Utente 424XXX
Salve, ho 23 anni e circa un mese e mezzo fa ho scoperto quasi per caso di avere una febbricola a 37.2-37.5 asintomatica e persistente. L'ho monitorata per un po' ma questa non accennava ad abbassarsi, nemmeno dopo aver assunto tachipirina. Contemporaneamente avevo disturbi e dolori forti allo stomaco, per cui ero andata al PS e mi avevano fatto questi esami sangue:
Emocromo completo, unico valore fuori norma: LEUCOCITI 10,18 0^3/mm^ (4-10) *
GLUCOSIO
AST
ALT
LDH
AMILASI
UREA
CREATININA
SODIO
POTASSIO
PCR
tutti nella norma e
BILIRUBINA TOTALE: 2.29 (0.2-1.2) *
BILIRUBINA INDIRETTA: 0.72 (01-0.5) *
Fatta una gastroscopia è emersa una gastropatia iperemica con una infiammazione superficiale senza presenza di Helycobacter.
Per la febbricola mi sono stati prescritti due antibiotici (zitromax e augmentin) per via della gola leggermente arrossata (che non mi doleva), ma non hanno avuto nessun effetto tranne il fatto che da quando ho assunto augmentin la febbre per un giorno è andata via per poi tornare persistente, ma assestata sui 36.7-36.9 (la mia temperatura normale è sui 36.2). Al mattino appena sveglia è un pò più bassa, sale poi non appena faccio colazione per poi rimanere costante a 36.9 fino a sera intorno alle 23. Inoltre quasi contemporaneamente un mese e mezzo fa ho scoperto di avere un linfonodo gonfio sottomandibolare che non si è sgonfiato con gli antibiotici.
Il mio medico mi ha quindi prescritto esami urine (tutto nella norma) e sangue:
EMOCROMO COMPLETO, rispetto al precedente i leucociti sono rientrati nella norma, l'unico valore fuori norma è ora quello dei NEUTROFILI RELATIVI: 46 (50-75) *
s-aspartato aminotransferasi (AST) (GOT): 18 (5-30)
s-alanina aminotransferasi (ALT) (GPT): 11 (5-35)
s-CREATININA: 0.68 (0.50-1.10)
VES: 18 (1-20)
PCR ultrasensibile: 0.12 (0.01-1.00)
CITOMEGALOVIRUS IgG: 123 (0.0-6.0) *
CITOMEGALOVIRUS IgM: 0.12 (0.00-0.84)
EP. BARR IgG VCA: 37.38 (>1 positivo) *
EP. BARR IgM VCA: 0.15 (0.00-0.49)

Secondo il mio medico curante la febbricola non è da addebitare al CMV e al EBV poiché le IgM sono nella norma, e non si sa quando io possa essere venuta a contatto con questi virus. Volevo chiedere se, essendo le IgG del CMV così alte, sia condivisibile l'interpretazione di non ritenere assolutamente collegata la febbre. Da cosa potrebbe dipendere la febbricola? a breve effettuerò una ecografia al collo per valutare la natura del linfonodo, oltre a una visita internistica che spero mi possa illuminare su questa situazione che ormai vivo in modo non troppo tranquillo. Dimenticavo di dire che da un 5-6gg la mattina mi sveglio con dolori muscolari in tutto il corpo che si attenuano non appena cammino e mi muovo.
Ringrazio cordialmente chiunque mi risponderà.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Dubito che 123U.I/ml siano espressione di una infezione recente da CMV.
La Mononucleosi è pure di vecchia data.
Per l'emocromo non posso esprimermi perchè non lo ha ricopiato per intero.
Nè il primo nè il secondo.
Ma le chiedo: lei andrebbe da un medico con gli esami scritti come me li ha postati?
Beh si ricordi che il consulto lo ha chiesto lei e perciò abbia la gentilezza di mettermi nelle condizioni di valutare anche ciò che lei ritiene normale.
In ogni caso ci penserà de visu l'Internista a valutare la sua situazione che mi pare non esente da una grossa componente ansiosa.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore, la ringrazio per la tempestiva risposta.
La non completezza degli esami riportati è dipesa da limiti di spazio e caratteri a mia disposizione.

