Utente 351XXX
Gentili dottori, dopo essermi documentata attraverso vari articoli ho compreso che la laparoscopia è un intervento che può comportare anche rischi gravi che possono portare a un arresto cardiaco. In particolare oltre ai rischi legati all'errore umano (ad es. emorragie a seguito di perforazione o lesione), mi è parso di comprendere che ci sono importanti rischi legati alla natura stessa della tecnica che immettendo co2 aumenta la pressione rendendo possibili danni vascolari e respiratori (es. embolia gassosa).
So che leggere troppo in internet rischia di creare falsi allarmisti e per questo vorrei chiedere quanto questo intervento può essere affrontato serenamente senza la paura di non uscirne vivo.
Ringrazio molto a chi vorrà rispondere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima, qualcuno le può garantire che andando a piedi non le possa venire una macchina addosso con tutte le più gravi conseguenze ?

Questo per dirle che ogni atto invasivo medico può comportare dei rischi e nei consensi informati, anche per semplici procedure (colonscopia, per esempio) è spesso inserito il rischio di morte. Ovviamente se tutto va per il peggio, il peggio può succedere. I reali rischi della procedura, ad ogni modo, le saranno dati in sede di valutazione preoperatoria valutato la patologia e le sue condizioni cliniche.


Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio molto dottore, come sempre le sue parole sono professionali e umane.