paura  
 
Utente 391XXX
Salve, qualche mese fa ho scoperto di avere un'allergia a Pru P3 di 0,50 e ad Ara h9 0,29, vorrei sapere se ci sono vegetali che posso mangiare tranquillamente senza paura di andare in contro a qualche reazione. Per adesso mangio zucchine e ogni tanto patate, ho provato a mangiare piselli, fagioli, fagiolini ma l ho fatto sempre con il terrore. Da qualche giorno nonostante assumo Lansoprazolo da 30 ho bruciori di stomaco e ieri sono andata a finire al pronto soccorso con dolori addominali e retrosternali, mi dissero che è dovuto all'alimentazione scorretta che faccio, che non assimilo fibre e quindi non ho flora batterica nell'intestino. Non si più cosa fare, il mio allergologo mi dice di mangiare tutto ed escludere solo quello che mi da fastidio, un altro mi ha detto che non ho assolutamente nulla che queste allergie sono uscite fuori solo per farci spendere soldi, un'altro ancora che rischio la vita ogni volta che mangio e mi diede una cura omeopatica di cristalli di saccarosio come sostituzione del vaccino ancora in fase di sperimentazione ma io non l'ho cominciata perchè la reputo assurda e in oltre mi mandò da un nutrizionista il quale mi disse di acquistare l'estrattore e fare i succhi con verdure e frutta con quello che elimina l'LTP se è vero o no non lo so fatto sta che non l'ho acquistato. Sono molto confusa e ho molta paura di mangiare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente, ha ragione ad essere confusa, purtroppo questo capita quando per scarsa fiducia negli specialisti incontrati, se ne consultano più di uno. La domanda che le pongo è Lei ha mai avuto reazioni assumendo pesca,ciliegie, prugne oalbicocche? oppure ha mai avuto reazioni assumendo arachidi. Se la risposta a queste domande è no, lei può e deve continuare a mangiare tutto. L'altra domanda è ma per quali sintomi le sono stati chiesti questi esami allergologici molcolari? perchè se sono stati chiesti per i bruciori di stomaco ritengo che sia stata una richiesta inappropriata, appare evidente che i bruciori retrosternali siano sintomi compatibili per reflusso gastroesofageo, e che quindi debba ricorrere al gastroenterologo e non all'allergologo. Mi facia sapere
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Buona sera, allora la mia allergia cominciò 20 anni fa circa bevendo del succo di frutta alla pesca ( bevuto sin da piccola senza problemi) che mi causò edema labiale. Mi successe anche in giorni successivi mangiando un cornetto del bar allora indagai e risultai allergica soltanto ad alternaria tanto che l allergologo mi disse che sicuramente si trattava dei conservanti e da quel giorno ho acquistato tutto senza conservanti, non ho bevuto più succhi di frutta e ho evitato di acquistare prodotti confezionati. Circa 4 anni fa iniziò fastidio alle labbra sgranocchiando dei cereali nesquick che sono integrali, presi subito cortisone e antistaminico e andai in ospedale. Da li cominciai ad indagare perchè comunque i cereali erano senza conservanti, notai anche che non potevo neanche assaggiare più il grana padano o simili perchè mi causano forte prurito al cavo orale, la mortadella mi ha chiuso la gola ( sempre fatto scorpacciate), mi fecero il prelievo venoso e li risultai allergica forte alla pesca oltre che all'alternaria, ma negativo per caseina e simili ma usci anche positiva alla penicillina anche se non a livello da ritenerla allergia ( l ho fatto fare perchè essendo anche lei una muffa, ho il terrore di assumere antibiotici). Poi dopo qualche tempo, mi si è chiusa la gola mangiando una banale pizza margherita con melanzane arrostite ( notavo che ultimamente melanzane, ciliegie e ciliegie mi creavano anche esse prurito al cavo orale); andai fuori regione e li con il test nel braccio confermarono alternaria e pesca ma mi dissero che molto probabilmente si trattava di allergia a LTP, di stare attenta quando mangiavo e mi diedero oltre alla lista di cose da evitare (ma non eliminare) anche delle bustine da assumere quando mangio fuori per evitare reazioni gravi. Non contenta andai nuovamente dal 1 che mi visitò 20 anni prima e li dopo vari esami, cioè IgE specifiche e test con alimenti freschi stabilì che si tratta proprio di allergia a LTP. adesso sinceramente ho inviato un campione di sangue al CAAM per il Faber test così taglio la testa al toro, non posso mangiare nulla, qualsiasi cosa metto in bocca ho la sensazione che mi stia creando una reazione, è diventata una fobia. Ma la cosa che mi fa più rabbia è che con questi edemi l'ultimo all'ugola, nessuno mi ha voluto prescrivere l'adrenalina conoscendo la gravità di questa allergia, gli dissi che io mi sentirei più sicura a integrare nuovamente qualcosa e mi dissero che non serve perchè non ho avuto ringraziando Dio nessuna reazione severa. Spero solo che adesso trovi una via d'uscita e casomai l'acquisto io un autoiniettore.
