Utente 706XXX
Gentilissimi Dottori,
ho 31 anni e soffro di acne nodulo-cistica con secrezione di sebo da circa 15 anni.
Ho provato varie cure sotto indicazione del dermatologo ma nessuna è stata risolutiva.
Circa 3 anni fa ho tentato di assumere la pillola Diane ma mi ha provocato una emorragia, in assenza di cisti ovariche.
Ho provato successivamente il RETIN-A ma non ho avuto miglioramenti,
dalle Vostre conoscenze, potrebbe andare meglio il farmaco AIROL ?

Ultimamente il dermatologo mi ha consigliato il Roaccutan ma sono dubbiosa ad assumerlo per i molteplici effetti collaterali e chiedevo il Vostro parere sulle seguenti domande:
- considerando che la mia pelle è allergica e intollerante a quasi tutte le creme idratanti, l’assunzione di Roacutan non peggiorerebbe la situazione rendendo più sottile la cute?
- potrebbe creare problemi sull’apparato muscolo-scheletrico peggiorando
il tono muscolare e fare insorgere il rischio di osteoporosi?
Infine vorrei porVi l’ultimo quesito riguardo lo zinco.
La causa dell’acne potrebbe essere la carenza di zinco, in questo caso, l’assunzione di questo minerale potrebbe causare l’invecchiamento precoce?

Vi ringrazio per i Vostri preziosi consigli

Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
data la moltitudine di trattamenti già assunti e la natua allergica della sua cue le consiglio la Terapia Fotodinamica, selettiva, non invasiva, efficace e non si assume niente per via sistemica.
L'airol può funzionare ma nel suo caso avendo già provato Retin A senza risultati essendo derivati simili , eviterei , anche perchè seccano la cut come effetto terapeutico quindi potrebbero aumentarle una reattività allergica.L'acne è quasi sempre multifattoriale non vi è una singola causea scatenante.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'ACNE di ogni genere e tipo ad oggi si cura e benissimo: anche quella grave come la sua deve ottenere dei risultati risolutivi.

per farlo occorre una corretta diagnosi che segua l'algoritmo diangostico-terapeutico dell'acne:

da ciò che leggo nel suo caso specifico (patologia e terapia) non mi sembra che stia facendo la terapia indicata per la forma di acne cui soffre, ma parliamo sempre in termini generali e non vincolanti, dalla sede telematica.

si rivolga quindi al suo dermatologo di fiducia.

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 706XXX

Iscritto dal 2008


Gentilissimi medici,

Grazie di cuore per i Vostri consigli, Ne faro' tesoro.
Cordiali saluti