Utente 328XXX
Egregi medici, ho 48 anni e ho fatto delle analisi del PSA totale (2,885 ng/ml) e free (0,255 ng/ml) con rapporto tra free e totale del 9 %. Solo 4 mesi fa e per la verità anche prima il rapporto non si discostava mai dal 28 %. Sperando in uno sbaglio dopo circa una settimana ho rifatto le analisi (oggi), e questo responso è stato sostanzialmente quasi confermato PSA totale (2,526 ng/ml) e free (0,250 ng/ml) con rapporto tra free e totale del 10 %. C'è da dire che ad agosto ho avuto una infezione che credevo urinaria e che si è risolta con degli antibiotici (a cui purtroppo sono risultato anche allergico e ho dovuto interrompere dopo tre giorni) e cortisone (per la forte reazione allergica che ho avuto). Non ho sintomi particolari, noto solo un leggerissimo fastidio sopra il pube però potrebbe essere uno strappo al linguine che ho avuto nel mese di luglio che ancora non si risolve. Con un valore 10 % devo iniziare a pensare davvero ad una neoplasia o potrebbe essere una semplice infiammazione della Prostata? ringrazio anticipatamente, GP.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
in situazioni come queste, per sciogliere i dubbi, conviene sottoporsi a ecografia prostatica. Tuttavia la scelta strategica andrebbe riservata allo specialista che la tiene in cura e dopo una visita.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dottor Biagiotti, la ringrazio per la celere risposta, però non posso fare a meno di chiederle se l'ecografia prostatica basti per determinare o meno la presenza di una neoplasia o meno.
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
le certezze matematiche non esistono in medicina ma ci si avvicina parecchio.
cordialmente