Utente 391XXX
Salve dottori,
Vi contatto perché sono una studentessa infermiera al secondo anno e sto valutando seriamente se sia la professione adatta a me perché la paura di contagiarmi con hiv o hcv sta diventando un'ossessione che mi impedisce addirittura di studiare o concentrarmi su qualsiasi cosa...nello specifico mi é successo di sporcarmi con del sangue hcv (e/o hiv?)..io purtroppo sempre per un discorso di ansia mi strappo le pellicine e ho sempre qualche ferita sulle dita vicino alle unghie, che smettono di sanguinare comunque quasi subito, anche se la lesione resta visibile per qualche giorno...inoltre un'altra paura (non so quanto sia razionale) é che magari in un momento di distrazione io possa aver contaminato mucose oculari, nasali (dove ho dei graffi che a volte bruciano) oppure la mucosa orale..io di solito lavo le mani peró ho sempre paura di non essere abbastanza attenta...secondo voi posto che tutto questo sia successo realmente é possibile che io mi sia contagiata? Mi raccomandate di eseguire dei controlli? Mi scuso molto per la mia ansia ma é fortissima e vi prego di cercare di essere il più chiari possibile...sono in tilt completamente...grazie mille per la vostra attenzione
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile signorina,
lei ha scelto una professione nella quale il rischio di contagio potenziale di malattie infettive non può essere escluso.
Nel suo caso è inesistente, ma nel tempo capiterà anche a lei di pungersi inavvertitamente, di venire a contatto con un infettivo, di imbrattarsi di sangue. Intanto impari a convivere in corsia con i guanti calzati.
Se le sue reazioni saranno ogni volta drammatiche, forse la passione per l'infermieristica non si addice a lei emotivamente.
A meno che con un percorso psicoterapeutico lei non riesca a superare le sue fobie.
Deve valutarlo con calma e con riflesione perchè è in gioco la qualità della sua vita.

Carissimi saluti e buona giornata,
Dr. Caldarola.