Questi sono gli esami del sangue completi, il primo effettuato in data 3/9/16:
leucociti 10.18 (4-10) *
eritrociti 5.1 (4.2-5.4)
emoglobina 14.6 (12-16)
ematocrito 42.9 (37-47)
MCV 84.2 (82-95)
MCH 28.6 (27-32)
MCHC 33.9 (31-36)
RDW 12.6 (11-16.5)
Piastrine 259 (130-400)
neutrofili relativi 60 (50-75)
linfociti relativi 32 (20-45)
monociti relativi 5 (2-10)
eosinofili relativi 3 (0-6)
basofili relativi 1 (0-1)
neutrofili assoluti 6.1 (2-7.5)
linfociti assoluti 3.2 (1.5-4)
monociti assoluti 0.5 (0.2-0.8)
eosinofili assoluti 0.3 (0-0.5)
basofili assoluti 0.1 (0-0.1)
GLUCOSIO 95 (60-110)
AST 19 (5-30)
ALT 28 (5-35)
LDH 149 (125-243)
AMILASI 88 (25-150)
UREA 28 (10-50)
CREATININA 0.76 (0.5-1.1)
SODIO140 (134-145)
POTASSIO 3.8 (3.5-5.1)
PCR 0.05 (0.01-1)
BILIRUBINA TOTALE 2.29 (0.2-1.2) *
BILIRUBINA INDIRETTA 0.72 (01-0.5) *

Secondo esame sangue effettuato in data 27/9/16:
leucociti 6.65 (4-10) *
eritrociti 4.81 (4.2-5.4)
emoglobina 13.8 (12-16)
ematocrito 40 (37-47)
MCV 83.1 (82-95)
MCH 28.8 (27-32)
MCHC 34.6 (31-36)
RDW 12.2 (11-16.5)
Piastrine 257 (130-400)
MPV 9 (6.9-10.8)
neutrofili relativi 46 (50-75) *
linfociti relativi 43 (20-45)
monociti relativi 7 (2-10)
eosinofili relativi 3 (0-6)
basofili relativi 1 (0-1)
neutrofili assoluti 3.1 (2-7.5)
linfociti assoluti 2.8 (1.5-4)
monociti assoluti 0.5 (0.2-0.8)
eosinofili assoluti 0.2 (0-0.5)
basofili assoluti 0.1 (0-0.1)
s-aspartato aminotransferasi (AST) (GOT): 18 (5-30)
s-alanina aminotransferasi (ALT) (GPT): 11 (5-35)
s-CREATININA: 0.68 (0.50-1.10)
VES: 18 (1-20)
PCR ultrasensibile: 0.12 (0.01-1.00)
CITOMEGALOVIRUS IgG: 123 (0.0-6.0) *
CITOMEGALOVIRUS IgM: 0.12 (0.00-0.84)
EP. BARR IgG VCA: 37.38 (>1 positivo) *
EP. BARR IgM VCA: 0.15 (0.00-0.49)

ho anche effettuato esami HIV, HCV e Treponema pallidum, tutti negativi.

Per quanto riguarda la componente ansiosa, posso affermare che questa sia l'effetto e non la causa del mio malessere e di questa febbre persistente.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
i suoi esami sono perfetti ed invidiabili.
Questo deve essere motivo di tranquillità.
Avere 36.7 - 36.9 °C non può definirsi febbricola: tenga conto che uno stato d'ansia con contrattura muscolare può far elevare la sua temperatura ma al momento Lei è apiretica.
Manca la valutazione della funzionalità tiroidea, che se alterata può determinare innalzamento della temperatura e dolori cutanei.
Ma dato che è prossima alla visita Internistica, il collega saprà sicuramente indirizzarla verso il percorso diagnostico giusto, dopo la visita.
Stia tranquilla e mi aggiorni se vuole.

Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore,
Le farò certamente sapere.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Buona giornata a Lei.
Dott. Caldarola.