Utente 415XXX
Buongiorno ,
Mia moglie assume da circa 10 anni Atorvastatina 20mg .
Negli ultimi 2 anni prescritta a giorni alterni a seguito di sensibile riduzione peso corporeo e riduzione sensibile colesterolo .
Durante questi due anni i valori erano 183 tot - 77 hdl - 90 ldl - trigl 81 ( 06 _ 2015 ).
Ora 210 tot - 75 hdl - 113 ldl - trigl . 108 ( 09 - 2016 ) .
La domanda 1 e' : l'aumento potrebbe essere causato da un trasfusione di 2 pacchi che ha effettuato per un intervento ? Se e' probabile come ci si deve comportare ? o da probabile cambio stile di vita momentaneo a causa di forti stress emotivi? .
La domanda 2 e' : visto che assume gia' da 10 anni Atorvastatina puo' sostituirla sotto controllo medico con Armolipidici naturali es. Lopiglik + omega 3 + omega 6 + cammino 1 ora gg + alimentazione piu attenta ( meno carne e formaggi + frutta verdura e legumi? )
Faccio questa richiesta perche purtroppo assume gia troppi altri farmaci ( 1 EUTIROX 100 - 1.5 PAROXETINA 20MG - 2 LYRICA 150 - 1 CARDIOASPIRINA -12 GOCCE RIVOTRIL - COENZIMA Q10 - ERAFER A CICLI - REUMASTAR A CICLI - 25 GOCCE / SETTIMANA D BASE .
Vi ringrazio e vi seguo da sempre .

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La somministrazione di Atorvastatina, come di qualunque statina, a giorni alterni, è una pratica irrazionale che rende vano l'effetto endotelio - protettivo della statina stessa.
Se si ritiene che 20 mg sia un valore eccessivo si può tentare la somministrazione giornaliera di 10 mg ma deve essere appunto giornaliera.
La trasfusione delle due unità di sangue e gli stress emotivi non hanno influenza sulla capacità del fegato di produrre colesterolo, tutti gli integratori che ha citato non servirebbero a nulla: dunque l'unica opzione è costituita dalla Statina a dosaggio adeguato.
Si ricordi che parliamo di un farmaco salvavita e non di un veleno.
Anche l'alimentazione corretta, le passeggiate sono utili, la pedita di peso è utile: ma se sua moglie ha una ipercolesterolemia poligenica e lei non blocca l'enzima epatico che produce colesterolo non avrà nessun beneficio.
Sua moglie infine assume 5 farmaci in senso stretto: tutto il resto è costitutito da integratori alimentari costosi e di dubbia efficacia e dalla vitamina D.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.