paura  
 
Utente 296XXX
Salve a tutti sono una ragazza di 28 anni molto ansiosa e in questo periodo mi è venuta la paura dello shock anafilattico dopo che un mio amico mi ha raccontato di essere finito al pronto soccorso dopo aver preso una bustina di oki. Sei anni fa mi è stata diagnosticata un intolleranza al lattosio e successivamente ho fatto anche le prove allergiche con il prick test dalle quali è emersa una lieve allergia a polvere e aspergillus, per quanto riguarda gli alimenti anche lì una lieve allergia a pomodoro e soia. Sei mesi dopo ho ripetuto le allergie alimentari ed erano scomprasi pomodoro e soia e comparso tè (che non bevo quasi mai) e cacao. L'allergologa mi ha detto che con queste allergie non mi succede nulla se qualche volta mangio questi alimenti, di mangiarli se non mi danno nessun fastidio. Anche la gastroenterologa mi ha detto che se qualche volta mangio cibi con lattosio mi può venire un mal di pancia ma non si creano danni come nella celiachia. Il 1 di agosto mi sono rotta il ginocchio e ho passato tutta l'estate dentro casa e questo ha peggiorato la mia ansia facendomi venire altre fobie. Ho paura di svegliarmi di notte senza respirare e di non fare in tempo ad andare in ospedale che è a 20 minit da casa mia. Sono a rischio di uno shock anafilattico? Ho iniziato ad andare da uno psicoterapeuta per l'ansia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
L'intolleranza al lattosio, molto frequente negli adulti, come le ha già detto l'allergologa le può provocare al massimo un mal di pancia, non c'entra niente con le allergie. Per il resto, come ha visto, le sue allergie sono talmente leggere che a volte scompaiono da sole. Continui ad andare dalla psicologa per liberarsi da pensieri angoscianti, quelli sì patologici.
[#2] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la risposta, continuerò ad andare dallo psicologo perchè la paura delle malattie non mi fa vivere bene