[#3] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Ho voluto fare il Faber Test per avere le idee ben chiare su cosa sono allergica e non ma sono più confusa di prima anche se felicissima dei risultati..... a giugno con dosaggio IgE risulto positiva a alternaria , pesca, pru p3, leggera positivita a ara h9 e penicillina e reazione a prick test con alimenti freschi a buccia di mela e con ritardo anche melograno ...... oggi la positività rimane soltanto per AH a1- related che nell'esame delle IgE specifiche ha la denominadione m6 A. alternata (A.tenuis) con 6,55 Ara h9 non esiste e la pru p3 è negativa;
Sono positive inveceINVERTASE INHIBTOR
Pru ar 0,66
Pru P ( peel) 3,40
Pru P ( pulp) 0,66.
Non mi spiego questi risultati, di sicuro adesso mi rimetto a mangiare tutto tranne albicocca e pesca, una dott.ssa allergologa (si definisce molto in gamba) mi disse all epoca di non mangiare neanche cose fatte con lievito di birra a causa dell allergia all alternaria, mi aveva privato di tutto...... Come devo davvero comportarmi adesso?
[#4] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, il risultato del Faber test 244 dicono che lei ha una positività per i prup buccia della pesca, dove è presente la maggiore concentrazione di LTP, quindi meno nella polpa. Per prudenza ovviamente le consiglio di non mangiare la pesca, anche se lei non ha mai avuto problemi probabilmente tollera anche la pesca. Ma comunque bisognerebbe farle oltre al prick by prick anche un test di tolleranz/scatrenamento, quindi meglio lasciar perdere. Appare chiaro che è allergica all'alternaria, un allergene inalante che nulla ha a che fare col lievito ingerito, per cui le consiglio di mangiare tutto quello che vuole. Per l'edema dell'ugola, come le ho già detto per me lei soffre di reflusso gastroesofageo, di cui l'edema dell'ugola è un sintomo indiretto. L'drenalina autoiniettabile si prescrive solo in casi documentati di anafilassi.
[#5] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Si ho capito perfettamente la mia allergia infatti la pescs sono anni che non la tocco, avevo provata a mangiarla qualche anno fa e non ho avuto nessuna reazione però nonostante tutto ho evitato di mangiarla e oltretutto non utilizzo neanche saponi e shampii alla pesca..... Quello che non capisco è perché qui nel faber la Pru p3 è uscita negativa mentre negli esami delle IgE specifiche mi è uscita positiva con 0,50? L eliminazione dei vegetali in questi mesi ha potuto influire sul risultato? Adesso con questi risultati tutti negativi tranne la pesca posso mangiare tutto tranquillamente o devo stare attenta per il discorso LTP comunque? Ieri ho mangiato di nuovo i piselli tranquillamente, domani voglio mangiare i fagiolini e così via, ogni 2 gg provo qualcosa, un po' paura mi fanno le melanzane in quanto mi creavano prurito e bruciore al cavo orale....... le spremute di agrumi fatta in casa può contenere LTP?
[#6] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, è possibile che non assumendo l'alimneto gli anticorpi specifici si abbassino sino a risultare non dosabili. Se lei non ha avuto nessuna reazione dall'assunzione della pesca, il riscontro di anticorpi significa solo che ha una sensibilizzazione, non necessariamente clinica. Le LTP sono simili e non identiche quindi assuma senza problemi tutti gli alimenti che vuole. Le melanzane creano prurito in bocca perchè possono contenere la capsaicina, non per chè è allergica
[#7] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille, davvero gentilissimo.