Utente 281XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 26 anni che soffre di disturbo ossessivo compulsivo. Quindi tento ad ingigantire qualsiasi problema tra cui le malattie.
Espongo il mio caso.. A febbraio ebbi un rapporto con una donna di cui non conosco il suo stato sierologico. Rapporto orale passivo Scoperto e penetrativo coperto.
Da febbraio è cominciato il mio calvario fatto di ansie paure e attacchi di panico per poter aver contratto qualsiasi cosa.. da un semplice mal di gola alla malattia piu temuta.
Ora arrivato a settembre le mie analisi del sangue sono perfette (esclusa la banda Hiv, sifilide ecc),e ho effettuato un'urinocoltura dove tutto è apposto.
Il mio problema però riguarda il glande... premetto che ho sempre sofferto di puntini rossi dopo i rapporti sessuali e che poi andavano via nel giro di qualche giorno. Purtroppo mi ritrovo con una zona quasi sempre arrossata... Sono già stato da 2 dermatologi che mi hanno escluso qualsiasi rischio.. e che hanno parlato di semplice infiammazione. Io sto continuando il mio lavaggio mattino e sera con una sapone ph 5,5/6,5. Il rossore sembra quasi ''debellato'' in forza di un cambiamento di dieta dove ho tolto gli zuccheri e lieviti.
Purtroppo da quasi 2 giorni mi è comparsa una macchiolina attorno al meato urinario che non sembra andare via e sento qualche fastidio (sinceramente non so dire se è un reale fastidio o procurato dalla mente).. preciso che nel week end ho avuto 2 rapporti penetrativi.
secondo voi puo trattarsi di una mst a distanza di quasi 8 mesi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la negatività delle indagini eseguite,ridimensiona fortemente il dato clinico,relegandolo ad una banale infiammazione della mucosa del glande,molto frequente e facilmente risolvibile con una terapia di coppia,onde evitare il fenomeno del ping-pong. Va da se che la selezione della partner abbia un ruolo centrale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dottore per la celere risposta. Aggiorno la situazione.. Ieri sera e stamattina ho effettuato lavaggio delle zone genitali con bicarbonato e sapone di Marsiglia. Non so se è perché l'arrossamento stava regredendo di suo ma comunque già stamattina si intravedeva l'arrossamento solo un poco.
A tal punto le chiedo.. Da un esame urine completamente negativo è possibile escludere l'assenza di malattie sessualmente trasmesse come clamidia e gonorrea? Chiedo perché da ossessivo ho commesso l'errore sistematico di girovagare in internet e sembra che esistano tali malattie in maniera asintomatica.. Cosa che mi preoccupa dato che ho una ragazza e non vorrei arrecarle danni.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...uscendo fuori dal problema,considerando che l'apparato é definito uro-genitale,eseguirei uno spermiogramma con coltura ed un tampone uretrale e balanico.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi Dottore ma trovo difficile a interpretare il suo ''uscendo fuori dal problema''.
grazie
[#5] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
volevo precisarLe che non si trattava di semplice esame urine, ma urinocoltura con annesso antibiogramma risultato negativo.
quindi ripongo il quesito..

-in forza delle mie analisi del sangue (perfette e negative) e dell'urinocoltura (negativa) posso escludere un'infiammazione batterica (nello specifico clamidia e gonorrea) ?
in quanto mi trovo in assenza di perdite e quant'altro ma il solito rossore/irritazione.
ovvio poi che lo stato d'animo (ansia stress malumore) che perdurano da ormai 8 mesi fanno la loro parte.
Scusi l'insistenza.. Cordialità

ps: l'urologo che mi ha visitato + volte di recente ha semplicemente constatato una infiammazione e secondo lui non c'è allarme di infezione. seppur cmq mi ha detto che se volessi esserne certo al 100% sicuro (per un fattore personale che avrà capito.. l'ansia) di fare tampone come anche da lei consigliato. sicuramente lo farò ma vorrei farlo in totale serenità escludendo le brutte sorprese. grazie
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a prescindere dal tampone,faccia anche uno esame seminale con coltura,onde evitare altre potenziali ansie future.Cordialità.