropici, di cui però non si può fare granché. Ho parlato loro anche di una probabile tuba beante ma si fanno certe risate...
Per quanto riguarda il discorso ansioso, concordo con lei sulla paura, ma essa ha ragioni fondate, mi creda. Sto prendendo sia ansiolitico, sia sonnifero.
Il secondo tampone negativo era faringeo, le chiedevo se si fosse spostato e il tampone debba essere fatto su altre parti. So che lo Streptococco può essere causa di gravi complicazioni articolari o cardiache, sintomatologie che sto sentendo a tutt'oggi e mi fanno assumere posizioni da "invertebrata".
Inoltre per il discorso delle immunodeficienze, nessun medico mi vuole prescrivere una tipizzazione perché l'emocromo con formula risulta nella norma.
Chiedo se possa essere aids in fase conclamata e anche lì mi ridono in faccia: "se avesse l'aids, ci sarebbero altri sintomi e le analisi sarebbero diverse".
Attualmente sto prendendo Ismigen secondo schema e altri ricostituenti.
Mi scusi se mi dilungo ma se dovessi convivere con questi disturbi che non passano da oltre un mese non oso immaginare come potrei farcela.
La ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora idrope di che cosa?
dell'orecchio interno? Avrebbe vertigini.
Un idrope è una raccolta di liquido: in tal caso anche una otite sierosa rientra nel "discorso idropico". Che diagnosi è stata messa per iscritto?? Con timbro e firma?
Se il tampone faringeo è negativo per S. Beta Em. A non deve fare altro.
Per quanto riguarda l'AIDS, o meglio l'infezione da HIV, se non ha avuto comportamenti a rischio credo che non debba assolutamente preoccuparsi.
Mi preoccupa invece questa sua ansia ipocondriaca che la sta "accoppando" che io porterei velocemente all'attenzione di un bravo psichiatra e non perchè sia pazza ma perchè un'ansia come la sua si cura con farmaci specifici che non sono le Benzodiazepine e i sonniferi.
Le ribadisco di stare tranquilla.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,
Le diagnosi riportano: MMTT opacate, CUE pervi, fosse nasali sostanzialmente pervie con deviazione settale destro_convessa, piccola adenopatia in sede retro-angolo mandobolare, esame audiometrico e timpanogramma nella norma.
Il discorso del liquido e dell'idrope l'ha riferito l ultimo otorino solo oralmente.
Parlo di aids in fase conclamata perché ho pensato al passato e oltre 10 anni fa prendevo la pillola e con i fidanzati di allora (2) non usavo preservativo.
Smessa la pillola, ho in seguito sempre avuto rapporti protetti.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
L'opacamento delle membrane timpatiche ci sta con un otite catarrale che spesso evolve in sierosa. A lenta risoluzione.
I Condotti uditivi esterni sono pervi.
C'è una leve deviazione del setto nasale ma io la ho più accentuata della sua e con una cresta basale. E per il momento fra un pò ne faccio 50.
L'esame audiometrico viene riferito come normale.
Sulla base di questo referto è possibile che i suoi disturbi otologici persisteranno ancora per qualche tempo.
Le ribadisco quanto detto prima sulla sua ansia patofobica.
In quanto all'AIDS non c'è correlazione con la sindrome conclamata e i suoi disturbi.
Ha ragine chi le sorride non per prenderla in giro ma per diluire la sua angoscia.
Continuo a dirle di stare tranquilla e di spostare altrove l'attenzione.
Lei non ha nulla di organico: ha solo bisogno di contenere le sue angosce di morte e da sola non ce la può fare.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo Dottore,
le riscrivo aggiornandole la situazione e chiedendole alcune informazioni.
Sotto il Suo consiglio e quello di altri medici sto seguendo una terapia psichiatrica che mi sta aiutando a superare le mie paure riguardo le malattie.
Per quanto riguarda i sintomi, l'orecchio per ora non da grossi problemi, persiste una sinusite che purtroppo mi accompagna da che ho memoria. L'astenia continua, sto facendo inframuscolo di vitamina b12 prescritta dal medico, va un po' meglio. Sono riuscita a prendere 2 kg.
Inoltre sto prendendo Dalmadorm causa la forte insonnia di questo periodo.
Ho nel frattempo effettuato un checkup delle mts, sospettosa di alcuni rapporti non protetti (avuti più di 10 anni fa).
Referti:
EPATITE B - ANTIGENE DI SUPERFICIE HBSAg (metodo chemiluminescenza): NEGATIVO

HBV ANTICORPI ANTI-HBs Ag QUANTITATIVO: 299,8 mUI/ml
[INTERVALLI: Fino a 10,0 NEGATIVO
Superiore a 10,0 POSITIVO PROTETTIVO]

T.P.H.A. (METODO: EMOAGGLUTINAZIONE PASSIVA) NEGATIVO

ANTICORPI ANTI- HIV 1 - 2 (METODO: E.L.F.A): NEGATIVO

Le chiedo esattamente tre cose:
1) ho effettuato gli esami in una struttura privata: sono attendibili?
2) cosa significa il valore degli anticorpi ANTI-HBV? ricordo di essere stata vaccinata ma non credo di aver fatto un richiamo
3) siccome i rapporti a rischio risalgono a 13 anni fa il test hiv potrebbe dare un falso negativo?

