ecg  
 
Utente 396XXX
Buongiorno Dottori,
torno a scrivervi per delle domande sul cuore. Prima di tutto, a differenza dei precedenti consulti, posso dire che ho notato miglioramenti nell'ansia: non avverto più così spesso ansia o panico, non ho più rigidità muscolari (queste scomparse quasi del tutto smettendo di assumere caffé/caffeina), e in generale mi sento un po' meglio.

Da alcune settimane però avvertivo un peggioramento della respirazione, talvolta a riposo o comunque al minimo sforzo (una passeggiata in pianura a ritmo sostenuto mi causava un forte fiatone). È vero che sono fuori allenamento e non faccio movimento, ma mi sembrava un po' troppo. Contattato il mio medico di famiglia, ha deciso di farmi eseguire un ECG sotto sforzo (su cyclette), l'ultimo era stato eseguito nel luglio 2015 da un cardiologo in una seduta specialistica completa (con ecografia al cuore, ecc.).

Ieri ho svolto questo ECG sotto sforzo nel quale sono riuscito ad arrivare a 125 watt (poco secondo il mio medico) superando la soglia di 164 battiti al minuto, il massimo espresso dal sistema. L'esame ha evidenziato che il cuore sta bene, non c'è nulla di preoccupante, ma ha anche evidenziato alcune extrasistoli: in particolare alla potenza massima della cyclette (125 watt) e poi alcune ancora in seguito, quando il ritmo si abbassava. Il mio medico mi ha, circa, spiegato cosa sono e mi ha fatto capire che non dovrebbe essere nulla di grave. Per come l'ha spiegato non mi sembrava abbastanza convincente, per questo volevo un consiglio da parte vostra.

Nell'ECG sono state evidenziate extrasistoli comunque isolate (mai due di fila), però ce ne saranno state almeno 6-7-8 durante tutto l'esame (a partire dalla potenza massima in avanti, prima non ne sono state evidenziate). Le extrasistoli sono gravi? Bisogna preoccuparsi? Nel 2014 avevo eseguito un holter 24 ore proprio per delle presunte extrasistoli a riposo (che ancora oggi, talvolta, avverto), ma l'esame in quel caso non aveva evidenziato nulla.

Da una settimana ho iniziato inoltre ad andare in palestra, seguito costantemente da un preparatore, che mi ha fatto svolgere un allenamento completo già la prima lezione (gambe, braccia, addominali). Alla prima lezione, all'inizio, mi è partito il fiatone, che pianpiano si è adeguato. Ora la mia paura è che lui mi faccia fare "troppo" e che queste extrasistoli, se qualcosa di importante, possano causarmi gravi conseguenze durante l'allenamento.

Per concludere: durante l'ECG sotto sforzo la pressione era nella norma (il massimo 149/85 se non erro), l'ossigenazione del sangue era anche buona (98%), mentre continuo ad assumere giornalmente bisoprololo (2,5mg al mattino) dopo che mi è stato ridotto alcuni mesi fa (prima assumevo 5 mg).

Ringraziandovi anticipatamente, colgo l'occasione per porre cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha esami normalissimi
Mi tolga una curiosità'...ma lei a 23 anni ha bisogno di un "preparatore"?
Non può giocare a calcio, andare in bicicletta, nuotare come tutti noi cristiani?

LA saluto

cecchini
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Egregio Dr Cecchini,
La ringrazio per la sua risposta.

Oltre a delle "passeggiate" in bicicltta ho voluto iniziare un allenamento muscolare completo seguito da un professionista.

Dunque le extrasistoli evidenziate nell'ECG non sono pericolosedurante un sforzo o un allenamento?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo chieda al suo "professionista " che la vuole
Allenare .
Io
Le ho già risposto

Saluti

Cecchini
[#4] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Chiaramente se vado in palestra mi rivolgo ad un personal trainer, professionista della ginnastica e dell'allenamento per qiluanto riguarda la palestra appunto.

Per una domanda sul cuore mi rivolgo ad un medico come lei. Non penso che un allenatore abbia studiato il cuore, ma va bene così. Per fortuna esistono, su questo sito, anche altri professionisti in medicina che oltre ad essere bravi nel loro lavoro, come lei immagino, sono anche bravi nei rapporti umano e nella cordialità, cosa che lei non sa cosa sia.

Saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Lei ha già seguito una prova da sforzo perfettamente normale , di cosa si preoccupa?
Io non ho il compito di essere simpatico ma di rispondere a domande di cardiologia.
Altrimenti facevo L umorista ...
Lei ha un ecg da sforzo normale che non evidenzia aritmie, di che si preoccupa?

Cecchini
[#6] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Egregio Dr. Cecchini,
la ringrazio per questa sua ultima risposta.
Con il consulto richiesto volevo solo avere una conferma di quanto mi avesse detto il mio medico, in particolare riguardo le extrasistoli sotto sforzo: la mia paura era infatti che sotto sforzo (durante una passeggiata in bici, durante un allenamento muscolare, ecc.) possano ripresentarsi le extrasistoli creando magari qualche problema serio.
Con la sua ultima risposta mi ha dato risposta ai miei dubbi, e per questo la ringrazio.
Chiaramente lei è un medico e non un comico, quello che dicevo io era appunto una risposta gentile come la sua ultima.

Ringraziandola per la disponibilità colgo l'occasione per porre cordiali saluti.