Utente 423XXX
Buongiorno, mi trovo a vivere un periodo di difficoltà dopo anni vissuti a 100 all'ora. Ho interrotto bruscamente un lavoro che mi teneva iper impegnato molte ore al giorno sia a livello fisico che mentale e sto accusando il colpo. Ero abituato ad essere sempre in movimento ed adesso faccio una vita molto sedentaria. Mi sento sempre stanco ed in alcuni periodi dell'anno ho giramenti di testa. La pressione è buona ed anche i battiti sembrerebbero ok. Rispetto a prima il cuore batte più lentamente e ci sono delle situazioni in cui, forse, batte troppo lentamente, almeno per come è abituato il mio fisico. I valori sono normali (60-75 battiti) ma mi sento debole. Ho avuto una settimana di febbre a quasi 40 e, paradossalmente, sono stato benissimo con il cuore leggermente accelerato e nel pieno delle mie energie nonostante la febbre. Passata la febbre mi sentivo quasi svenire. Ma come è possibile? Il mio fisico si è abituato a certi regimi e non riesce a "tenere il minimo"? Non so se sia un problema cardiologico o meno ma non sapendo come indirizzarmi provo a partire da qui. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Capisco....però purtroppo a distanza noi non possiamo fare diagnosi...
Dovrebbe fare una valutazione generale innanzitutto (il suo medico di base dovrebbe essere la prima figura in grado di farlo), poi indirizzato in base ai risultati di questa valutazione. E' difficile che sia responsabile il suo cuore dei sintomi che descrive, ma non è possibile escluderlo a priori.
Cordialmente