La ringrazio nuovamente per la pazienza
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Le rispondo sinteticamente:
-il laboratorio privato è attendibile quanto quello pubblico e lei non è HIV sieropositiva.
-E' ampiamente protetta dall'Epatite B, e poco ci interessa perchè abbia un titolo anticorpale alto.
-Se si è infetti da HIV anche dopo 30 anni il test risulterebbe positivo.
- Non ha la sifilide

Quindi stia tranquilla e archivi questo faldone.

Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la pronta e chiarissima risposta.
Mi sono dimenticata di allegare anche le analisi per Epatite C, anch'esse negative.
Le chiedo una informazione sull'hpv orale:
Da mesi riscontro la superficie della lingua sempre bianca, se esaminata con pila, mi sembra abbia pure creste di gallo.
Otorini e medici diversi non si sono mai soffermati sulla lingua durante le visite, al massimo hanno dato la colpa al periodo stressante.
Tra antibiotici, cortisonici e altri farmaci ho scombussolato un po' tutto, le chiedo però: io ho effettuato due tamponi faringei generici, di cui uno positivo allo streptococco e curato. I tamponi avrebbero potuto riscontrare un hpv orale?
E gli otorini, dentisti che ho visto avrebbero avuto un sospetto?
Il mio medico dice che non esiste un esame specifico per l'hpv orale, solo il pap test per quello genitale, ma mi pare non sia così.
Con lo psichiatra non ne ho ancora parlato.
Secondo lei i sintomi che ho avuto e che ho ancora alle vie respiratorie (è tutto molto sensibile, naso, denti e gola) possono collegarsi ad un papilloma?
non ho rapporti sessuali da 4 mesi, ultima storia durata 2 anni con rapporti protetti ( rapporti orali non protetti).


[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
-E possibile evidenziare la presenza del papilloma in bocca e identificare il ceppo.
-Quelle che lei definisce creste di gallo potrebbero essere papille linguali ipertrofiche.
-Vada dal dermatologo e faccia vedere le "presunte" creste di gallo. Può essere sfuggito ai colleghi se non li ha allertati.
-Non vedo la relazione tra un papilloma e la ipersensibilità di naso -denti e gola.
-I rapporti orali recettivi non protetti con un partner di cui non è noto lo status sierologico sono a rischio per le MST, nessuna esclusa.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
"-E possibile evidenziare la presenza del papilloma in bocca e identificare il ceppo."
In che modo? Tampone? Biopsia? Posso recarmi dal medico di base e chiedergli un tampone orofaringeo per ricerca hpv orale?

"Può essere sfuggito ai colleghi se non li ha allertati"
Allertati più volte gli otorini, tutti han dato "puo' essere stress, farmaci e mancanza di vitamine" come risposta.

"I rapporti orali recettivi non protetti con un partner di cui non è noto lo status sierologico sono a rischio per le MST, nessuna esclusa."
La persona in questione è un donatore avis, ma l'hpv non si trasmette esclusivamente per via sessuale o sbaglio?

Di nuovo la ringrazio
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
-Brushing linguale. Certo che può recarsi dal Curante e chiedere un Esame epr identificare l'HPV in bocca.
-Non rispondo di quello che dicono i colleghi. Le rammento che loro hanno visto le lesioni ed io no.
- I donatori Avis non sono le banane Ciquita! O le fette di Ananas dell'Uomo Del Monte.
-L'HPV si trasmette per via sessuale ma anche con saliva e bacio.

Serena notte,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
"Brushing linguale. Certo che può recarsi dal Curante e chiedere un Esame epr identificare l'HPV in bocca."
Dopo svariate telefonate ai reparti dell'ospedale e consulti con medici pare che nella mia città nessuno abbia mai sentito parlare di un test per l'hpv orale.
Alla fine sono riuscita ad ottenere un'impegnativa per un tampone orale per ricerca hpv.

"I donatori Avis non sono le banane Ciquita! O le fette di Ananas dell'Uomo Del Monte."
Non ho capito l'antifona, ad ogni modo mi auguro che facciano controlli del genere ad ogni donazione.

"L'HPV si trasmette per via sessuale ma anche con saliva e bacio."
Benissimo. Questo non fa bene alla mia ansia. A questo punto pare che la castità sia l'unico modo per evitare tutto.
"Ragionando" per sillogismi, le tonsilliti, i disturbi all'orecchio e la sinusite possono essere conseguenze da hpv orale?

[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
E lei lo scopre ora?
L'unico modo per evitare al 100% le MST è la castità.
Al di là della sua sterile polemica, donatore Avis o non Avis, un rapporto sessuale se non è tra due persone di provata fedeltà che costituiscono una coppia chiusa, ha sempre un margine di rischio che è tanto più alto quanto più sono numerosi i rapporti extra.
Infine le rammento che all'Avis interessa che un donatore non abbia l'HIV, l'HBV, e L'HCV ed ovviamente non abbia la sifilide. Delle altre MST a loro non interessa, a cominciare dai condilomi.
Non per questo le fanno compilare un questionario anonimo su quello che ha fatto nei 4 mesi precedenti la donazione.
Se nella sua città non conoscono la ricerca dell'HPV in bocca, faccia opera di divulgazione scientifica. Se ha ottenuto l'impegnativa significa che l'esame si può fare. Quindi abbassi la cresta e sgonfi le piume, perchè le conviene.
Il mio consulto con lei finisce qui.
Dr. Caldarola.