Utente 424XXX
Buongiorno,
Mio fratello a casa di perforazione all'intestino ha avuto peritonite e shock settico ed è stato operato d'urgenza, è stata un'operazione "salva vita". Ha passato un mese sedato in rianimazione ed ha avuto la stomia provvisoria fino a più o meno un mese fa. Inoltre gli sono stati aspirtati 15 cm di intestino. Dopo un mese l'hanno risvegliato e ricanalzzato. Ora la ferita è aperta e viene medicata dal chirurgo ogni 4 giorni.
Da un paio di giorni esce un liquido marrone e di un forte cattivo odore. A cosa può essere dovuto? Condividete anche voi la scelta di non chiudere la ferita ma lasciarla guarire dal basso?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, sicuramente c'è stato un fatto infettivo, per il quale è giusto ottenere la guarigione per seconda intenzione senza chiudere appunto la ferita.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore!
Invece il liquido marrone di cattivo odore cosa può essere?
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può essere proprio il liquido corpuscolato frutto dell'infezione pregressa.
Saluti